BMW e Hyundai: nuova alleanza tecnologica

Bmw Vision ConnectedDrive

BMW e Hyundai hanno deciso di allearsi per condividere nuove tecnologie di connettività. I due importanti marchi collaboreranno con altre aziende del settore elettronico per creare uno standard di comunicazione Ethernet Based per il mondo automotive. La casa coreana è probabilmente quella che ne trarrà più vantaggio potendo offrire ai suoi clienti nuovi sistemi di infotainment sviluppati con le migliori tecnologie delle aziende che fanno parte del consorzio. BMW può invece ridurre i costi di produzione dei propri impianti di cablaggio ed offrire tecnologie più veloci all'interno delle proprie vetture. Le auto bavaresi offrono già da anni le più evolute tecnologie per l'intrattenimento a bordo come, ad esempio, il ConnectedDrive con connessione internet per visualizzare notizie, email e molto altro, oppure le svariate applicazioni per l'intrattenimento dei passeggeri, ma potranno beneficiare delle nuove tecnologie per migliorare ulteriormente l'offerta.

Oltre a BMW e Hyundai anche Broadcom, NXP, Freescale ed Harman fanno parte dell'OPEN Allinance, acronimo di One Pair Ether-Net. La nuova allenanza tecnologica si concentra sullo sviluppo di nuovi sistemi di connessione per il mondo dell'auto, riducendo così i costi di progettazione e realizzazione del cablaggio interno. Il punto di partenza è la tecnologia BroadR-Reach di Broadcom che consente di trasferire tutti i dati necessari tramite un singolo cavo non schermato, vantaggioso, oltre che dal punto di vista economico, anche per quanto riguarda la riduzione del peso. Inizialmente le aziende dell'OPEN Alliance si concentreranno nel trovare uno standard di interoperabilità comune, per poi passare ad una fase di testing e lanciare le nuove tecnologie sul mercato. L'obiettivo è di ampliare il consorzio con l'adesione di altri marchi automobilistici, aumentando così la diffusione dello standard Ethernet a 100Mbps nelle auto.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: