Davide Brivio passa dalla Suzuki alla Alpine F1

L’italiano potrebbe a breve annunciare il salto dalla Moto GP alla F1 come nuovo CEO del Team francese

Sebbene non ci sia ancora alcuna conferma ufficiale della sua partenza dalla Suzuki, alcune fonti hanno indicato che l’italiano avrebbe preso in considerazione l’idea di passare a una posizione senior all’interno di Alpine, l’ex team Renault F1 dove Fernando Alonso correrà nel 2021.

Alpine starebbe infatti prendendo in considerazione una nuova struttura di gestione, in cui il suo attuale capo team Cyril Abiteboul si potrebbe trasferire a una posizione di alto livello all’interno dell’organizzazione del marchio sportivo francese.

Ciò lascerebbe la porta aperta al CEO Marcin Budkowski per assumere il ruolo di team principal, mentre Davide Brivio assumerebbe a sua volta il ruolo di CEO per supervisionare più ampiamente le operazioni. Nessuno dall’interno ha però ancora confermato.

Nuovo CEO di Alpine F1

Di fatto il team Alpine F1 sta già ricevendo un forte impulso dal nuovo CEO della Renault Luca de Meo, che non ha nascosto di voler rivitalizzare la casa automobilistica francese. L’imprenditore italiano aveva infatti incaricato Abiteboul di elaborare un piano per Alpine, ma il team principal aveva suggerito, alla fine dello scorso anno, che la sua presenza a lungo termine nella posizione all’interno della struttura della Formula 1 non era garantita.

Quando gli era stato stato chiesto se sarebbe rimasto il leader della squadra alla luce delle sue nuove responsabilità in Alpine, Abiteboul aveva spiegato di essere concentrato su ciò che era meglio per il brand transalpino e che aveva solo la sicurezza di rimanere nella sua posizione attuale, fino alla fine del 2020. “Parte della missione sarà analizzare alcune proposte della struttura, ma è un argomento che per ora non voglio commentare. Quello che posso dire è che rimarrò nel contesto della missione fino alla fine di quest’anno, pienamente impegnato nel mio ruolo di team manager ”.

De Meo ha anche accennato che sarebbe importante che chiunque rilevi la divisione Alpine dedichi la massima attenzione al progetto. “Dobbiamo semplificare la catena di comando, con responsabilità diverse in ogni area. Una cosa è sviluppare una rete di concessionari e un’altra è gestire un team di Formula 1, perciò abbiamo bisogno di qualcuno che tiri le fila”.

Il curriculum di Brivio

Anche se il passaggio in F1 per Brivio sarebbe una sorpresa, va ricordato che ha già lavorato con De Meo. Entrambi erano insieme in MotoGP con la Yamaha. Brivio è stato il direttore del team ufficiale del diapason sponsorizzato dalla Fiat dal 2007 al 2010, quando de Meo era il direttore del marketing per la casa automobilistica italiana. Ha iniziato la sua carriera con la Yamaha nel Campionato Mondiale Superbike nel 1990 ed è entrato in MotoGP nel 2002 con il produttore giapponese, contribuendo alla firma di Valentino Rossi nel 2004 e ponendo fine alla siccità di titoli per il marchio che risale al 1992. È rimasto in Yamaha come team principal fino al 2010, quando l’ha lasciato al fianco di Rossi ed è andato in Ducati per lavorare direttamente con la star italiana. Nel 2013, Brivio ha assunto il ruolo di capo del team Suzuki mentre il marchio preparava il suo ritorno alle corse nel 2015. Dopo aver vinto la prima gara nel 2016, la grande progressione lo ha portato a vincere i campionati a squadre e piloti lo scorso anno con Joan Mir.

Ultime notizie su Formula 1

La Formula Uno (o Formula 1) è la Regina tra le competizioni motoristiche. Nel 2020 piloti e team si contenderanno il 71° campionato piloti ed il 63° campionato costruttori. E'il terzo anno dall'avvento dell [...]

Tutto su Formula 1 →