Volkswagen Polo restyling

Il restyling di cui beneficia la Volkswagen Polo si riflette tanto nell'estetica quanto soprattutto nei contenuti, sia tecnici (nuovi motori) che tecnologici: debuttano fanali a LED, inediti sistemi di sicurezza ed un più ricco sistema multimediale.

Volkswagen Polo restyling

La Volkswagen Polo entra nel suo quinto anno di carriera e beneficia per l’occasione di un robusto aggiornamento, i cui risvolti sono evidenti al momento di scorrere la gamma motori: sono ora disponibili ben dieci livelli di potenza. A Wolfsburg non hanno comunque sottovalutato il valore dell’estetica. Gli stilisti si sono quindi dedicati ai paraurti, alla mascherina ed alle prese d’aria, rese conformi a quanto propongono i modelli di più recente introduzione (Golf su tutti). I fanali adottano ora la tecnologia full-LED (optional), mentre nell’abitacolo debutta un nuovo modulo radio/navigatore: è prevista la connettività Bluetooth per la trasmissione audio, lo schermo è del tipo multitouch ed in opzione viene proposto un impianto audio DAB. Il sistema MirrorLink consente poi di interagire con alcune applicazioni.

In fase d’acquisto sarà possibile selezionare cinque opzioni: dal basico Composition Touch (con schermo monocromatico da 5 pollici, lettore SD e porta AUX-IN) fino al più ricco Discover Media, che prevede uno schermo tattile a colori da 6.5 pollici, la connettività Bluetooth, il sensore di prossimità ed il sistema di navigazione. Viene inoltre aggiornata la plancetta del climatizzatore. La Volkswagen Polo misura 3.972 mm in lunghezza (+2 mm rispetto alla generazione uscente), 1.682 mm in larghezza ed 1.453 mm in altezza. Gli stilisti hanno poi aggiornato l’intera gamma dei cerchi in lega – dal diametro compreso fra 15 e 18 pollici – ed aggiunto otto vernici alla già ricca tavolozza colori. L'utilitaria adotta poi un nuovo servosterzo di tipo elettro-meccanico ed ammortizzatori ad regolazione elettronica, parte del sistema opzionale Sport Select.

L’acquirente può in tal modo selezionare la risposta delle sospensioni – più o meno incisiva – premendo il pulsante Sport. Vengono poi introdotti i sistemi di sicurezza ed assistenza alla guida Adaptive Cruise Control (ACC), City Emergency Braking, Front Assist, Automatic Post-Collision Braking System e Driver Alert System. La gamma motori è composta dal 1.2 ( 60 CV e 75 CV), dal 1.2 TSI (90 CV e 110 CV) e da. 1.4 TSI, la cui potenza aumenta a 150 CV (+10 CV) quando riservato alla BlueGT – con sistema per la disattivazione dei cilindri a carico parziale – ed a 192 CV (+12 CV) quando riservato alla sportiva GTI. Dal terzo trimestre del 2013 verrà poi introdotto l’inedito tre cilindri 1.0 TSI BlueMotion, accreditato di 90 CV e per cui viene dichiarato un consumo medio di 4.1 l/100 km (94 g/km di CO2).

Il 1.4 TDI sostituisce tanto il 1.2 TDI quanto il 1.6 TDI. È configurato nelle varianti da 75 CV, 90 CV e 105 CV, quest’ultima non prevista al momento del lancio. La Volkswagen Polo TDI BlueMotion sviluppa 75 CV e consuma appena 3.2 litri ogni 100 chilometri (-0.2 rispetto alla BlueMotion che sostituisce), per emissioni inquinanti limitate ad appena 82 grammi di CO2 al chilometro. Sarò presente al salone di Ginevra (4-16 marzo).

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: