BMW M8 Competition: il tuning estremo di G-Power

La coupé sportiva bavarese diventa una vera e propria supercar da 900 CV.

La BMW M8 Competition è la versione sportiva della coupé bavarese sviluppata in conformità con il know-how di BMW M nelle corse automobilistiche. Di serie è dotata di tutti gli ingredienti per offrire un handling mirato a un’eccellente dinamica di guida. Tuttavia, questo tuning denominato G8M di G-Power la porta oltre i suoi limiti.

Nella versione Competition, il V8 di serie con tecnologia M TwinPower Turbo eroga 625 CV (460 kW) a 6.000 giri/min e 750 Nm di coppia tra 1.800 e 5.800 giri/min. Con questi dati, la BMW M8 Competition Gran Coupé è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 250 km/h. Pochi preparatori aftermarket hanno osato per ora con la M8 Gran Coupé, ma tra questi c’è G-Power, specialista nei modelli della Casa tedesca.

Upgrade da 900 CV

Con il nuovo upgrade la gran turismo di Casa BWW offre prestazioni da vera supercar con una potenza massima che cresce fino a 900 CV (662 kW) di potenza e 1.050 Nm di coppia massima nel caso del G8M Hurricane RR. I diversi step di potenza offerti da G-Power sono disponibili per tutti gli stili di carrozzeria: coupé, cabriolet o grand coupé.

Nel caso della G8M Hurricane RS, la potenza ammonta a ben 840 CV (618 kW) e 1.050 Nm di coppia. Entrambi i pacchetti includono modifiche hardware e software, inclusi turbocompressori aggiornati con aree di aspirazione e sistemi di scarico più grandi.

Il kit più potente include modifiche meccaniche più radicali tra cui i pistoni forgiati, le bielle modificate, un pacchetto di raffreddamento più grande e una trasmissione rinforzata. Entrambi i modelli sono dotati dello scarico Deeptone in acciaio inossidabile con tubi e catalizzatori sportivi e quattro terminali di scarico in carbonio da 110 mm.

Grazie alla maggiore potenza, sia la G8M Hurricane RS che la RR possono raggiungere una velocità massima di 340 km/h. Per quanto riguarda l’accelerazione da 0 a 100 km/h, l’azienda non ha rilasciato cifre, ma senza dubbio viene superata la barriera dei 3,2 secondi delle versioni di serie.

Le modifiche estetiche e aerodinamiche

Le modifiche non sono state effettuate solo a livello meccanico, troviamo anche all’esterno vari elementi aerodinamici in fibra di carbonio come lo splitter anteriore, il nuovo cofano alleggerito firmato Ventury, il diffusore posteriore, la cornice dei reni anteriori o l’ala posteriore su basi fresate CNC.

Come con tutti i modelli della serie Hurricane, la G8M è verniciata in un tono esterno metallico arancione brillante. Non passano inosservati anche i nuovi cerchi in lega da 21 pollici Hurricane RR con design a doppi raggi e il badge G-Power.

Anche le sospensioni sono state abbassate grazie ai nuovi coilovers regolabili e gli interni hanno rivestimenti in pelle e Alcantara, oltre a finiture in fibra di carbonio.

Rispetto al prezzo del tuning G-Power ha fatto sapere che avrà un costo di oltre 115.000 euro.

Ultime notizie su BMW

BMW viene fondata nel 1913 e si dedicò inizialmente alla produzione di aerei. Il suo acronimo rappresenta la traduzione di Fabbrica di Motori Bavarese e ne descrive la missi [...]

Tutto su BMW →