Nuove Mini 3 porte, 5 porte e Cabrio: presentata la gamma 2021

La presentazione della nuova gamma Mini 2021 è stata accompagnata da un primo contatto su strada della tecnologica versione 100% elettrica.

Dopo la Countryman, il Gruppo Bmw rinnova il resto della gamma Mini formata dalle versioni 3 porte, 5 porte e cabrio. Le Mini di nuova generazione portano in dote numerose novità tecniche, tecnologiche e di stile, ma nello stesso risultano fedeli alla filosofia concettuale della storica Mini, puntando quindi sul piacere di guida e su uno stile unico ed inconfondibile.

Look inconfondibile

Dopo ben 20 anni, la Mini “moderna” raggiunge il pieno della sua maturità offrendo dal punto di vista estetico le linee inconfondibili che caratterizzano tutti i modelli del brand, imprezioste però con alcune novità degne di nota. La zona anteriore sfoggia una mascherina di inedita concezione che si distingue per una cornice di maggiori dimensioni e separa i proiettori full-LED dalla forma circolare (Adaptive LED opzionali).

Al posto delle luci di posizione troviamo nuove prese d’aria verticali posizionate lateralmente e studiate per aumentare l’efficienza aerodinamica. La striscia centrale del paraurti, che ospita anche il portatarga, risulta adesso del colore della carrozzeria. Dietro spiccano i proiettori LED con la Union Jack in bella mostra offerta di serie.

Come da tradizione, anche con le nuove MINI è possibile giocare con gli accostamenti cromatici: sia le calotte degli specchietti che il tetto sono disponibili con colori a contrasto. Quest’ultimo è ora proposto anche in versione Multitone Roof: parliamo di una gradazione di colore cangiante che va dal San Marino Blue attraverso il Pearly Aqua e arriva fino al Jet Black, regalando un effetto scenico decisamente unico. Sempre in tema di personalizzazioni, troviamo tre nuove livree esterne (RooftopGrey, Island Blue e Zesty Yellow) e cinque nuovi cerchi in lega.

Abitacolo premium

Entrati all’interno dell’abitacolo è possibile apprezzare un ambiente premium curato in ogni minimo dettaglio e impreziosito da materiali di prima qualità esenti da fastidiosi scricchiolii. Lo spazio anteriore è ampio e i sedili sono sufficientemente rigidi e molto comodi. Dietro lo spazio è più risicato, ma dopo essere entrati con qualche difficoltà si sta piuttosto comodi. Il bagagliaio – da 211 litri sulla SE – vanta una apertura ampia e si ed è rifinito di tutto punto, inoltre è possibile contare su piano di carico rialzabile di 6 cm.

Il classico elemento circolare centrale – dotato di una cornice LED che si illumina in maniera progressiva – ospita adesso un touchscreen da 8,8 pollici dedicato al sistema di infotainment, molto veloce e piuttosto intuitivo. Per quanto riguarda la connettività per smartphone, tutte le Mini risultano compatibili con Apple CarPlay, ma purtroppo non con Android Auto. A fianco dello schermo troviamo le bocchette d’aerazione di nuovo disegno dedicate alla climatizzazione elettronica (molto potente). Quest’ultima può essere controllata tramite comodi comandi separati, partici ed intuitivi.

Molto bello il nuovo volante sportivo a tre razze (riscaldabile in opzione), impreziosito dal simbolo dell’Union Jack e da finiture in piano black posizionate sulle razze dove si trovano i numerosi comandi multimediali. La strumentazione 100% digitale posizionata dietro il volante è un componente dell’opzione Connected Media.

Il display digitale a colori nel design Black Panel, che è di serie nella Mini Cooper SE, misura 5 pollici e permette di visualizzare tutte le informazioni di guida, non manca inoltre un head-up display a colori con realtà aumentata. Nuova anche l’illuminazione interna, che vanta la medesima tonalità di luce per gli strumenti e per i led delle luci d’ambiente: si parte dal colore azzurro e si passa al rosso quando si seleziona la modalità di guida sportiva. Non mancano infine la ricarica wireless per smartphone e le prese USB sparse nell’abitacolo.

Gamma propulsori

Le nuove Mini sono disponibili con motori a benzina a tre o quattro cilindri e nella variante SE 100% elettrica. Il motore 3 cilindri 1.5 litri è declinato nelle potenze da 75 CV, 102 CV e 136 CV. Il motore a 4 cilindri da 2.0 litri è offerto negli step da 178 CV o 231 CV. La variante a zero emissioni con motore elettrico vanta 184 CV.

Primo contatto Mini Cooper SE 3 porte

Abbiamo avuto la possibilità di guidare la nuova Mini Cooper SE 3 porte su un percorso prevalentemente urbano. Rispetto alle Mini a benzina, questa versione 100% elettrica non fa rimpiangere i combustibili fossili. La vettura è spinta da un motore elettrico da sincrono da 184 CV e 270 Nm di coppia istantanea. I dati dichiarati parlano di uno scatto da 0 a 100 in 7,3 secondi e da 0 a 60 in 3,9 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 150 km/h.

Fin da subito si palesano le due anime di questa vettura: accarezzando l’acceleratore la piccola Mini viaggia in maniera rilassata e offre al guidatore la gioia di un confort acustico eccellente, ma appena si decide di schiacciare l’acceleratore la Cooper SE cambia volta e diventa decisamente sportiva e molto, molto reattiva. Il merito va anche al baricentro più basso (a causa della presenza della batteria) che accentua il kart feeling che ha reso famosa la Mini in tutto il mondo.

L’assetto dinamico e lo sterzo molto preciso contribuiscono ad offrire una guida super divertente, specie se si devono affrontare molte curve. Cetro questo divertimento si paga leggermente in termini di confort, infatti quando si incontrano asperità della strada piuttosto evidenti, le sospensioni trasmettono un po’ di vibrazioni sulla schiena.

La batteria a litio da 32,6 kWh promette un’autonomia dichiarata di 234 Km (ciclo WLTP), inoltre è possibile scegliere l’intensità del recupero di energia tra due differenti livelli. La Mini Cooper SE mette a disposizione anche quattro modalità di guida (Sport, Mid, Green e Green+). Quest’ultima permette di preservare al massimo l’autonomia disattivando alcune funzioni, come la climatizzazione, mentre la Mid risulta la più equilibrata perché offre un ottimo compromesso tra prestazioni e autonomia.

Degna di nota anche l’app dedicata che consente di controllare in remoto numerose funzioni della vettura, oltre a garantire il controllo del livello di carica. Anche se non abbiamo voluto modo di testare la ricarica, il costruttore dichiara che sfruttando la ricarica rapida è possibile ottenere l’80% della capacità della batteria in soli 35 minuti.

Prezzi

La gamma Mini 2021 risulta già disponibile nelle concessionarie ufficiali. Il listino della Mini a tre porte parte da 20.600 euro e raggiunge i 32.900 euro, mentre la versione 5 porte oscilla invece tra i 21.400 e i 33.700 euro. La John Cooper Works – disponibile solo 3 porte – è offerta a partire da 34.400 euro. La Cooper SE 100% elettrica viene invece proposta da 34.900 euro, a cui però bisognerà sottrarre gli ecoincentivi.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Mini

Tutto su Mini →