F1: Aston Martin dal 2021 fornirà anche la safety car

Aston Martin entra di prepotenza nel mondo della F1, dopo la scuderia la Casa britannica fornirà anche la Safety Car in alcune piste, alternandosi con Mercedes-Benz

Aston Martin fa sul serio. Dopo il suo ingresso nel mondo della Formula 1 come scuderia - a partire dal 2021-, rilevando il ruolo ricoperto dalla Racing Point, la Casa automobilistica inglese (secondo indiscrezioni solide) sarebbe pronta a svolgere anche un altro ruolo, quello di Safety Car. Sempre a partire dalla prossima stagione, le vetture di Aston Martin saranno impiegate come auto di assistenza su alcuni circuiti, alternandosi a quelle che da 24 anni svolgono questo ruolo in esclusiva, le Mercedes-Benz. Quindi, le vetture di Stoccarda si alterneranno a quelle di Aston Martin nella funzione di Safety Car, su alcune piste del calendario 2021.

Il ruolo di Lawrence Stroll


Questa scelta non è casuale, perché l'accordo che sta alla base del nuovo ruolo per il brand britannico è una conseguenza della recente partecipazione di Mercedes-Benz in Aston Martin, salita al 20%. Il coinvolgimento di Mercedes-Benz in Aston Martin consentirà alla Casa inglese di poter usufruire di numerose tecnologie derivanti da quelle sviluppate presso Stoccarda. Colui che si è occupato di annunciare questa partnership economico-tecnica è stato Lawrence Stroll, a capo della cordata che nel 2019 ha acquistato Aston Martin, nonché attuale proprietario di Racing Point e padre di Lance Stroll, pilota attualmente nel mondiale di F1.

L'obiettivo è rilanciare il brand


L'obiettivo di Stroll è quello di aumentare le vendite delle vetture di Aston Martin dopo anni difficili. Per raggiungere questo ambizioso obiettivo, il mondo della Formula 1 si rivela strategicamente funzionale, fungendo da vetrina, sia dal punto di vista sportivo con la nuova scuderia, sia dal punto di vista della pura immagine, con le medical car e le safety car che sfileranno su molte piste in tutto il mondo. Nei prossimi anni vedremo Aston Martin come marchio sempre più presente all'interno del Circus della Formula 1.

  • shares
  • Mail