Nuova Smart EQ 2020: d'ora in poi solo elettrica

Il restyling della piccola city car debutterà la prossima settimana al Salone di Francoforte 2019 con novità estetiche e tecnologiche


Il restyling della Smart del 2020 passerà alla storia. Perché? non tanto per le novità, più che altro estetiche e tecnologiche, ma per l’abbandono dei motori termici. Sì perché, come era stato promesso, a partire da questa nuova Smart, tutta la gamma sarà proposta unicamente nella versione a zero emissioni. Quest’anno poi, lo ricordiamo, il brand tedesco ha ceduto il 50% del pacchetto azionario al gigante cinese Geely.


Le versioni di Smart rimangono 3: Fortwo Coupé, Fortwo Cabrio e Forfour, la quattro posti. Esteticamente le due carrozzerie vengono ben differenziate, per la prima volta.


La nuova Smart Forfour adotta una linea dinamica che si allarga verso il basso con i fendinebbia integrati (a richiesta), la Fortwo mantiene invece il classico frontale più divertente. Elemento caratterizzante è la grande mascherina frontale, ri-posizionata più in basso, verniciata in tinta carrozzeria e composta essenzialmente da una grande presa d’aria con funzione di raffreddamento della parte inferiore della vettura, dove trova posto la batteria agli ioni di litio. Sia i fari anteriori che quelli posteriori vantano la moderna tecnologia Full Led, con una nuova grafica per i gruppi ottici in coda vicina, a quella della ultime concept car Smart.


Passando agli interni, la nuova Smart 2020 sfoggia una plancia rinnovata con un nuovo vano portaoggetti funzionale, posizionato davanti alla leva del cambio e dotato di coperchio a tendina. Ma il cambio più rilevante riguarda il sistema di Infotainment riprogettato quasi da zero. L’interfaccia è affidata a un nuovo schermo touch da 8 pollici, con grafica tutta nuova e compatibile con Apple CarPlay. Per i clienti che faranno a meno del sistema multimediale, la nuova Smart offrirà comunque un supporto per lo smartphone che si connette all’auto.



Il nuovo infotainment della Smart offrirà inoltre nuove applicazioni per smartphone e smartwatch, oltre a un nuovo sito web. Tramite la app Smart EQ, ad esempio, i proprietari della city car tedesca potranno accedere da remoto a diverse informazioni e funzioni di bordo, dallo stato di ricarica della batteria, all’attivazione e regolazione del sistema di condizionamento, passando per l’apertura dell’auto a distanza.


Per la nuova Smart, poi, il futuro della mobilità elettrica passa inevitabilmente anche per i servizi in linea e non. A partire dalla wallbox domestica, questa offerta di Smart si estende fino alla rete di ricarica pubblica e si completa attraverso il network di ‘ready to park’ e ‘ready to charge’: una rete di autorimesse convenzionate a Napoli, Roma, Firenze, Genova e Milano. Attraverso un’App dedicata è possibile prenotare e pagare il parcheggio e, dove già presenti le colonnine, ricaricare la propria Smart.


Nessuna novità per quanto riguarda la meccanica della nuova Smart EQ. Il motore elettrico sincrono, posizionato al posteriore, sviluppa sempre 60 kW di potenza (82 CV) e 160 Nm di coppia, sufficienti per spingere smart EQ fortwo coupéda 0 100 km/h in 11,6 secondi, che diventano 11,9 secondi per la cabrio e 12,7 per la forfour. Per tutte la velocità massima è di130 km/h. Anche il pacchetto batterie rimane lo stesso, con una capacità di 17,6 kWh e che garantisce alla Smart EQ  un’autonomia di 159 km con una ricarica (ciclo NEDC).


 

  • shares
  • Mail