Diesel Euro 4, blocchi alla circolazione: ecco dove sono

L’emergenza sanitaria ha determinato uno slittamento della data di applicazione allo stop per le auto a gasolio relativamente datate. Calendario e provvedimenti in vigore regione per regione.

A causa dell’emergenza da Covid, alcune ordinanze regionali relative al blocco alla circolazione delle auto a gasolio che appartengono alle precedenti classi di inquinamento sono state posticipate. Più che una completa libertà di movimento, si tratta di un differimento dell’obbligo a lasciare la propria vettura diesel Euro 4 a casa. Una decisione anticipata un primo momento all’inizio dello scorso agosto fra gli amministratori delle quattro regioni che aderiscono al Bacino Padano (ovvero Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto) e confermata a metà settembre 2020. In tempo utile, cioè, per far slittare lo stop ai diesel Euro 4 dal 1 ottobre 2020 al 1 gennaio 2021. Tre mesi pieni per continuare a circolare in deroga.

Di seguito il dettaglio dei provvedimenti d’emergenza adottati dai rappresentanti regionali.

Lombardia: calendario di stop ai diesel Euro 4

Il “fermo” delle vetture a gasolio di produzione relativamente recente (fino a tutto il 2008) scatterà l’11 gennaio 2021 e resterà in vigore fino al 31 marzo successivo. Da quella data, non si potrà circolare dal lunedì al venerdì e dalle 7,30 alle 19,30 nei territori comunali di tutte le località fino a 30.000 abitanti. Ricordiamo che questa misura vale soltanto per i diesel Euro 4: i veicoli a gasolio più anziani, e le auto a benzina Euro 1 sono sottoposti allo stop di dodici ore al giorno per tutto l’anno.

MoVe-In: dimmi che auto hai e ti dico quanto e come puoi circolare

Per tutti i proprietari di automezzi più datati esiste una particolare deriva che consente loro di poter utilizzare la propria vettura – fatti salvi i casi di attivazione dei provvedimenti temporanei che vengono applicati nelle giornate di perdurante accumulo delle polveri sottili – dietro monitoraggio degli spostamenti, per mezzo di un sistema di conteggio satellitare (con “scatola nera”) dei km percorsi in qualsiasi fascia oraria ed all’interno di un limite massimo di km annui stabiliti in funzione della tipologia del veicolo e della sua classe ambientale di omologazione. È il servizio MoVe-In (Monitoraggio Veicoli Inquinanti) che si articola come segue:

  • Autovetture a benzina Euro 0: misura applicata nei Comuni di Fascia 1 e Fascia 2 (questi ultimi sono Varese, Lecco, Vigevano, Abbiategrasso e S. Giuliano Milanese), non più di 1.000 km all’anno
  • Autovetture a gasolio Euro 0: si applica nei Comuni di Area 1 e Area 2, non più di 1.0’00 km all’anno
  • Autovetture benzina Euro 1: si applica nei territori comunali di Area 1 e Area 2, non più di 2.000 km all’anno; adesioni a partire dal 1 dicembre 2020 (tutte le informazioni sono consultabili nel portale online www. Movein.regione.lombardia.it)
  • Autovetture a gasolio Euro 1: si applica nei territori comunali di Area 1 e Area 2, non più di 2.000 km all’anno
  • Autovetture a gasolio Euro 2: applicato nei Comuni di Area 1 e Area 2, non più di 4.000 km all’anno
  • Autovetture a gasolio Euro 3: si applica nei territori comunali di Area 1, non più di 7.000 km all’anno
  • Autovetture a gasolio Euro 4: tale misura si applica nei Comuni di Area 1, non più di 10.000 km all’anno; dal 1 ottobre al 31 marzo l’automobilista è tenuto a rispettare il limite massimo del 50% dei chilometri assegnati annualmente.

Piemonte: come e dove gli stop ai diesel

Nella regione subalpina, il blocco alla circolazione degli autoveicoli diesel Euro 4 scatterà il 1 gennaio 2021, e resterà in vigore fino al successivo 31 marzo, con prescrizione di rispettare il divieto dalle 8,30 alle 18,30.

La misura si applica a: Torino, Beinasco, Borgaro Torinese, Cambiano, Carmagnola, Caselle Torinese, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, La Loggia, Leinì, Mappano, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pianezza, Rivalta di Torino, Rivoli, San Mauro Torinese, Santena, Settimo Torinese, Trofarello, Venaria Reale, Vinovo, Volpiano.

Restano fermi dal 1 ottobre i veicoli che appartengono alle classi di inquinamento superiori – diesel, benzina, metano e GPL Euro 0; diesel Euro 1; Diesel Euro 2, ciclomotori e motocicli Euro 0). Gli autoveicoli di classe Euro 3 utilizzati per il trasporto di merci restano fermi, soltanto nel periodo invernale, dalle 8 alle 19.

Emilia Romagna: tutti i divieti

Il “fermo” alla circolazione dei veicoli diesel fino alla categoria Euro 4 compresa, benzina fino ad Euro 2 compresa, benzina-metano e benzina-GPL fino ad Euro 1 e ciclomotori e motocicli fino ad Euro 1 inizierà l’11 gennaio 2021 e dovrà essere rispettato fino al 31 marzo successivo.

Di seguito le località interessate dal provvedimento.

  • Provincia di Bologna: Bologna capoluogo, Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Imola, Ozzano dell’Emilia, San Lazzaro di Savena, Zola Predosa
  • Provincia di Ferrara: Ferrara capoluogo, Cento
  • Provincia di Forlì-Cesena: Cesena capoluogo, Forlì capoluogo
  • Provincia di Modena: Modena capoluogo, Carpi, Castelfranco Emilia, Fiorano Modenese, Formigine, Maranello, Sassuolo
  • Provincia di Parma: Parma capoluogo
  • Provincia di Piacenza: Piacenza capoluogo
  • Provincia di Ravenna: Ravenna capoluogo, Faenza
  • Provincia di Reggio Emilia: Reggio Emilia capoluogo, Rubiera.

Il 1 ottobre 2020 è scattato lo stop alla circolazione dei veicoli benzina Euro 0 ed Euro 1, diesel fino ad Euro 3 compreso, ciclomotori e motocicli Euro 0: tale divieto resterà in vigore fino al 10 gennaio 2021, e si applica dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e nelle domeniche ecologiche (due ogni mese, stabilite dalle ordinanze comunali).

Nel caso in cui i limiti di PM10 vengano superati per tre giorni consecutivi, le amministrazioni comunali delle provincie che aderiscono al “Piano Aria” applicheranno da subito lo stop ai diesel Euro 4, estendibile ai diesel Euro 5 dall’11 gennaio 2021.

Veneto: si chiedono ulteriori proroghe

Lo slittamento allo stop alla circolazione per i veicoli diesel Euro 4 aderisce alle indicazioni del “Piano Aria” concordato nel 2017 dalle regioni del Bacino Padano. Entrerà perciò in vigore il 1 gennaio 2021. Nelle delicate settimane di recrudescenza dell’emergenza sanitaria, tuttavia, alcune amministrazioni comunali hanno chiesto ai rappresentanti regionali all’Ambiente di sollecitare il Governo in merito ad un eventuale spostamento della data di entrata in vigore del provvedimento. Vengono indicate motivazioni legate a difficoltà di spostamento delle persone a causa della pandemia da Covid, la capienza limitata dei mezzi di trasporto pubblici per garantire il rispetto delle misure sanitarie ed il distanziamento e per evitare assembramenti alle fermate. A breve si saprà se tali richieste saranno recepite.

Lazio: la mappa dei divieti nella Capitale

A Roma si confermano i provvedimenti anti-inquinamento che interessano le autovetture diesel Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 – divieto di circolazione, dal lunedì al venerdì, all’interno della ZTL Fascia Verde) e che, qualora si superino i limiti di PM10, si estendono al sabato e nei giorni festivi dalle 7,30 alle 20,30. Dopo l’ottavo giorno consecutivo di sforamento, si potrebbe anche arrivare al divieto di circolazione, nella ZTL Fascia Verde, delle auto diesel Euro 6, come avvenuto a gennaio 2020.

Le vetture diesel Euro 3 sono tenute al rispetto del divieto di circolazione, all’interno della zona dell’Anello Ferroviario, dal lunedì al venerdì. I diesel Euro 4, Euro 5 ed Euro 6 possono circolare, sempre in funzione dei valori di polveri sottili rivelati dalle centraline: in caso di superamento della soglia massima – PM10: 50 microgrammi per metro cubo sui livelli medi giornalieri non più di 35 volte per anno civile –, il Comune può decidere per il “fermo”, a partire dagli accessi alla ZTL Fascia Verde, tutti i giorni dalle 7,30 alle 10,30 e dalle 16,30 alle 20,30.

Le domeniche ecologiche sono già iniziate

All’interno della medesima Fascia Verde si applicano i divieti alla circolazione dei veicoli a motore in occasione delle Domeniche ecologiche (con orari dalle 7,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 20,30). La prima si è svolta domenica 15 novembre 2020. Di seguito quelle successive.

  • Domenica 24 gennaio 2021
  • Domenica 14 febbraio 2021
  • Domenica 14 marzo 2021.

I Video di Autoblog