Jeep Wrangler 4xe: motori ibridi plug-in, autonomia, uscita

L’evoluzione della strategia di sviluppo elettrificato Stellantis si estende al modello-simbolo dell’offroad “a stelle e strisce”, che vedremo nelle concessionarie a giugno.

Un epocale passaggio di testimone, che aggiunge un ulteriore tassello ai programmi di elettrificazione da parte di Stellantis: a ottant’anni dal debutto di Willys MB, Jeep svela ufficialmente Wrangler 4xe, ovvero l’attesissima versione ibrida plug-in della diretta erede della storica prima serie che di fatto inaugurò l’epoca del fuoristrada “in senso moderno”.

Gli obiettivi sono dunque chiari: proporre sul mercato un veicolo dall’immagine giovane e dinamica, caratterizzato dalla proverbiale versatilità e dalle conosciutissime possibilità di disimpegnarsi agevolmente nelle condizioni di guida più gravose, e per questo rivolto anche agli appassionati dell’offroad “duro e puro”. In buona sostanza, come evidenziato dai vertici Jeep intervenuti durante la presentazione, avvenuta in diretta streaming, ecco come il concetto di fuoristrada secondo la “vision” Jeep viene reinventato.

La gamma

Jeep Wrangler 4xe viene proposta in due livelli di allestimento:

  • Wrangler Sahara 4xe;
  • Wrangler Rubicon 4xe.

A questi, è da aggiungere la serie speciale 80. Anniversario.

Le dotazioni

La tavolozza delle tinte carrozzeria presenta dieci combinazioni (Black, Bright White, Firecracker Red, Granite Crystal Metallic, Hella Yella, Billet Silver Metallic, Sting-Gray e, per la prima volta in gamma, le inedite Hydro Blue, Snazzberry e Sarge Green), abbinabili a numerose configurazioni del tetto: Soft top, Hardtop, Dual top. Da segnalare il debutto delle mezze porte come accessorio ufficiale su entrambe le configurazioni e che vanno ad aggiungersi alle diverse proposte di guida “en plein air” tipicamente Jeep (parabrezza abbattibile in avanti, porte rimovibili, varie combinazioni per la copertura dell’abitacolo).

Di seguito i principali dettagli di equipaggiamento.

Sahara 4xe

  • Parafanghi e Hardtop in tinta carrozzeria;
  • Cerchi in lega da 18” dedicati con un set di pneumatici All Season;
  • Rivestimento in tessuto Heritage Tan oppure premium Black per i sedili (a richiesta in pelle);
  • Climatizzatore automatico bi-zona;
  • Strumentazione con display TFT da 7” configurabile;
  • Infotainment Uconnect NAV con schermo da 8.4” provvisto di integrazione smartphone Apple CarPlay ed Android Auto e impianto audio Alpine a nove altoparlanti con subwoofer da 552W;
  • Sistema di ingresso e avviamento senza chiave Keyless Enter ‘N’ Go;
  • Blind-spot Monitoring con Rear Cross Path Direction.

Rubicon 4xe

  • Finitura in nero con bordino in blu e monogramma “4xe” per i parafanghi ed il motivo grafico sul cofano motore;
  • Dettagli in tinta Neutral Grey su marcherina e cornici dei fendinebbia;
  • Rock-rails;
  • Soft-top;
  • Cerchi in lega da 17” con un set di pneumatici Mud Terrain;
  • Rivestimento sedili in tessuto premium Black con cuciture in blu elettrico a contrasto (anche per la pannelleria);
  • Telecamera anteriore;
  • Strumentazione, infotainment e ADAS: medesima dotazione dell’allestimento Sahara;
  • Equipaggiamento specifico per la marcia off-road più impegnativa: sistema di trazione Rock Trac, blocchi elettrici Tru-Lok dei differenziali anteriore e posteriore, e sistema Active Sway Bar System di disconnessione a comando elettrico della barra stabilizzatrice.

Ricordiamo brevemente il “capitolato” di accessori che equipaggia la serie speciale 80. Anniversario:

  • Cerchi in lega da 18” a finitura bicolore;
  • Finizione in Neutral Grey Metallic per cornici griglia e gruppi ottici anteriori (fendinebbia compresi);
  • Hard-top in tinta;
  • Cover rigido per la ruota di scorta esterna;
  • Speciale “badge” 80th Anniversary collocato sui parafanghi anteriori;
  • Sedili in pelle nera con cuciture in tinta tungsteno e badge 80th Anniversary;
  • Rivestimento in pelle, con cuciture in tinta a contrasto, per la plancia;
  • Rivestimento in tessuto per l’Hardtop;
  • Digitalizzazione, infotainment e sistemi di ausilio attivo alla guida: stessa dotazione di Wrangler 4xe Sahara.

Propulsione

Sotto al cofano, Jeep Wrangler 4xe viene equipaggiata con un modulo di alimentazione formato da:

  • Due unità elettriche (un generatore collegato al motore a combustione che funziona in sinergia con quest’ultimo oppure, all’occorrenza, serve per ricaricare l’accumulatore; e una seconda unità posizionata sulla trasmissione ed integrata nel cambio automatico TorqueFlite ad otto rapporti per il recupero dell’energia durante le fasi di decelerazione e di frenata) con batteria agli ioni di litio da 17 kWh di potenza utile, formata da 96 celle e per una tensione di 400V, posizionata al di sotto dei sedili posteriori che, per questo motivo, sono stati ridisegnati (la capacità del bagagliaio risulta tuttavia immutata rispetto alle versioni Wrangler a motore termico: 533 litri nel normale assetto di marcia);
  • Motore 2.0 benzina a 4 cilindri sovralimentato con turbocompressore a tecnologia Twin-scroll, che fa parte della famiglia di propulsori “Global Medium Engine” di Stellantis.
  • Potenza massima complessiva di sistema: 380 CV;
  • Coppia massima complessiva: 637 Nm.

Come funziona il gruppo ibrido plug-in a due unità elettriche

Il primo motogeneratore “zero emission”, che sostituisce l’alternatore, viene collegato alla puleggia dell’albero motore mediante una cinghia: il suo compito consiste nell’erogare forza motrice aggiuntiva per alimentare il 4 cilindri turbo, gestire lo Start&Stop e generare elettricità da inviare al pacco batterie. La seconda unità elettrica sostituisce il convenzionale convertitore di coppia delle trasmissioni automatiche. Potenza e coppia vengono controllate mediante due frizioni, con la prima  – situata fra le due unità – che quando è aperta consente al veicolo di muoversi unicamente in elettrico, e quando è chiusa combina l’azione termica-elettrica e fornisce coppia al cambio automatico. La seconda frizione, ad azionamento variabile, viene montata dietro al motore elettrico e si incarica di controllare l’azionamento sulla trasmissione, a tutto vantaggio di guidabilità ed efficienza, per evidenziare i punti a favore dell’elettrificazione e mantenere invariate le elevate caratteristiche offroad di Jeep Wrangler.

Valori di uso dichiarati

  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 6”4;
  • Riduzione delle emissioni di CO2 rispetto alle corrispondenti versioni a benzina: 70% circa a ciclo WLTP;
  • Profondità di guado: fino a 760 mm (grazie alla completa sigillatura ed impermeabilizzazione di tutti i componenti e sistemi elettronici ad alta tensione, compresi i cablaggi fra pacco batterie e motori elettrici).

Guida in offroad

Per mantenere invariate le doti di marcia nel fuoristrada più impegnativo, Jeep Wrangler 4xe dispone di sofisticati dispositivi di trazione integrale permanente on demand:

  • Selec-Trac, che equipaggia l’allestimento Sahara 4xe e la serie speciale 80. Anniversario;
  • Rock-Trac, più “estremo” e sviluppato specificamente per le escursioni più gravose, adottato dalla configurazione Rubicon 4xe.

Per entrambe le declinazioni, le modalità di guida sono quattro (più il programma Neutral):

  • 2H (High a due ruote motrici);
  • 4H Auto (High a quattro ruote motrici permanenti on demand);
  • 4H Part-Time;
  • 4L (quattro ruote motrici con marce ridotte: in questo caso, il modulo 4xe permette l’inserimento di tutti i programmi di guida elettrificvati: Hybdir, Electric, E-Save).

A seconda dell’allestimento, la dotazione comprende:

  • Assali Dana “next-generation”;
  • Blocchi elettrici dei differenziali anteriore e posteriore Tru-Lock;
  • Differenziale a slittamento limitato Trac-Lok e barra stabilizzatrice anteriore a scollegamento elettrico.

Capacità di disimpegno Rubicon 4xe

  • Altezza libera da terra: 253 mm;
  • Angolo di attacco: 36°6;
  • Angolo di dosso: 21°4;
  • Angolo di uscita: 31°8.

I servizi di ricarica

Jeep Wrangler 4xe accede a Free2Move eSolutions: la joint venture creata fra Stellantis – attraverso Fca Italy – ed Engie EPS offre una serie di servizi ad hoc e su misura per accelerare la transizione verso la mobilità a zero emissioni, mediante l’installazione di infrastrutture dedicati e la formulazione di abbonamenti per la ricarica pubblica e domestica a canone mensile, fino alla gestione del ciclo di vita delle batterie, lo sviluppo di servizi energetici avanzati come l’integrazione di sistemi Vehicle-to-Grid e programmi di gestione dell’energia utili alla riduzione del costo totale di proprietà dei veicoli, per arrivare ad abbonamenti mensili a canone fisso per ricaricare i veicoli elettrici a casa e su strada, con offerte calibrate alle abitudini di ricarica del consumatore e che consentono di utilizzare energia 100% sostenibile.

Per la novità ibrida ricaricabile di Jeep Wrangler viene messa a disposizione, a richiesta, la easyWallbox con potenza di ricarica aumentabile fino a 7,4 kW con aggiornamento dell’hardware per ottenere un ciclo di ricarica domestica completa in meno di 3 ore. La ricarica avviene con il cavo per prese domestiche in dotazione, oppure (accessorio fornito di serie od ottenibile a richiesta in base alla versione) con un cavo dedicato per l’allaccio del veicolo alle stazioni di ricarica pubblica.

L’esordio è imminente

Cotta e mangiata”: dal vernissage di Jeep Wrangler 4xe al suo arrivo nelle concessionarie europee, fissato per il mese di giugno (l’esordio commerciale è stato anticipato dall’edizione-lancio First Edition, già prenotata in pre-booking da circa 2.000 nuovi clienti europei attraverso una manifestazione di interesse online), trascorrerà in effetti pochissimo tempo. In effetti, contestualmente alla presentazione sono state illustrate le molteplici soluzioni di noleggio – a cura di Leasys – e di finanziamento (attraverso FCA Bank) studiate per venire incontro alle esigenze dei clienti, e che illustriamo di seguito.

Finanziamento

L’offerta Jeep Free di Fca Bank consente l’acquisto della novità ibrida ricaricabile di Jeep Wrangler mediante un anticipo, zero rate per due anni e successivamente decidere se sostituire la vettura, restituirla o tenerla versando la rata finale residua.

Ad esempio: per Jeep Wrangler Unlimited 2.0 Plug-in Sahara, l’offerta prevede zero interessi, il versamento di meno di un terzo del prezzo di listino all’acquisto (20.000 euro a titolo di anticipo su un prezzo promo indicato da Jeep di 61.003,71 euro), ottenere tutti i vantaggi con 2.000 euro di anticipo in più rispetto alla corrispondente versione a benzina, nessuna rata per due anni e, al termine del periodo indicato, scegliere fra une delle tre possibilità (restituzione, sostituzione o saldo finale del veicolo: in questo caso, la rata residua – pari al Valore futuro garantito – è di 41.003,71 euro). In alternativa ci sono, nel ventaglio di soluzioni finanziarie, anche il rateale tradizionale, il Jeep Excellence ed il Private Lease, indicato per quanti (professionisti e privati) cerchino un’altra opzione rispetto all’acquisto. Non manca un’articolata gamma di servizi assicurativi che possono essere a loro volta abbinati al contratto di finanziamento.

Noleggio

Il portfolio di proposte Leasys, e che possono essere gestiti in tutta comodità anche attraverso il proprio smartphone grazie alla App UMove dedicata, prevedono, per Jeep Wrangler 4xe, le soluzioni Leasys Miles e Noleggio Chiaro Light. Con Leasys Miles, di tipo “pay per use”, indicato per chi utilizza la vettura con basse percorrenze annuali, il contratto ha una durata di 48 mesi e propone un canone mensile particolarmente vantaggioso, al quale si aggiunge una quota variabile determinata in funzione dei km effettivamente percorsi (tuttavia i primi 1.000 km sono già compresi nel canone) e può arricchire il noleggio-base con successivi servizi di assistenza ed ulteriori coperture assicurative.

Noleggio Chiaro Light, studiato per privati, liberi professionisti e PMI, permette il noleggio ad un canone competitivo e con un set minimo di servizi (copertura assicurativa RC Auto, assistenza stradale, servizio di infomobilità I-Care), ed offre al cliente il diritto di prelazione sull’acquisto della vettura al termine del periodo di noleggio. La formula Noleggio Chiaro può essere attivata anche nel tipo “tradizionale” per chi desideri ottenere un pacchetto all-inclusive e che comprende in aggiunta il servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria e le polizze assicurative Furto-incendio e Riparazione danni.

La customer care dedicata

Anche per Jeep Wrangler 4xe sarà possibile accedere ai servizi ed ai vantaggi Jeep Wave, nuovo programma di fidelizzazione e attenzione al cliente che si articola su un’ampia gamma di proposte, fra le quali si segnalano:

  • Due anni di manutenzione ordinaria;
  • Assistenza stradale;
  • Servizio clienti ad hoc;
  • Accesso privilegiato a tutti gli eventi e le partnership di Jeep.

Gli immancabili accessori Mopar

Punto fermo dell’immagine Jeep è la personalizzazione: a questo proposito, la Divisione aftermarket Mopar mette a disposizione dei nuovi clienti di Wrangler 4xe un catalogo di più di 100 accessori studiati per arricchire le funzionalità del veicolo con ulteriori contenuti, accrescendo le possibilità di personalizzare la propria vettura e ampliando l’offerta per migliorare ulteriormente la capabilitydell’icona Jeep.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →