Auto elettriche, il freddo dimezza l'autonomia: batterie KO

Uno studio condotto da AAA dimostra che l'autonomia reale delle auto elettriche scende drasticamente al calare delle temperature.


auto elettriche autonomia freddo


Vi siete mai chiesti perché la California è la patria delle auto elettriche? Non è solo grazie a Tesla, che proprio a Palo Alto ha la sua sede, non è solo grazie alle tante colonnine di ricarica che abbattono l'ansia da autonomia, non è solo grazie ai generosi incentivi statali alle macchine elettriche che lo Stato della California ha elargito per anni. E' anche perché in California fa caldo.

Sembrerà strano, ma la temperatura media del luogo in cui si vuole guidare un EV è un fattore molto importante e da tenere in considerazione prima di passare all'elettrico: lo dimostra un recente studio di AAA, l'American Automobile Association, secondo cui quando la temperatura esterna tocca i -6 gradi centigradi l'autonomia delle auto elettriche diminuisce del 41%.

Per ottenere queste stime AAA ha testato l'autonomia in diverse condizioni climatiche di 5 auto elettriche di diversi produttori: BMW i3s, Chevrolet Bolt EV, Nissan Leaf, Tesla Model S e Volkswagen e-Golf. Il 41% di calo dell'autonomia è una media tra i cinque modelli, in diversi scenari di test. In alcuni casi specifici il freddo ha addirittura dimezzato i chilometri percorsi.

Alla base di questo crollo dell'autonomia c'è l'impianto di riscaldamento dell'abitacolo: non essendoci un motore termico sotto il cofano a generare calore, l'aria all'interno della macchina elettrica va riscaldata elettricamente con l'energia prelevata dalla batteria. A meno che non riusciate a viaggiare comodi a -6 gradi.

Molto minore, invece, è l'impatto del raffreddamento: quando la temperatura esterna tocca i 35 gradi centigradi e si accende l'aria condizionata, l'autonomia scende del 17%.

Questo perché il freddo non solo costringe il guidatore ad accendere il riscaldamento, ma influisce anche sull'efficienza delle batterie. Per questioni chimiche, infatti, le attuali batterie al litio lavorano bene tra i 20 e i 25 gradi centigradi.

Se la temperatura scende di molto gli accumulatori non riescono ad erogare tutta la potenza disponibile e anche la ricarica è più lenta. Per questo molte auto elettriche moderne sono dotate di un sistema di raffreddamento/riscaldamento a liquido del pacco batterie che, così, riescono a lavorare meglio. Ma per far funzionare tale impianto, ovviamente, serve prelevare energia dalla batteria.

Anche per questo motivo le case automobilistiche che producono automobili elettriche eseguono rigorosi e rigidi test invernali per misurare la risposta dei loro modelli di EV a temperature molto basse e molto alte.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail