Musei Ferrari: oltre 600 mila visitatori tra Modena e Maranello nel 2019

Crescono i visitatori dei Musei Ferrari, che suscitano grande interesse nel mondo, non solo fra gli appassionati di automobilismo. Oltre 600 mila ingressi fra Modena e Maranello.

Numeri importanti nei Musei Ferrari, che hanno segnato un nuovo record di visitatori nel 2019, con oltre 600 mila ingressi. La cifra, rilevante in termini assoluti, segna una crescita del 12% rispetto ai volumi del 2018. Il trend è stato positivo per entrambe le strutture, che hanno beneficiato di flussi in aumento lo scorso anno.

Entrando più nel dettaglio - per evidenziare la ripartizione dei visitatori - oltre 200 mila sono stati gli ingressi al MEF di Modena, mentre il Museo Ferrari di Maranello ha superato la barriera dei 400 mila visitatori. Non ci vuole molto a capire come la sana strategia gestionale abbia funzionato, mostrandosi all'altezza di un marchio nobile come quello del "cavallino rampante" che, con le sue auto stradali e da corsa, fa sognare gli appassionati, rapiti dal fascino inimitabile del mondo creato da Enzo Ferrari.

Il successo del biglietto unico per entrambi i Musei, le cui vendite sono aumentate di oltre il 50% nel 2019 rispetto al 2018, dimostra l'ottima risposta del pubblico alla crescente specializzazione delle due strutture.

Se il Museo di Modena celebra la figura del fondatore, i motori e le vetture Ferrari Gran Turismo più eleganti ed esclusive, quello di Maranello offre un'esperienza di visita alla scoperta della storia del Gruppo, della Scuderia Ferrari in Formula 1 e delle vetture sportive da pista e da strada più iconiche che hanno scritto e continuano a scrivere la storia del "cavallino rampante".

Ricordiamo che il MEF è nato dal restauro della dimora in cui l'ingegnere nacque nel 1898, affiancata da un nuovo edificio dal design automobilistico, che interpreta un "cofano" in alluminio giallo. Al suo interno, un percorso multimediale permanente e di forte impatto ripercorre gli eventi più salienti della straordinaria vita del personaggio, che è stato un "agitatore di uomini". Protagoniste della galleria sono le automobili, opere d'arte in movimento provenienti da collezioni e musei di grande prestigio.

Il Museo Ferrari di Maranello inaugurato nel 1990 si è giovato nel tempo di un'espansione, con nuovi spazi espositivi e funzionali. L'impianto offre un percorso ideale attraverso la storia dell'azienda, i modelli più significativi del passato per arrivare alle vetture stradali di oggi e ai contenuti tecnologici della Formula 1.

Alla parte dedicata all'esposizione permanente si affiancano aree che propongono periodicamente nuove e importanti mostre dedicate ai temi di attualità ed ai grandi momenti della storia Ferrari. In linea con questa missione e con la specializzazione dei percorsi di visita, la prima mostra del nuovo anno inaugurata nella struttura di Maranello sarà "Ferrari at 24 Heures du Mans", che dal 15 gennaio celebrerà 70 anni di vittorie Ferrari alla 24 Ore di Le Mans. Questa esposizione si affiancherà alle mostre in corso sui 90 anni di storia della Scuderia Ferrari e sulle serie speciali che più hanno beneficiato del trasferimento di innovazioni tecnologiche dalla pista alla strada.

  • shares
  • Mail