Formula 1 GP d’Olanda: Verstappen conquista la pole in casa

L’olandese sfrutta al massimo la sua Red Bull ma Hamilton è vicinissimo ad appena 38 millesimi, quinta e sesta la Ferrari con Leclerc e Sainz

Le qualifiche del GP d’Olanda di F1 presentano diverse insidie tra cui la difficilissima curva 3, il fatto che si torni a correre su una pista che è praticamente nuova per tutti rende queste prove cronometrate ancora più interessanti, la Red Bull sembra favorita, soprattutto con Max Verstappen, che correrà in casa e dovrà sopportare una pressione altissima.

Q1: le Ferrari sfruttano l’evoluzione della pista per mettersi davanti a tutti, esclusi dal Q2 Perez e Vettel

Max Verstappen si presenta con un tempo strepitoso ma le Mercedes con gomma gialla non sono lontane, mentre Leclerc parte con una prestazione dignitosa. Alonso non è lontano dal monegasco e le riprese on board rendono l’idea di quanto sia impegnativo questo tracciato. Non c’è tempo di tirare il fiato, i piloti devono impegnarsi al 100% ed il 15esimo tempo di Kubica, chiamato a sostituire Raikkonen, rappresenta una grandissima prestazione per il pilota polacco che non correva da tempo. La pista sembra migliorarsi di giro in giro, quindi bisognerà attendere gli ultimi secondi per capire chi verrà escluso dal Q2. Le Ferrari, a sorpresa, si mettono ai primi 2 posti della classifica dei tempi, mentre Perez clamorosamente è il primo degli esclusi oltre a Vettel, Kubica, Schumacher e Mazepin.

Q2: Verstappen è il più veloce davanti a Leclerc quando la sessione viene interrotta per gli incidenti delle Williams e si passa direttamente al Q3

Si riprende con una prestazione monstre di Verstappen, poi Russell, dietro di lui, non sfigura. Ed anche Norris si fa valere con la terza posizione provvisoria. Scendono in pista le Mercedes che viaggiano a circa 7 decimi dal pilota olandese della Red Bull e si mettono dietro di lui, rispettivamente, con Bottas ed Hamilton. Con le temperature più alte le Ferrari volano, e Leclerc si prende la seconda posizione provvisoria a poco meno di 4 decimi da Verstappen. A 4 minuti dalla fine Russell stava andando fortissimo ma all’ultima curva ha perso la sua Williams in frenata ed è finito fuori pista. Bandiera rossa per pulire il tracciato e si riprende con un’altra Williams nelle barriere, quella di Latifi, che però si è danneggiata in maniera importante. La direzione gara espone di nuovo la bandiera rossa e sospende il Q2 in maniera definitiva, e così rimangono esclusi dal Q3 Russell, Stroll, Norris, Latifi, e Tsunoda.

Q3: pole position di Verstappen con Hamilton staccato di soli 38 millesimi

Verstappen si mette subito in cima alla classifica dei tempi davanti a Bottas, Hamilton, e Gasly, con le due Ferrari dietro all’Alpha Tauri del francese. Rimane un ultimo tentativo ma l’olandese della Red Bull sembra imprendibile! Alla fine Verstappen conquista la pole position ma Hamilton gli arriva a soli 38 millesimi, terzo Bottas davanti a Gasly, mentre Leclerc e Sainz partiranno, rispettivamente, in quinta e sesta posizione. Gran tempo di Giovinazzi che piazza la sua Alfa Romeo in settima posizione, e la mette davanti alle Alpine di Ocon ed Alonso, ed alla McLaren di Ricciardo.

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →