Nissan Leaf: 52 esemplari per l’Arma dei Carabinieri

Vetture elettriche firmate Nissan nell’autoparco dei Carabinieri, per le missioni di tutela ambientale.

La flotta dei veicoli a disposizione dell’Arma dei Carabinieri si arricchisce di 52 Nissan Leaf. La Benemerita utilizzerà queste auto 100% elettriche per l’esercizio di missioni perfettamente intonate al loro spirito green. L’impiego andrà infatti a soddisfare le esigenze dei reparti preposti alla tutela dei Parchi Nazionali e della Biodiversità nelle Riserve Naturali Statali.

Per una simile destinazione, la scelta di modelli ecologici è una prova di coerenza, che sposa il piano di sostenibilità e decarbonizzazione nazionale del Ministero dell’Ambiente. Ecco spiegato il patrocinio di quest’ultimo al progetto.

I militari dell’Arma potranno giovarsi delle doti dell’auto elettrica giapponese, che ha riscosso un grande successo commerciale in tutto il mondo, concorrendo alla riduzione della CO2 immessa nell’atmosfera. La Nissan Leaf è dotata di sistemi avanzati di assistenza alla guida di serie (e-Pedal, ProPILOT e ProPILOT Park) e dell’abilitazione al Vehicle-to-Grid, la tecnologia che permette di immagazzinare energia e di effettuare lo scambio binario con la rete di energia. Di lei i Carabinieri sapranno fare il miglior uso.

Con queste parole Marco Toro, Presidente e Amministratore Delegato di Nissan Italia, commenta l’arrivo delle Nissan LEAF in divisa: “Sono orgoglioso che la nostra icona della mobilità sostenibile sia a supporto dell’Arma dei Carabinieri e che affianchi lo svolgimento delle loro attività in aree di grande valore naturalistico. È la vettura ideale per gli spostamenti urbani ed extraurbani, in virtù della sua capacità di percorrere fino a 400 km con una singola ricarica, offre brillanti prestazioni di guida e comfort a zero emissioni”.

I Video di Autoblog