Seat Ibiza 2015: primo contatto su strada

Seat Ibiza – Tre varianti carrozzeria si abbinano a cinque motorizzazioni, sette allestimenti ed a moltissime possibilità di personalizzazione: la nuova compatta spagnola è la più completa di sempre. La rinnovata Seat Ibiza ha infatti confermato le caratteristiche del modello uscente, introducendo però alcune interessanti novità. Si parte dall’infotainment Seat Full Link per arrivare a nuove motorizzazioni tre cilindri passando da uno sterzo inedito: soluzioni che hanno migliorato la segmento B rendendola più completa ed interessante.

Seat Ibiza: come va

Voto 7 prima impressione
Mettendosi al volante della nuova Seat Ibiza ci si accorge subito che la sostanza è la stessa di sempre. Si tratta infatti di un’auto solida, ben strutturata e con una buona qualità complessiva. I sedili non sono comodissimi ma contengono bene il corpo e la posizione di guida è ben regolabile anche se si potrebbe fare di meglio. Buone anche le regolazioni del volante che nasconde la prima novità della Seat Ibiza 2015: lo sterzo. Di certo in città il nuovo sterzo rende le manovre agili e semplici, con la compatta che si dimostra facile da guidare grazie anche alle dimensioni esterne contenute. Lo sterzo è infatti leggero e morbido da utilizzare. Questo penalizza però la guida a velocità medio alte: l’auto comunica poco, lo sterzo diventa inconsistente ed in alcuni casi forse troppo morbido, avremmo preferito una taratura meno cittadina.

Fatta questa eccezione la nuova Seat Ibiza si dimostra un’ottima compagna di viaggio. Comoda e silenziosa, ha un assetto ben regolato che non presenta particolari effetti di rollio pur non rivelandosi eccessivamente rigido. Anche in autostrada le versioni a benzina sono molto silenziose, soprattutto il nuovo 3 cilindri 1.0 che vibra poco e non da fastidio in termini sonori agli occupanti. Proprio questa nuova unità si dimostra molto interessante per quanto riguarda le prestazioni.

La nuova Seat Ibiza 1.0 TSI convince in ripresa ed in accelerazione, dimostrandosi pronta e scattante a qualsiasi andatura. Per trovare qualche vuoto d’erogazione bisogna scendere al di sotto dei 1.500 giri ma ciò risulta davvero difficile se si usa a dovere il cambio. Elastico e dall’erogazione molto fluida, il tre cilindri benzina rappresenta una delle opzioni più interessanti dell’intera gamma. Questo anche per merito di un cambio ben rapportato abbinato ad una frizione facilissima da usare ma poco comunicativa: bisogna farci l’abitudine.

Seat Ibiza: com’è

Le dimensioni compatte nel caso della Seat Ibiza fanno rima con buona abitabilità interna. Seat è infatti riuscita a ricavare un abitacolo comodo e spazioso, soprattutto in altezza. Le gambe dei passeggeri posteriori patiscono però i soli 4 metri e 61 millimetri di lunghezza ma, scegliendo la versione familiare ST da 4 metri e 236 millimetri, si viaggia un po’ più comodi. Quello che di certo non manca per il segmento è il bagagliaio. La nuova Seat Ibiza dispone di una volumetria di 292 litri in un vano bagagli molto ben sfruttabile e di facile accesso: ancor meglio la Seat Ibiza ST che propone un bagagliaio da ben 430 litri, molto profondo e spazioso.

L’interno dell’abitacolo è uno dei particolari su cui Seat ha deciso di puntare maggiormente con la nuova Ibiza. Tra le novità più importanti vi è infatti il sistema Seat Full Link, un impianto di infotainment che permette di utilizzare le tecnologie MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto per connettere il proprio smartphone alla vettura, potendolo poi utilizzare direttamente dal touch screen capacitivo da 6.5 pollici al centro della plancia. Nuove finiture consentono poi di personalizzare a piacimento gli interni con colorazioni inedite e componenti dal design aggiornato. I materiali sono di buona qualità, così come l’assemblaggio e nel complesso la Seat Ibiza si rivela ulteriormente migliorata rispetto alla versione uscente.

Oltre ad apprezzare i ritocchi estetici degli esterni, i nuovi sistemi di sicurezza e la qualità di sempre, i clienti Seat potranno ora scegliere tra una gamma di motorizzazioni rinnovata. Tutti i motori sono Euro6, con Seat che ha confermato alcuni dei cavalli di battaglia dell’attuale segmento B del Gruppo Volkswagen, come il tre cilindri 1.4 TDI nelle versioni da 75 e 105 cavalli, introducendo anche un nuovo 1.0 TSI da 95 cavalli. Al momento del lancio saranno infatti disponibili cinque diverse motorizzazioni, tre a benzina e due a gasolio. I due 1.4 TDI saranno proposti nelle sopracitate versioni da 75 o 105 cavalli mentre la gamma comprenderà un benzina 1.0 aspirato da 75 cavalli, un 1.0 TSI da 95 cavalli ed un 1.2 TSI da 110 cavalli.

La nuova gamma motori si rivela anche più efficiente: la Seat Ibiza 1.0 TSI da 95 cavalli riesce infatti a percorrere fino a 100 chilometri con 4.2 litri di benzina mentre il tre cilindri a gasolio 1.4 TDI da 75 cavalli riesce a consumare solo 3.8 litri ogni 100 chilometri stando ai dati dichiarati dalla casa iberica. La gamma si rivela quindi piuttosto efficiente, con la nuova Seat Ibiza che propone contenuti interessanti ed un’ottima qualità costruttiva con un listino prezzi che parte da 11.820 euro. Piccoli ritocchi hanno migliorato un’auto già valida e interessante rendendola ancor più completa ed appetibile per un pubblico sempre più difficile ed alla ricerca del miglior compromesso.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: