La Jaguar più costosa del mondo vale 16 milioni di euro

Costruita in soli 16 esemplari la XKSS Stradale è diventata la Jaguar con il valore commerciale più elevato di sempre.

Senza ombra di dubbio, le auto di interesse storico più preziose al mondo sono di solito vetture da competizione che diventano ancora più appetibili se successivamente omologate per l’uso stradale. Uno degli esempi più lampanti è rappresentata dall’operazione effettuata dalla Jaguar nel 1957 sulla D-Type.

Quest’ultima, dopo due anni di competizioni, ha visto la modifica del telaio per essere riconvertita nella vettura conosciuta con il nome di Jaguar XKSS Stradale. Costruita in soli 16 esemplari, di cui la maggior parte distribuiti negli USA, la XKSS Stradale è diventata la Jaguar con il valore commerciale più elevato di sempre, ovvero circa 16 milioni di euro.

Derivata dalle corse

La storia della XKSS parte nel lontano 1954, anno in cui debuttò la D-Type con lo scopo di partecipare all’iconica 24 Ore di Le Mans. La vettura era identificata “Long Nose“, a causa del suo frontale dalla forma allungata. Dopo meno di due anni la vettura lasciò ufficialmente le competizioni, anche se gareggiò con alcuni team privati fino al 1957. Successivamente, la Casa britannica decise di trasformare in vetture stradali alcuni esemplari rimasti invenduti, a cui si aggiunsero anche atri telai e componenti da assemblare.

Modifiche specifiche

Gli esemplari in questione furono appositamente modificati per circolare liberamente sulle strade aperte al pubblico. La Jaguar XKSS Stradale fu presentata ufficialmente sotto i riflettori del Salone di New York del 1957, mentre la produzione fu limitata in soli 25 esemplari, di cui ne sono rimasti appena 16. Le modifiche apportate per rendere la vettura inutilizzabile in strada comprende l’adozione del sedile e portiera lato passeggero, finestrini laterali, un nuovo parabrezza più ampio, inediti paraurti cromati e capote ripiegabile in tessuto, senza dimenticare i proiettori modificati.

Prestazioni super

Sotto il cofano troviamo il sei cilindri in linea da 3.4 litri aspirato e dotato di monoblocco in ghisa e testata in alluminio, per un peso di appena 921 kg. Il motore vanta una distribuzione a doppio albero a camme in testa, due valvole per cilindro e un’alimentazione a tre carburatori doppio-corpo Weber 45 DCM. Questo corredo tecnico ha permesso di ottenere 250 CV a 7.200 rpm e 325 Nm a 4.500 rpm scaricati sulla trazione posteriore tramite l’uso di un cambio manuale a quattro rapporti. Le prestazioni dichiarate parlano di uno  scatto da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi e di una velocità massima di 228 km/h.

Il terribile incendio

Come accennato in precedenza, la XKSS fu realizzata in soli 25 esemplari. Purtroppo però la sera del 12 febbraio 1957 scoppiò un incendio negli stabilimenti Jaguar di Browns Lane che distrusse ben nove dei venticinque esemplari prodotti. Questo incidente rese la XKSS ancora più rara e preziosa, inoltre fu molto apprezzata negli USA, tanto da conquistare anche un cliente d’eccezione del calibro di Steve McQueen.

Prezzo da capogiro

Secondo le quotazioni degli esperti un esemplare della XKSS stradale perfettamente conservato come quello della nostra galleria fotografica vale 16 milioni di euro, cifra che potrebbe anche superare se la vettura fosse venduta all’asta.

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →