Home » Notizie » Volvo: mai più incidenti mortali dal 2020

Volvo: mai più incidenti mortali dal 2020

A partire dal 2020, le auto prodotte da Volvo avranno un tale livello di sicurezza da rendere un ricordo gli incidenti mortali e quelli con conseguenze gravi sull’organismo, almeno per quanto riguarda gli occupanti dell’abitacolo.L’annuncio rientra in un piano della casa per confermarsi ai vertici sotto questo importante punto di vista e prelude ad una

A partire dal 2020, le auto prodotte da Volvo avranno un tale livello di sicurezza da rendere un ricordo gli incidenti mortali e quelli con conseguenze gravi sull’organismo, almeno per quanto riguarda gli occupanti dell’abitacolo.

L’annuncio rientra in un piano della casa per confermarsi ai vertici sotto questo importante punto di vista e prelude ad una serie di rilevanti miglioramenti, sia dal punto di vista della sicurezza passiva che da quello della sicurezza attiva. Questi ultimi, per cominciare, proseguiranno il cammino intrapreso con il Pedestrian Detection della S60, che verrà adattato per prevenire anche l’investimento di animali.

Un’ulteriore novità sarà rappresentata da un dispositivo in grado di sfruttare la tecnologia GPS per vedere cosa accade dietro le curve cieche, aiutando a prevenire situazioni di pericolo grazie ad avvisi per chi è al volante. Di fronte a queste prospettive, Peter Janevik, safety manager Volvo, ha sentito il bisogno di sottolineare che “tutte queste novità tecnologiche non toglieranno il controllo della vettura alla responsabilità ultima dell’essere umano”.

Nuova Volvo S60 - immagini ufficiali in alta risoluzione
Nuova Volvo S60 - immagini ufficiali in alta risoluzione
Nuova Volvo S60 - immagini ufficiali in alta risoluzione
Nuova Volvo S60 - immagini ufficiali in alta risoluzione

“Questi sistemi ci aiuteranno solo in caso di bisogno e non interverranno mai contro il desiderio di chi guida”, ha dichiarato Janevik. Ma non è del tutto vero, almeno per quanto riguarda il lungo termine: la casa svedese sta infatti lavorando ad una futuristica tecnologia chiamata provvisoriamente “road train”.

Questa sarebbe in grado di “agganciare” via radar l’auto a quella che precede, permettendo a chi guida (per modo di dire…) di lavorare o addirittura dormire affidandosi a questa sorta di pilota automatico. I primi test su strada, a partire dagli odierni dispositivi di cruise control adattativo, saranno condotti già entro la fine del 2010…

Via | AutoExpress

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →