Honda, niente più diesel in Europa

La casa giapponese dal 2021 non avrà più versioni a gasolio dei propri modelli commercializzati nel nostro continente. Al loro posto auto ibride e ibride plug-in. Nel 2020 la prima elettrica pura

Niente più diesel in Europa per la Honda. Un altro costruttore quindi abbandona una tecnologia sempre più osteggiata da politica e, a ruota, industria e quindi per forza di cose anche sempre meno scelta dal pubblico, che giustamente non vuole rischiare di spendere grosse cifre per ritrovarsi un veicolo a cui un giorno non lontano verrà proibito circolare. La Honda dal 2021 non venderà più modelli alimentati a gasolio in Europa, nel momento in cui verrà sostituita l'attuale Civic. Lo ha dichiarato a Bloomberg il direttore di Honda UK, Dave Hodgetts. Al loro posto, va da sè, verranno prodotte auto con almeno una versione elettrificata. Quindi soprattutto ibride, ibride plug-in e poi elettriche pure.

 

Honda dice addio al diesel


Le parole di Hodgetts non potrebbero essere più chiare: "Da ora in poi ogni singola variazione di modello non avrà un diesel". L'obiettivo della casa giapponese è noto da tempo, raggiungere entro il 2025 una quota di auto elettrificate pari a due terzi delle proprie vendite in Europa. Nel prossimo marzo vedremo il primo modello a grande diffusione di questa marca privo di una versione diesel, sarà la nuova serie del crossover CR-V. L'obiettivo è vendere la versione ibrida di questa vettura così popolare per almeno la metà degli attuali 60.000 esemplari annuali in Europa.

Per quanto riguarda invece la Civic, la nuova serie avrà sia una versione full hybrid che una ibrida plug-in. Ma quest'ultima non è ancora confermata per tutti i mercati. Molto dipenderà dall'esistenza di agevolazioni normative, come gli incentivi inglesi recentemente aboliti. Infine, la versione di produzione della prima Honda elettrica, la Urban EV il cui concept è stato mostrato nel 2017, arriverà nel 2020.

  • shares
  • Mail