MINI: da luglio le One First e Cooper SD

Saranno ordinabili da luglio le MINI One First e Cooper SD. La prima monta il nuovo tre cilindri da 1.2 litri e 75 CV, mentre la seconda è la MINI a gasolio più potente di sempre (170 CV).

MINI Cooper SD

I due antipodi della famiglia MINI sono ora occupati dalle nuove varianti One First e Cooper SD, ordinabili da luglio 2014 ed entrambe – come precisa il marchio inglese nella nota stampa – di recentissimo sviluppo. La MINI One First adotta un’evoluzione del nuovo tre cilindri a benzina, con tecnologia TwinPower Turbo ed iniezione diretta, accreditato di 75 CV. La cilindrata scende però ad 1.2 litri, di 300cc inferiore rispetto all’unità presente sotto il cofano della Cooper o della BMW 218i Active Tourer.

LA MINI ARRIVA ANCHE CON CARROZZERIA 5 PORTE

Sviluppa inoltre 150 Nm (da 1.400 giri/minuto) ed assicura un’accelerazione sullo 0-100 km/h in 12.8 secondi, mentre il consumo e le emissioni inquinanti variano in misura minima a seconda della taglia dei pneumatici: si passa così da 5.0 a 5.2 l/100 km e da 117 a 122 g/km di CO2. Il tre cilindri adotta inoltre la tecnologia doppio VANOS, ovvero il controllo variabile dell’albero a camme sui lati aspirazione e scarico. Allo stesso tempo viene introdotta la MINI Cooper D.

LA NOSTRA PROVA SU STRADA DELLA 3 PORTE

Il quattro cilindri 2.0 raggiunge i 170 CV e sviluppa 360 Nm a partire da 1.500 giri/minuto, valori che si traducono nei 7.3 secondi per coprire il passaggio 0-100 km/h (7.2 secondi con la trasmissione automatica Steptronic) ed in consumi variabili anche in quest’occasione a seconda del tipo di pneumatici: si oscilla così fra i 4.0 ed i 4.1 l/100 km, mentre le emissioni si attestano fra i 104 ed i 108 g/km. Il 2 litri monta la turbina a geometria varabile e prevede un impianto di iniezione del tipo common rail, con iniettori a magnete e sviluppato per lavorare alla pressione di 2.000 bar.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: