Il carburante dei jet ora alimenta anche le automobili

Nissan Patrol Jet Petroleum

Il carburante riservato ai jet serve ora ad alimentare anche le automobili. Succede a Dubai, dove il locale corpo di polizia ha rintracciato una Nissan Patrol equipaggiata con un sofisticato sistema per accrescere le prestazioni fornite dal motore di serie. La vicenda è raccontata dal sito Emirates 24/7 ed accresce la casistica di automobili divertenti (chiamiamole così…) presenti nell’emirato, dove le classiche Bugatti, Ferrari e McLaren sembrano non soddisfare più gli appetiti degli appassionati.

Nei giorni scorsi una pattuglia della Dubai Police ha ingaggiato un inseguimento con una Patrol ben più rumorosa del lecito. Il pedinamento si è concluso a favore della Nissan, che è stata poi parcheggiata all’interno di un garage privato. Le successive indagini hanno portato ad individuare il proprietario, che al momento di fornire spiegazioni si è sciolto come neve al sole. L’anonimo automobilista ha ammesso di aver speso l’equivalente di 45.000 euro per installare “un computer di gestione, un secondo motore ed un serbatoio extra, il tutto per aumentare le prestazioni finali dell’auto”.

Secondo Mohammed Al Zafin, responsabile della Dubai Traffic Police ed autore della dichiarazione, l’auto raggiunge una velocità massima di ben 350 km/h! La conversione è stata effettuata da un’officina presente a Dubai, che ha installato nel cofano del Patrol un apposito motore alimentato da carburante per jet. L’automobile è stata ovviamente confiscata ed il suo anonimo proprietario segnalato alle autorità giudiziarie.

Nissan Patrol Jet Petroleum
Nissan Patrol Jet Petroleum
Nissan Patrol Jet Petroleum
Nissan Patrol Jet Petroleum

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: