Mercato auto Europa: agosto 2019 -8,6%

Agosto negativo per il mercato europeo dell’auto rispetto ad agosto 2018, condizionato dal boom pre-WLTP.

Mercato auto Europa

Ad agosto 2019, secondo i dati dall’ACEA (associazione dei costruttori europei), il mercato dell'auto in Europa ha registrato un calo dell'8,6% rispetto allo stesso mese del 2018. Ma il dato, in controtendenza con un mese di luglio tutto sommato positivo (+1,2%), va preso con le molle: il boom dell'agosto 2018 fu pesantemente condizionato dalle immatricolazioni dell'ultima ora dei modelli invenduti da parte dei concessionari, prima dell'entrata in vigore (1 settembre 2018)  delle nuove norme WLTP sulle omologazioni.

Nel dettaglio,  a luglio e agosto 2019 le vendite di autovetture nuove nell’Europa dei 28+EFTA sono state pari rispettivamente a 1.330.226 e 1.074.169 unità, rispetto alle 1.313.967 e 1.174.645 unità dei corrispondenti mesi del 2018. Il calo delle vendite ha colpito 18 dei 30 paesi analizzati: in controtendenza rispetto al trend negativo ci sono Germania, Svezia, Grecia, Cipro e 8 mercati minori dell’Europa Orientale, che rappresentano nel complesso il 35% del mercato totale.

Performance decisamente negative sono state registrate in Francia (-7,5%), Spagna (-20,0%) e Regno Unito (-3,2%), parzialmente controbilanciati dal modesto miglioramento della Germania (+1,9%). L’Italia perde l’1,1% dei volumi rispetto a luglio-agosto 2018, con un calo inferiore rispetto alla media europea e un dato leggermente migliore del totale nei primi 8 mesi del 2019 (-3,0% contro -3,2%). Non si tratta di un dato molto negativo tenendo sempre in considerazione il fattore WLTP dello scorso anno.

Arriviamo ai dati di agosto 2019 delle case costruttrici: la performance peggiore è, purtroppo, di Alfa Romeo con - 60,9%, seguita da Nissan - 47.3% e Renault con - 38,2%. In difficoltà il Gruppo FCA, con Maserati -29,5%, Fiat -26%, Jeep -20%. Perdite più contenute per il Gruppo PSA con Peugeot -2,8%, Citroen - 8,1% ed Opel -6,7%. Negative anche Porsche -17%,  Jaguar-Land Rover -14,3%, Volkswagen -13,7%, Mazda -11,8%, Honda -10,9%, Mitsubishi -9,8%, BMW -5.4%, Audi -8%, KIA -3.4%, Hyundai - 1,8% e SEAT -1%.

Tra i brand in ottima salute ci sono DS con + 26,5%, Lancia con +91,5%, Mercedes con +13,8% e soprattutto smart con uno sbalorditivo +106,3%: è probabile che l'annunciato addio (2020) alla trazione endotermica stia trainando gli acquisti degli ultimi esemplari disponibili. Bene anche Volvo +9,2%, Dacia +7,8%,  Alpine +7,1%, Skoda +5,7%, Ford +2,3% e Toyota +0,1%.

  • shares
  • Mail