Mercedes-Benz e Amazon insieme per una mobilità a zero emissioni

Amazon e Mercedes-Benz Vans hanno raggiunto un accordo per la mobilità urbana a zero emissioni. Oltre 1.800 veicoli commerciali elettrici sono stati da Amazon alla Casa di Stoccarda

Nel 2019, Amazon e Global Optimism hanno fondato ‘The Climate Pledge’ per contribuire a realizzare gli obiettivi stabiliti dall'Accordo di Parigi, dieci anni prima di quanto fissato, cioè nel 2040. I punti salienti dell'accordo sono: misurare e segnalare le emissioni di gas a effetto serra su base regolare; implementare strategie di decarbonizzazione in linea con l'Accordo di Parigi attraverso reali cambiamenti e innovazioni aziendali, inclusi il miglioramenti dell'efficienza, le energie rinnovabili, le riduzione dei materiali e altre strategie volte all’eliminazione delle emissioni di carbonio; adottare azioni per neutralizzare le emissioni rimanenti con compensazioni aggiuntive, quantificabili, reali, permanenti e socialmente vantaggiose per raggiungere lo zero annuo netto di emissioni di carbonio entro il 2040. Adesso anche Mercedes-Benz ha aderito a Climate Pledge.

Amazon e Mercedes-Benz unite per la mobilità urbana


Attualmente, Mercedes-Benz Vans e Amazon hanno annunciato il più grande ordine di veicoli elettrici per Mercedes-Benz ad oggi commissionato: ben più di 1.800 Mercedes-Benz eVito e eSprinter saranno consegnati ad Amazon a partire da adesso per essere utilizzati in tutto il Vecchio Continente. L'ordine contiene anche circa 600 mid-size eVito e oltre 1.200 large-size van eSprinter. Marcus Breitschwerdt, Head of Mercedes-Benz Vans, ha così commentato il nuovo accordo: “Sono lieto della prosecuzione e intensificazione della nostra collaborazione con Amazon e del lavoro congiunto per il futuro del trasporto ad alimentazione elettrica. Grazie all'eVito e l'eSprinter, abbiamo nel nostro portfolio i veicoli elettrici con le caratteristiche ideali per le esigenze del settore dei corrieri espressi e per la consegna delle merci nel cosiddetto ‘ultimo miglio’. Questi veicoli dimostrano che la guida a emissioni zero su base locale, le prestazioni convincenti, il comfort e i bassi costi di esercizio possono essere perfettamente combinati”.

L’elettrificazione del traffico del cosiddetto ‘ultimo miglio’ è in corso. I corrieri espressi e l’industria delle consegne rappresentano un importante driver. La crescita delle vendite online e di servizi di consegna flessibili, negli ultimi anni hanno prodotto un incremento del traffico dentro le città, ma hanno portato ad un aumento della guida emission free nelle aree urbane. Inoltre, ci sono buoni presupposti per l'uso di veicoli elettrici nell’industria delle consegne: i percorsi possono essere pianificati molto in anticipo, sono gestibili in autonomia e percorrenza e normalmente ci sono aree più grandi vicino ai centri di distribuzione dei fornitori di servizi logistici, che sono adatte per la messa in servizio dell’infrastruttura di ricarica.

  • shares
  • Mail