Nuova Skoda Karoq 2022: prezzo, prova, motori, allestimenti

Le novità della nuova Skoda Karoq riguardano numerosi miglioramenti che rendono questo SUV di medie dimensioni una vettura completa e versatile.

A quattro anni dal lancio della prima versione, la Skoda Karoq si concede un intelligente restyling di metà carriera che non stravolge l’indole della vettura, ma ne affina le caratteristiche ed i pregi rendendo questo polivalente SUV ancora più piacevole ed interessante. Le novità della Karoq si concentrano sugli affinamenti estetici e sull’implementazione tecnologica, sintomo di un continuo miglioramento che ha fatto del marchio ceco un player del settore automotive di primo piano che non ha niente da invidiare ai marchi più blasonati.

Skoda Karoq 2022: ritocchi estetici

Come abbiamo detto in precedenza, la Karoq 2022 porta in dote affinamenti estetici che non stravolgono la linea sobria e riuscita della versione che sostituisce, ma aggiorna i suoi canoni estetici con sapienti modifiche che rendono la vista d’insieme più dinamica. I proiettori di tipo FULL LED sono di serie e di nuova concezione e in opzione si possono avere quelli MATRIX LED che offrono una visibilità notturna imbattibile e non abbagliano gli altri utenti della strada.

A separare i fari ci pensa una nuova mascherina con cornice cromata e di dimensioni più ampie, nuova anche la presa d’aria inferiore. Particolarmente curata la parte aerodinamica, grazie a nuove calotte degli specchietti, un inedito spoiler e paratia del sottoscocca rivista, ma anche all’inedita collezione di cerchi in lega (disponibili nelle misure da 17,18 e 19 pollici). Grazie a queste modifiche il Cx è stato ridotto del 9%, raggiungendo un valore di 0,30: questa minore resistenza all’aria ottimizza di conseguenza consumi ed emissioni inquinanti.

Skoda Karoq 2022: misure e abitacolo

Il modello targato Skoda si inserisce tra i SUV di medie dimensioni, come sottolineano i 4.390 mm di lunghezza e i 1.841 mm di larghezza, mentre il passo è di 2.638 mm sulle versioni a trazione anteriore e 2.630 mm sulle varianti a trazione integrale. Questi numeri si riflettono su una buona abitabilità per cinque persone che diventa ottima se si occupa la vettura in quattro adulti. Il vano bagagli misura 521 litri con i sedili posteriori in uso, mentre sale a 1.630 litri quando vengono abbattuti.

Tra le soluzioni Simply Clever troviamo i sedili posteriori VarioFlex che offrono ipoteticamente 45 possibili configurazioni, permettono al bagagliaio di raggiungere una capacità di 588 litri che diventano 1.605 litri con i sedili ripiegati e ben 1.810 litri con le sedute rimosse. In quest’ultimo caso è possibile trasportare oggetti particolarmente lunghi e ingombranti, nel caso si praticassero sport e hobby oppure si è impegnati in un trasloco. L’ambiente interno è reso molto sofisticato dal nuovo sistema di illuminazione “ambient” con dieci varietà di colore facilmente modificabili, mentre il confort è garantito dai comodi e nemmeno troppo rigidi sedili anteriori dotati di funzione Memory (offerti sugli allestimenti top di gamma). Direttamente dalla sinergia del Gruppo Volkswagen arriva la completa e sempre ben visibile strumentazione digitale che sfrutta un display da 8 a 10.25 pollici a seconda dell’allestimento scelto.

Molto ben fatto e sempre fluido nell’utilizzo il sistema di infotainment aggiornato che può essere gestito da uno touch screen che può arrivare fino a 9.2 pollici. Il sistema multimediale è connesso a internet grazie una eSim integrata, inoltre viene in nostro aiuto nel momento del bisogno la nostra “Laura”, ovvero l’assistente virtuale che semplifica le tantissime funzioni disponibili (compresi quelli dedicati alla connettività per smartphone e alla navigazione GPS). Non dimentichiamo inoltre la presenza dei servizi online Skoda Connect e la App MySkoda che permette di gestire tramite smartphone alcune funzioni in remoto.

Skoda Karoq: sistemi ADAS

Come da tradizione, Skoda pone una grande attenzioni alla sicurezza di guida, grazie anche ai tanti sistemi ADAS che levano anche stress durante l’uso del veicolo. Tra le nuove funzioni spicca l’Advanced Driver Assistance Systems che fa parte del pacchetto Travel Assistant. Tra questi dispositivi ricordiamo: Adaptive Lane Assistant; Traffic Jam Assistant con Emergency Assistant; Park Assistant e Side Assistant con Rear Traffic Alert e Crew Protect Assistant.

Skoda Karoq: allestimenti e dotazione

La nuova Karoq 2022 viene proposta in quattro livelli di allestimenti denominati Ambition, Executive, Style e SportLine. Già dalla versione entry-level possiamo contare su un equipaggiamento di serie che comprende tra le altre cose: Cerchi in lega da 17 pollici; Gruppi ottici Full Led; Fari fendinebbia a Led; Fanaleria posteriore a Led; Sensore luci; Sensore pioggia; Sensori di parcheggio posteriori; Sistema di avviamento senza chiave; Volante multifunzione; Modulo infotainment con Smartlink wireless a connettività wireless per Apple CarPlay ed Android Auto, disco rigido da 64 GB e predisposizione per la navigazione satellitare, impianto audio “Bolero” con display da 8”, radio digitale DAB+ e due prese Usb-C. Tra gli ADAS segnaliamo: Front Assistant con riconoscimento di pedoni e ciclisti; Lane Assistant di mantenimento della corsia di marcia; Cruise Control adattivo per la regolazione della distanza di sicurezza fino a 210 km/h; Driver Activity Assistant di rilevamento stanchezza conducente.

Degno di nota il pacchetto ECO che strizza l’occhio a chi tiene particolarmente all’ambiente offrendo rivestimenti in pelle sintetica (che non hanno quasi nulla da invidiare alla vera pelle) e rifilati dei tessuti e plastiche riciclate.

Motorizzazioni

La nuova Karoq punta sia sui motori a benzina che su quelli a gasolio cercando così di accontentare una clientela con esigenze e gusti differenti. Tra i motori a benzina troviamo il 1.0 TSI da 110 CV e il 1.5 TSI da 150 CV (1quest’ultimo anche con trasmissione Dsg doppia frizione), mentre al top di gamma si posiziona il  2.0 TSI Dsg Act 190 CV con trazione integrale. Sul fronte dei diesel troviamo invece il 2.0 TDI Evo Scr declinato negli step di potenza da 115 CV e da 150 CV, entrambi disponibili con cambio DSG, mentre per la versione più potente c’è la possibilità di avere la trazione integrale.

Impressioni di guida

Abbiamo avuto il piacere di provare su strada la nuova Skoda Karoq, andando controtendenza rispetto all’attuale “moda” del mercato che predilige i motori benzina ed elettrificati optando per un classico diesel, sempre molto apprezzato dalla clientela italiana sia per quanto riguarda i consumi di carburante che per il piacere di guida offerto. Per questo test abbiamo optato per la versione diesel top di gamma 2.0 TDI EVO SCR 4×4 dote di un turbodiesel in grado di erogare 150 CV e ben 360 Nm di coppia massima e che rispetta la normativa antinquinamento Euro 6d.

Anche dopo pochi chilometri si apprezza l’abbondante spinta anche a bassi regimi o con marce alte, infatti il costruttore dichiara uno scatto da 0 a 100 km/h effettuato in appena 8,7 secondi, mentre la velocità massima è pari a 204 km/h, un dato niente male considerando il peso dell’auto e la sua altezza da terra. Le doti del propulsore sono coadiuvate dall’impeccabile cambio a doppia frizione DSG dotato di sette rapporti. Questi ultimi salgono in maniera stupefacente e anche in scalata non deludono mai, inoltre la tenuta di strada resta sempre eccellente e regala tanta sicurezza per merito della trazione integrale in grado di ripartire in maniera egregia la coppia tra i due assi. Chi vive in campagna o desidera affrontare qualche sterrato non rimarrà deluso, sia perché il pianale dista dal suolo 169 mm e anche perché l’elettronica viene in aiuto con una funzione apposita dedicata all’off-road che modifica la risposta dell’acceleratore e dell’ABS, inoltre nelle discese ripide si può fare uso dell’Hill-Descent Assist.

La cosa che mi ha stupito maggiormente resta però il sofisticato Dynamic Chassis Control che permette la regolazione elettronica adattiva delle sospensioni e offre lo sterzo progressivo. Si tratta di un optional da ben 1.020 euro, ma vi assicuro che sono soldi ben spesi. Entrando nel dettaglio, il sistema DCC (che si seleziona tramite un pulsante posto dietro la leva del cambio), offre le modalità Normal, Eco, Comfort, Sport, Individual e Snow. Quando si sceglie la modalità confort sembra di viaggiare su un tappeto volante, mentre se si è in vena di qualche emozione in più basta scegliere la modalità sport per ottenere un assetto in grado di assecondare le vostre velleità sportiveggianti. Se siete smanettoni potente “giocare” con le varie opzioni offerte dalla modalità individual e settare sospensioni e sterzo come più vi aggrada. Come è lecito aspettarsi, il 2.0 TDI 150 CV è decisamente poco assetato di carburante, senza esagerare con il piede destro è possibile ottenere un consumo medio di circa 5,7l/100km.

Prezzi

La nuova Karoq 2022 viene offerta a partire da 27.200 euro, relativi alla versione 1.0 TSI tre cilindri benzina manuale 6 marce Ambition e raggiunge i 40.600 euro della variante top di gamma SportLine 2.0 TDI 4×4 con cambio DSG 7 rapporti, ovvero la versione che abbiamo testato.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →