Ferrari: ecco il piano strategico dal 2022 al 2026

Cresceranno motorizzazioni ibride ed elettriche fino al 60% ma il termico non morirà, e ci saranno 15 lanci dal 2023.

La Ferrari svela il suo futuro, o quantomeno mette le carte in tavola su quello che ci aspetta da qui al 2026, con tante novità in gamma. Da segnalare la conferma della prima vettura totalmente elettrica attesa entro il 2025.

15 modelli Ferrari dal 2023 al 2026

L’investimento complessivo di Ferrari per il periodo in questione, pari a 4,4 miliardi di euro, di cui, rispettivamente, il 75% destinato a nuovi progetti, ed il 25% alle infrastrutture, ci dice che ci saranno nuove auto. Nello specifico saranno 15 i modelli che vedranno la luce dal 2023 al 2026. Una notizia che fa sognare estimatori e fortunati acquirenti. Tra queste, andando per ordine, ci sarà il SUV Purosangue, che debutterà nel mese di settembre, e, nel 2025 la prima Ferrari elettrica.

Da sottolineare che il propulsore sarà tutto made in Maranello per conservare l’unicità del Brand sinonimo di prestazioni di riferimento e di tecnologia all’avanguardia. Inoltre, nel periodo in questione debutterà la nuova Supercar. Parlando di percentuali di vendita fino al 2026, le serie speciali rappresenteranno il 10% del totale, e le hypercar del programma Icona il 5%, mentre la Purosangue, per tutto il suo ciclo di vita, contribuirà meno del 20%.

Il 40% dei motori Ferrari saranno termici

Parlando di motori, Ferrari ci tiene a far sapere ai puristi e a tutti gli appassionati che la tradizione motoristica verrà preservata. Infatti, i motori termici rappresenteranno il 40% della produzione. Crescerà nel contempo la percentuale delle unità ibride ed elettriche, che rappresenteranno, nel contempo, una percentuale del 60%. Ovviamente, il travaso tecnologico dalla F1 è assicurato per le power-unit ibride, mentre quelle elettriche, come già svelato nelle righe precedenti, saranno realizzate totalmente a Maranello. Il tutto sarà necessario per mantenere l’esperienza di guida unica che solo una Ferrari sa offrire.

Obiettivo carbon neutral per il 2030

Tra gli obiettivi della Casa di Maranello c’è quello di diventare carbon neutral entro il 2030. Benedetto Vigna, Amministratore Delegato di Ferrari, ha affermato: “con impegno e passione, le donne e gli uomini di Ferrari sono determinati a realizzare in modo impeccabile il piano strategico e a sfruttare tutte le opportunità che si prospettano, facendo propria la vocazione del nostro fondatore: mantenere viva la volontà di progresso perseguita in passato.

Continueremo a far leva sui nostri vantaggi competitivi: unicità e leadership tecnologica, intraprendendo al contempo delle azioni per raggiungere la neutralità delle emissioni di carbonio entro il 2030”.

Ultime notizie su Ferrari

Ferrari viene fondata nel 1947 da Enzo Ferrari, giovane pilota modenese per cui le gare e l’adrenalina rappresentano un elemento caratterizzante della vita. La prima gara [...]

Tutto su Ferrari →