Dacia Duster 2022: novità e prezzi

Il fortunato modello “a ruote alte” debutta sul mercato nella nuova edizione-restyling, in cui la filosofia base “Value for Money” si arricchisce con ulteriori contenuti all’insegna della versatilità.

Lo “Sport Utility” che impersona (e con un ottimo gradimento da parte dei mercati) il concetto di “Value for Money” scritto da lungo tempo sui taccuini delle priorità dai vertici del marchio romeno si aggiorna nelle dotazioni, nell’impostazione estetica e nelle tecnologie di propulsione. Ecco, in estrema sintesi, la “carta d’identità” di Dacia Duster 2022, nuova edizione-restyling del fortunato modello “a ruote alte” che, superato felicemente il traguardo dei dieci anni dall’esordio (e quasi due milioni di esemplari venduti dal 2010, 250.000 dei quali consegnati in Italia dove a tutto agosto 2021 ha superato quota 15.500 nuove immatricolazioni e si pone ai vertici del supercompetitivo segmento C), si prepara a fare il proprio ingresso nelle concessionarie.

L’assortimento di gamma

Dacia Duster 2022 viene proposta in quattro allestimenti, che riportiamo di seguito insieme alle principali dotazioni:

  • Access (con cerchi in acciaio da 16” e limitatore di velocità);
  • Essential (con barre portatutto verniciate in nero, piantone dello sterzo regolabile in altezza ed in profondità e Radio Dacia Plug & Music);
  • Comfort (con cerchi in lega da 16”, fendinebbia, climatizzatore manuale, Media Display da 8” e Cruise Control);
  • Prestige (con cerchi in lega da 17”, barre sul tetto con inserti cromati, climatizzatore automatico e Blind-spot Warning di monitoraggio angoli ciechi).

A questi si aggiunge un’ulteriore configurazione “Prestige Up” alto di gamma, disponibile esclusivamente per le versioni bifuel benzina-GPL Eco-G 100 e turbodiesel dCi 115, entrambe a trazione anteriore. La novità Prestige Up è funzionale all’offerta “Up&Go”: basata sull’allestimento Prestige (che comprende, fra gli altri: climatizzatore automatico, telecamera posteriore di parcheggio e sensori di parcheggio posteriori, impianto di navigazione Media Nav con display da 8”, consolle centrale con bracciolo scorrevole e vano portaoggetti integrato, e Blind Spot Warning) e disponibile da subito nelle concessionarie in ordine al “lancio” commerciale di Duster 2022, aggiunge il sistema Keyless Entry, la MultiView camera e (per la motorizzazione diesel) la ruota di scorta, per un vantaggio medio di 250 euro.

Ecco quanto costa e le dotazioni

Di seguito il dettaglio degli importi di vendita di Dacia Duster 2022 in base agli allestimenti.

  • Dacia Duster 1.0 TCe 90 CV 4×2. Access: 12.950 euro, Essential: 14.950 euro, Comfort: 16.750 euro, Prestige: 17.650 euro;
  • Dacia Duster 1.0 TCe 100 CV GPL 4x.2. Access, 13.450 euro, Essential: 15.450 euro, Comfort: 17.250 euro, Prestige: 18.150 euro, Prestige Up: 18.450 euro;
  • Dacia Duster 1.3 TCe 150 CV Fap EDC 4×2. Prestige: 22.150 euro;
  • Dacia Duster 1.5 Blue dCi 115 CV 4×2. Essential: 16.700 euro, Comfort: 18.500 euro, Prestige: 19.400 euro, Prestige Up: 19.900 euro;
  • Dacia Duster 1.5 Blue dCi 115 CV 4×4. Comfort: 20.700 euro, Prestige: 21.600 euro.

Estetica: i dettagli-novità

Le novità principali che caratterizzano Dacia Duster 2022 sono “dentro” e “sotto”: il corpo vettura rimane nel complesso ben riconoscibile. Gli unici elementi inediti riguardano la calandra di nuovo disegno, la fanaleria anteriore e posteriore (anch’essa oggetto di un “maquillage”) ed un più ampio assortimento di tinte carrozzeria e di cerchi, proposti in due differenti diametri (16” e 17”).

Abitacolo

Le caratteristiche prettamente “familiari” di Dacia Duster (intese dunque come comfort, spazio a bordo e dotazioni che pongono l’accento sulla comodità di impiego del veicolo attraverso un costante sviluppo nell’ottimizzazione degli equipaggiamenti senza per questo aggiungere alcunché di “superfluo”) sono state amplificate, nella nuova versione 2022, con l’aggiunta di due prese Usb, a disposizione degli occupanti la fila posteriore di sedili, e di una seconda presa Usb anteriore. Nuova è anche la consolle centrale, rialzata, con bracciolo centrale scorrevole a sua volta fornito di vano portaoggetti da 1,1 litri di capienza e due ulteriori prese Usb in funzione dell’allestimento), che si accompagna ad inedite finiture. Relativamente al “capitolo” digitalizzazione, un nuovo display touch da 8” è funzionale alla gestione ed alla visualizzazione di due moduli multimediali. Fra le dotazioni a richiesta, c’è il Media Display (sistema che comprende sei altoparlanti, impianto audio digitale DAB, connettività Bluetooth e collegamento wireless con Apple CarPlay ed Android Auto) a comandi vocali e, in base alle versioni, sono disponibili il climatizzatore automatico a controllo digitale mediante display, il Cruise Control con comandi al volante ed i sedili anteriori riscaldabili.

Gli aggiornamenti ai propulsori

L’edizione-restyling di Dacia Duster si declina nelle tre consuete tipologie di alimentazione benzina, turbodiesel e l’interessante bifuel benzina-GPL. Le novità sotto il cofano riguardano, nell’ordine, l’introduzione della trasmissione automatica EDC a sei rapporti in abbinamento alla versione TCe 150 (tutti gli altri modelli mantengono il cambio manuale a sei rapporti), ed un sostanzioso aggiornamento in termini di possibilità di impiego per la variante ad alimentazione alternativa. Nello specifico, Dacia Duster Eco-G 100 (introdotta a metà 2020 con la motorizzazione 1.0 turbo da 100 CV) è stata, con il programma-restyling 2022, provvista di un serbatoio GPL con il 50% in più di capacità rispetto alla serie che sta per essere sostituita. In questo modo, dichiarano i responsabili tecnici Dacia, la percorrenza massima combinata benzina-GPL raggiunge 1.235 km: davvero un ottimo risultato, che aggiunge valore ai già noti atout di versatilità ed economicità di impiego che da sempre contraddistinguono Duster.

Elevate capacità di disimpegno offroad

Altrettanto notevoli, per quanto strettamente connesse all’elevata versatilità del modello, sono le possibilità di impiego di Dacia Duster al di fuori dell’asfalto, che cifre alla mano si riassumono nei seguenti valori.

  • Altezza libera da terra: 217 mm (versioni a due ruote motrici) e 214 mm (versione a quattro ruote motrici);
  • Angolo di attacco: 30°;
  • Angolo di dosso: 21°;
  • Angolo di uscita: 34° (versioni a due ruote motrici) e 33° (versione a quattro ruote motrici);
  • Funzioni multimediali dedicate: a bordo di Dacia Duster a quattro ruote motrici equipaggiata con Media Display o Media Nav, il “4×4 Monitor” fornisce una serie di visualizzazioni specifiche sullo schermo centrale, come l’inclinometro laterale, l’angolo di beccheggio, la bussola e l’altimetro.

Ultime notizie su SUV

Il termine SUV (Sport Utility Vehicle) indica una tipologia d’automobile ad assetto rialzato, generalmente a quattro ruote motrici e dalla vocazione fuoristradistica limitata, senza ridotte e con finiture interne non meno cur [...]

Tutto su SUV →