F1 GP di Turchia: Bottas fa le cose per bene e vince la gara

Il finlandese trionfa davanti alle Red Bull di Verstappen e Perez, quarto Leclerc, solo quinto Hamilton in polemica con il box per la strategia

La pioggia bagna il tracciato di F1 del GP di Turchia prima dello spegnimento dei semafori, e rimescola le carte in tavola a team e piloti costretti a rivedere le strategie. Vietato commettere errori, soprattutto per chi si sta giocando il mondiale.

Parte bene Bottas, Alonso si tocca con Gasly e si gira

Bottas scatta senza commettere errori, Alonso si gira nel corso della prima tornata dopo essere stato toccato da Gasly, mentre Hamilton risale subito 2 posizioni e diventa nono. Verstappen parte in maniera intelligente e si mette dietro il finlandese della Mercedes per studiare la situazione. Dopo 5 tornate Leclerc è a 2 secondi da Verstappen ed ha 2 secondi di vantaggio su Perez.

Show di Hamilton che supera un pilota dopo l’altro

Fantastico sorpasso all’esterno di Hamilton su Tsunoda alla curva 3 nel corso dell’ottavo giro, e intanto Gasly viene penalizzato di 5 secondi per il contatto con Alonso nel primo giro. Alla nona tornata Hamilton supera anche Stroll e diventa settimo, la corsa del sette volte campione del mondo continua con il sorpasso a Norris che vale a Lewis la sesta posizione. Contatto tra Sainz e Vettel con lo spagnolo che supera il pilota tedesco per la decima posizione nel corso del 14esimo giro. Nella tornata successiva Hamilton si sbarazza anche di Gasly e va a caccia di Perez.

Gran passo di Sainz che risale in nona posizione, Ricciardo è il primo a fermarsi

Da sottolineare anche la gara di Sainz, che partiva dal fondo dello schieramento e, dopo il sorpasso su Tsunoda, è diventato nono mentre si corre il 18esimo giro. Si accende Verstappen e inizia a limare decimi preziosi nei confronti di Bottas portandosi a poco più di 2 secondi dal pilota Mercedes. Al giro 22 il primo a fermarsi è Ricciardo che monta un treno di gomme intermedie nuove, la scelta inizialmente non paga, ma dopo qualche giro inizia piovere più copiosamente in curva 9 e l’australiano migliora le sue prestazioni. E’ ancora troppo presto comunque per i piloti di testa per fare un pit-stop, le condizioni dell’asfalto sono un’incognita per tutti. Hamilton raggiunge Perez per un duello vietato ai deboli di cuore, e dopo diversi tentativi rinuncia per non mettere a rischio il mondiale.

Rientro ai box di massa e Vettel azzarda le slick

Al giro 37 rientra Verstappen e monta un nuovo treno di gomme intermedie tornando in pista in terza posizione dietro Leclerc. Si ferma anche Sainz, Vettel vai ai box e monta le slick, Bottas fa anche lui la sua sosta e lo segue anche Perez. Rimangono fuori Leclerc, Hamilton e Gasly. Intanto Vettel capisce che le slick non sono adatte alla situazione della pista e torna di nuovo ai box per mettere le intermedie.

Leclerc prova ad andare fino in fondo con 1 treno di gomme ma la strategia non funziona, Hamilton non si ferma a 10 giri dalla fine

La Ferrari, con Leclerc in testa, tenta l’azzardo per andare fino in fondo, Hamilton invece viene chiamato ai box al giro 42, ma non è convinto della decisione del team e resta fuori. Cinque giri dopo Bottas prende Leclerc e lo infila facilmente. Mancano 11 giri alla fine, Hamilton cerca di capire cosa fare, e per il momento rimane fuori. Nel frattempo Leclerc torna a più miti consigli e rientra ai box per mettere un treno di gomme intermedie nuove e spingere al massimo fino alla fine.

Hamilton in disaccordo con il team si ferma a 7 giri dalla fine

Otto giri alla fine ed Hamilton non si è ancora fermato, in Mercedes sono tutti con il fiato sospeso, ed al giro 51 di 58 decidono di farlo rientrare. Hamilton è solo quinto dopo la sosta e si lamenta, mentre Perez prende Leclerc e lo supera guadagnando la terza posizione. Anche Hamilton raggiunge la Ferrari numero 16, ma poi ha un decadimento improvviso e non riesce a superare il monegasco. A 3 giri dalla fine il campione del mondo deve guardarsi anche da Gasly, che lo raggiunge e si mette ad un secondo dalla Mercedes. Lewis è una furia e si rivolge ai box dicendo al muretto di lasciarlo solo: voleva le slick e non è stato accontentato.

Vince Bottas davanti alle Red Bull, quarto Leclerc

Bottas vince con autorità facendo tutto quello che gli era stato chiesto, e salgono sul podio con lui Verstappen e Perez, rispettivamente, in seconda e terza posizione. Quarto un formidabile Leclerc, che taglia il traguardo davanti ad Hamilton, poi troviamo Gasly, Norris, Sainz, Stroll e Ocon a chiudere la zona punti.F1-GPTurchia-poleposition-Bottas

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →