Rolls-Royce Wraith e Dawn Landspeed: nuova edizione limitata

Due serie speciali commemorative in omaggio ai record di velocità di 80 anni fa.

Sono passati più di 80 anni da quando il pilota George Eyston è diventato il primo britannico a intraprendere i test di velocità nel Salar di Bonneville, un luogo mitico che è stato lo scenario di numerosi record passati alla storia. Fu proprio lì che Eyston stabilì tre record mondiali di velocità nel 1937 a bordo del suo veicolo che chiamò Thunderbolt.

Il Thunderbolt era un veicolo con tre assi e otto ruote e pesava ben sette tonnellate, nonostante avesse un corpo in alluminio. La sua propulsione era alimentata da due motori Rolls-Royce R V12 da 37 litri in grado di erogare 2.000 CV di potenza, un motore di cui furono prodotte solo 19 unità a causa del suo alto costo e che gettò le basi del leggendario Spitfire.

Due serie speciali commemorative

Oggi Rolls-Royce vuole rendere omaggio alla pietra miliare rappresentata da George Eyston e dalla sua Thunderbolt, e lo fa con la Landspeed Collection di cui la Wraith e la Dawn saranno le principali protagoniste di un’edizione limitata a solo 35 unità per la prima e 25 per la seconda, ognuna già assegnata ai clienti più esclusivi del marchio ad un prezzo che, come di consueto in queste occasioni, è stato tenuto segreto.

Colori speciali e cielo stellato

Le Rolls-Royce Wraith e Dawn Landspeed Collection si presentano con la vernice Bonneville Blue come tonalità principale della carrozzeria, in riferimento al sale dove è stata effettuata l’impresa, mentre il colore secondario è il Diamond Black metallizzato; la nota di contrasto è apportata dagli accenti gialli applicati alle estremità del paraurti anteriore.

All’interno della Rolls-Royce Wraith il nero è il colore principale, con dettagli sui sedili nello stesso giallo degli esterni come contrasto e, in alto, sul tetto, sfoggia il cielo stellato che riproduce la posizione delle stelle nel giorno in cui furono stabiliti i record. La Rolls-Royce Dawn si caratterizza invece all’interno per la configurazione cromatica in bianco, giallo e nero. Su entrambi i modelli è montato sul cruscotto l’orologio analogico speciale del marchio e compare la cifra 357.497 km/h, velocità registrata nel record stabilito da Eyston.

Motore e prestazioni

Il “cuore” di entrambi i modelli rimane il potente blocco biturbo V12 da 6.600 CC in grado di erogare una potenza di 563 CV, che le consente di raggiungere i 100 km/h in circa 4,9 secondi nonostante e 250 km/h di velocità massima limitata.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →