Jeep: la Wrangler indossa la divisa dei Carabinieri

Il fuoristrada, che infoltirà la già numerosa flotta dell’“Arma”, sarà impiegato per controllare le spiagge della Riviera romagnola.

Dopo la Jeep Renegade - impiegata per le strade d’Italia in versione 2 litri diesel 4WD da 120 CV - anche la Wrangler entra nel corpo dei Carabinieri. Il fuoristrada sarà utilizzato per controllare le spiagge della Riviera romagnola, sempre molto affollate durante la stagione estiva. È stato lo stesso Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fca, a consegnare l’auto al comandante generale dei carabinieri Giovanni Nistri.

Questa speciale edizione della Wrangler è equipaggiata con un turbodiesel di 2.8 litri, cambio automatico e quattro ruote motrici. Inoltre, la vettura può contare sul “Mopar One Pack”, pensato appositamente per l’off-road. Il pacchetto comprende i grandi pneumatici da 32 pollici “Performance Gladiator”, l’assetto rialzato di 7 centimetri, i paraspruzzi anteriori e posteriori, i parafanghi laterali e la barra stabilizzatrice (necessaria per ridurre il rollio quando il fondo stradale è impervio). Non mancano le sirene e i lampeggianti, oltre a porta mitra, porta palette e radio.

Durante la cerimonia, tenutasi a Roma, il manager del gruppo italoamericano ha dichiarato: “Quello che si celebra oggi con la consegna della Wrangler è l’ennesima conferma di un sodalizio di lungo corso tra il nostro gruppo e i carabinieri. La stessa Fiat è stata fondata da un ufficiale di Cavalleria e anche io sono molto legato alla divisa: mio padre era un maresciallo dei carabinieri”.

Insieme alla Jeep Wrangler erano esposte anche la sopracitata Renegade, l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio – impiegata per il trasporto di organi e per i servizi di scorta - la Giulietta, ma anche veicoli della gamma Fiat: Tipo 5 porte, Panda 4x4, Doblò e Ducato.

  • shares
  • Mail