Honda: nuovi sistemi Sensing Elite di guida automatizzata Livello 3

Traffic Jam Pilot, Hands-off ed assistente alla frenata d’emergenza tra le nuove funzionalità del modulo ADAS che esordisce in Giappone a bordo di Honda Legend Hybrid EX in formula leasing.

Un ulteriore step in materia di ausili attivi alla guida entra nella dotazione della nuova lineup Honda. Si tratta dell’inedito “pacchetto” di funzioni di sicurezza Honda Sensing Elite, che esordisce nell’equipaggiamento di Honda Legend Hybrid EX proposta in leasing in Giappone. L’obiettivo dichiarato dai vertici del “colosso” giapponese è, chiaramente, rivolto ad una filosofia di “Sicurezza globale per tutti”, finalizzata a raggiungere una società a zero incidenti. Per arrivarci, occorre soddisfare determinati requisiti di controllo predittivo del veicolo: ed ecco il risultato, che sostanzialmente evolve le funzionalità Honda Sensing adottate di serie sull’intera lineup europea del marchio giapponese.

Arriva il Livello 3

L’ulteriore step in materia di sviluppo delle tecnologie di sicurezza avanzate ed intelligenti messe a punto dai tecnici Honda porta in dote, fra le novità, il sistema Traffic Jam Pilot, che risulta essere la prima funzione di guida automatizzata di Livello 3 (guida autonoma in un’area limitata) sviluppato dal marchio di Tokyo e, indica una nota tecnica Honda, “Certificata dalle autorità governative giapponesi tramite il Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo”. Con la tecnologia Traffic Jam Pilot, annuncia Honda, il sistema di bordo è in grado di condurre la vettura in autonomia (in determinate condizioni, come ad esempio nelle fasi di marcia in autostrada con traffico intenso), senza che per questo vi sia alcun controllo da parte del conducente.

Ecco come avviene il comando autonomo

Perché ciò avvenga, è necessario un preciso monitoraggio della costante posizione della vettura: questo si verifica attraverso i dati delle mappe 3D ad alta definizione ed al GNSS (sistema satellitare globale di navigazione), che calcolano ad ogni istante la posizione della vettura e le condizioni della strada. Nello stesso tempo, qualsiasi oggetto che si trovi nel raggio della vettura viene rilevato “a 360 gradi” anche con l’impiego di una serie di sensori esterni. Contestualmente, il sistema rileva i livelli di attenzione del conducente, per mezzo di una telecamera montata a bordo. La “somma” di tutte le informazioni consente all’ECU di bordo di riconoscere e prevedere le condizioni e decidere il controllo del veicolo adeguato al monitoraggio rilevato, e funzionale ad un’andatura sempre fluida e sicura.

Milioni di simulazioni e di km di prove

Per ottenere un risultato di massima affidabilità, rivela Honda, lo sviluppo del nuovo sistema Honda Testing Elite ha richiesto circa 10 milioni di possibili situazioni reali simulate, e circa 1,3 milioni di km di test effettuati – con l’impiego di una flotta di veicoli-laboratorio – sulle autostrade giapponesi. In ordine di offrire la massima tranquillità alla guida, informano i tecnici del marchio, il sistema Honda Testing Elite integra un dispositivo supplementare di sicurezza, sviluppato per mantenere l’affidabilità dell’auto anche in caso di problematiche ad una qualsiasi delle funzionalità di assistenza alla guida.

I dettagli di equipaggiamento

Honda Legend Hybrid EX con sistema Honda Testing Elite è riconoscibile per mezzo di alcuni accessori e finiture dedicati: luci di posizione blu, nuovi cerchi in lega, diversi sensori nascosti sotto la carrozzeria; e, all’interno, un display Full LCD da 12.3” ed un layout specifico per i comandi relativi (dimensioni, colori, luminosità e dettagli degli indicatori visivi). Il nuovo equipaggiamento, indica Honda, è stato adottato per assicurare una comprensione sempre intuitiva dello stato di funzionamento dei sistemi di guida autonoma, permettendo al guidatore di avere sempre sotto controllo i sistemi tecnologici di bordo e intervenire immediatamente in caso di necessità.

Le principali funzioni

  • Hands Off. Permette al conducente di poter staccare la presa delle mani dal volante, a condizione che la marcia del veicolo avvenga su strade ad elevata percorrenza, con l’attivazione del Cruise Control adattivo e dei sistemi LSF ed LKAS (mantenimento a bassa velocità e mantenimento di corsia). Il sistema controlla l’ALD (guida adattiva con mantenimento della vettura al centro della sua corsia di marcia e adeguamento della velocità di crociera rispetto al veicolo che precede), l’ALCA (assistenza attiva al cambio di corsia con funzione Hads-off), in cui con ALD attivo, se il guidatore conferma che vi siano adeguate condizioni di sicurezza ed attiva l’indicatore di direzione, valuta in autonomia accelerazione e decelerazione e muove il volante per il cambio di corsia; e cambio di corsia e sorpasso con funzione Hands off;
  • Traffic Jam Pilot. Nel caso in cui l’ALD sia attivo e la vettura si trovi bloccata nel traffico, se ci sono alcune condizioni che possono soddisfare il ricorso alla gestione autonoma del veicolo, il modulo Honda Sensing Elite assume i comandi di sterzo, accelerazione e frenata, attraverso un costante monitoraggio degli ostacoli che si trovano intorno al perimetro della vettura. In questo modo, il dispositivo effettua una guida automatizzata nel mantenimento del veicolo in carreggiata, e frenando o accelerando dove occorra sempre tenendo un’adeguata distanza di sicurezza dalla vettura che precede;
  • Sistema di assistenza alla frenata d’emergenza. Qualora il guidatore non risponda alla richiesta di disattivazione della guida automatizzata (e quindi di pieno controllo umano del veicolo) emessa dal sistema di bordo, viene ad attivarsi un comando di decelerazione automatica, che riduce la velocità della vettura in modo graduale e la dirige in tutta sicurezza verso il bordo esterno della strada. Più nello specifico, se il conducente non riprende i comandi e non risponde alle sollecitazioni del sistema informatico, la funzione Traffic Jam Pilot viene disinserita e si attiverà una serie di segnalazioni visive, uditive e tattili ad intensità progressiva. In caso di mancata risposta, il sistema assiste la decelerazione e l’arresto del veicolo (previa valutazione della presenza di un adeguato spazio a bordo carreggiata dove fermare l’auto) attivando i segnali di emergenza e il clacson così da preallertare gli altri utenti della strada di una situazione di potenziale pericolo;
  • Interfaccia uomo-macchina. Il dispositivo HMI (Human-Machine Interface) dà al conducente la possibilità di riconoscere in tempo reale lo stato di funzionamento del sistema, la situazione di guida istantanea e le richieste di “passaggio di consegne” dei comandi del veicolo emesse dal modulo di controllo. Nel dettaglio, una serie di spie luminose, che fanno parte del sistema Honda Sensing Elite, vengono collocate sul volante, sulla zona superiore del navigatore di bordo e sul vano portaguanti. Con la funzione Hands-Off attivata, la spia sul volante si accende, mentre se è attivo il Traffic Jam Pilot si accendono le altre spie emettendo una luce blu. Se il sistema dovesse richiedere il passaggio di consegne, tutte le spie cambieranno tono dal blu all’arancione e lampeggeranno per inviare un messaggio di facile comprensione al conducente. Anche lo schermo full LCD da 12,3“ aiuta il guidatore a comprendere facilmente le fasi di guida autonoma, visualizzando lo stato di funzionamento complessivo del sistema, le situazioni di guida e le richieste di passaggio dei comandi dal sistema di bordo al conducente stesso.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Honda

Honda viene fondata nel 1948 ed è una multinazionale impegnata non solo nella produzione di automobili e motocicli. L’azienda di Hamamatsu è infatti specializzata anche nel campo della ro [...]

Tutto su Honda →