Limiti velocità in città: a Bologna si viaggerà a 30 km/h

La delibera appena approvata abbassa il limite di velocità per la viabilità bolognese.

La viabilità in città non è influenzata solamente dal traffico. Anche i limiti di velocità, sempre più bassi, rappresentano un ulteriore impedimento per gli automobilisti. Infatti, oltre alle insidie rappresentate dalle zone a traffico limitato e dalle corsie per i mezzi pubblici, le tasche di chi guida sono minacciate dai tanti autovelox che proliferano a mano a mano che si abbassano le velocità consentite. Una delibera porterà a 30 km/h il limite di velocità per gran parte delle strade di Bologna.

Viabilità: il limite di 30 km/h è un’abitudine europea

La viabilità a velocità ridotta in città non è però una novità assoluta, anche se sempre fastidiosa per chi si ritrova a viaggiare con un occhio fisso al tachimetro. Infatti, in Europa già diverse città hanno preso questa decisione, soprattutto in Francia e Spagna, apripista di questo esperimento per abbassare le emissioni nel traffico dei centri urbani. La cosiddetta Zona 30 è stata sperimentata anche a Milano dal 2018 e, in seguito, allargata; quindi la scelta di Bologna, per quanto fastidiosa, appare come una naturale conseguenza.

Entro il 2023 a Bologna ci sarà il limite dei 30 km/h in gran parte della città

Quello che distinguerà la viabilità di Bologna rispetto a quella delle altre città italiane ed europee, sarà l’estensione delle zone in cui la velocità consentita sarà limitata a 30 km/h. Infatti, entro il 2023 la maggior parte delle vie bolognesi avrà il limite in questione, mentre nella maggior parte delle città la velocità di 30 km/h è stata introdotta per zone particolarmente congestionate, come quelle adiacenti ad ospedali e scuole. Solamente in alcuni tratti, denominati a scorrimento veloce, la velocità di transito potrà arrivare a 50 km/h. Quindi, considerando i numerosi impianti di rilevamento della velocità, il cruise control sarà l’accessorio più stressato delle auto alle prese con il traffico bolognese.

Città sempre più ostiche agli automobilisti

Questo provvedimento, insieme alle restrizioni alla circolazione, sempre più numerose nelle città italiane, sta limitando l’utilizzo delle auto nei grandi centri urbani. Infatti, le città più servite dai mezzi pubblici vedono sempre più persone rinunciare all’auto optando per una formula di noleggio nel weekend o per le vacanze. L’abbassamento dei limiti di velocità, ed il corrispondente incremento dei controlli porterà ad un’ulteriore diminuzione delle auto private nei grandi centri.

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →