Suzuki Kizashi: un manager Suzuki la definisce 'sfortunata'

Appena 5.000 automobilisti australiani hanno acquistato la Suzuki Kisashi dal 2010 al 2013. Quanto basta per considerarla un'automobile sfortunata.


Suzuki Kizashi

Il responsabile Suzuki per il mercato australiano ha definito la Kizashi una vettura ‘sfortunata’, lasciando intendere che una seconda generazione non è al momento prevista. “Abbiamo avuto numerose discussioni sul tema ‘come gestire la Kizashi’ – ha spiegato Masaaki Kato, managing director per il mercato aussie –. Nel 2009, parlando in maniera franca, non avremmo dovuto lanciarla. Però, sai… avevamo investito molti soldi e dopo lunghe discussioni eravamo tutti concordi nel renderla disponibile. Ad oggi però è il mio mal di testa”. Il manager rivela poi che l’azienda giapponese pensò anche ad una Kizashi con motore V6, ad una con motore ad alte prestazioni e ad una station wagon, prima che tutti i piani fossero cancellati.

Le dichiarazioni sono raccolte dal sito Drive e raccontano di una vettura incapace di conquistare gli automobilisti australiani, tanto da essere venduta in appena 5.000 esemplari dal 2010. Lo stesso Kato avrebbe poi ammesso che una Suzuki Kizashi di seconda generazione richiederebbe investimenti troppo sostanziosi perché sia deliberata. La tre volumi è stata lanciata nel 2009 e misura 4.65 metri in lunghezza, 1.82 metri in larghezza ed 1.48 metri in altezza. Nel paese dei canguri è disponibile con motore benzina da 2.4 litri e trasmissione automatica

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: