Green Mobility Project: Citroen porta 100 C-Zero per la Cola Cola

Un progetto eco-sostenibile tra la casa francese e la Sibeg, azienda imbottigliatrice ufficiale della Coca Cola Company. Siamo andati a Catania per vedere di cosa si tratta


Che il mondo della mobilità su quattro ruote si sia interrogato negli ultimi anni, decenni, sulla propria sostenibilità, è oramai un dato acclarato. L'eco sostenibilità non è più una chimera ma anzi, è un qualcosa di assodato, un diktat che ogni casa ha inizialmente inserito nella propria lista delle priorità, e successivamente considerato come modello fondamentale sostenibile per il futuro del settore automotive. D'altro canto, non potrebbe essere altrimenti. Ed in questa continua ricerca tecnologica, molte case si sono rivaleggiate, portando la "sfida" di un modello sostenibile ad una crescita continua e sempre più veloce.

Modelli, di nicchia invero, ma che se accompagnati da un sostegno, da un'idea virtuosa alla base, in grado di arrivare al grande pubblico, agli utenti finali, in maniera sempre più conclamata. Non a caso, la sensibilizzazione attraverso lo strumento della comunicazione, risulta essere uno dei viatici fondamentali per poter iniziare ad instillare sempre più una coscienza ed una conoscenza del settore ibrido ed elttrico, di una guida eco-compatibile.

Ecco perchè Citroen Italia, con la sua C-Zero, ha promosso una sinergia fondamentale con Sibeg, azienda imbottigliatrice ufficiale di Coca-Cola Company. Un'operazione di marketing? Si, ma non del tutto. O meglio, un'operazione virtuosa per mostrare al mondo come determinate idee non sono sufficienti se si vuole evolvere, ma serve dare il classico buon esempio, tracciare la strada

Catania: tra Citroen Italia e Sibeg è nata una collaborazione, un progetto di riconversione del parco auto con 100 Citroen C-Zero, 100% elettriche. Ecco l'esempio, la via solcata con quella che sarà la più grande flotta elettrica d'italia. Il progetto si chiama Green Mobility Project, fulgida dimostrazione di come sia possibile sviluppare la mobilità elettrica quando vi è sinergia tra tutti gli attori messi in campo: aziende virtuose, case auto, utility di energia elettrica ed enti pubblici.

Una vera e propria operazione pilota per il sistema Coca-Cola che quindi consentirà di ridurre in un anno 330 tonnellate di emissioni di Co2, pari alla quantità assoribita da 24.750 alberi. Una joint-venture che vede quindi Citroen collaborare con Sibeg, ma anche con Enel Energia in una partnership che porterà alla creazione di 50 colonnine di ricarica (in grado di fare un pieno in 4,5 ore), dislocate su tutta l'isola. L'investimento prevede anche il posizionamento di 7 punti di ricarica veloce, che consentiranno di fare il pieno in 25 minuti.

Un'operazione, annunciata dall'amministratore delegato dell'azienda siciliana Luca Busi, sostenuta con un investimento di 2,4 milioni di euro per il primo triennio.

"Molte aziende hanno vetture elettriche, questo è indubbio. E' un qualcosa di assodato oramai. Ma questo progetto è speciale, perchè avvicina l'elettrico ai cittadini" ha riferito Angelo Simone, direttore di casa Citroen, che ha poi aggiunto "Il progetto, nato più di un anno fa, ha avuto una genesi particolare. Perchè ci piace? Perchè Citroen ha la sostenibilità tra i propri obiettivi. La sostenibilità ed il benessere e questo progetto ha una visione avanzata. Mi fa estremamente piacere che questo avvenga in Sicilia, prima regione in Italia ad avere un progetto del genere"

La vettura, la protagonista è, come detto, la Citroen C-Zero, che provammo durante il suo lancio a Malmo, in Svezia. Piccola nelle dimensioni - poco più lungo di una C1, 5 cm per l'esattezza con i suo 348cm - si caratterizza per uno stile sobrio ma al contempo giovanile, con una vista davanti davvero eccellente. Anche in quest'occasione abbiamo potuto saggiarla per un breve tragitto dimostrativo all'interno della fabbrica.

Una vettura che colpisce per il tiro tra i 30 ed i 60 km/h, e che quando si abbandona l'acceleratore, la ricarica è garantita dall'energia cinetica rilasciata. Una sensazione simile a quella di un freno motore in prima o seconda marcia. La testimonianza della ricarica la si nota sulla lancetta che troviamo su "Charge" durante il rilascio e la frenata. Una vettura elettrica che può contare su 64 cavalli di potenza massima e 180 Nm di coppia da 0 a 2000 giri.

Una vettura in piena regola quindi, che può raggiungere senza problemi i 130 km/h. Da domani, tutto questo sarà provato dai sales executive. 100 auto verdi in questa partnership tra Citroen e Sibeg.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: