Ares Wami Lalique Spyder: fascino dal gusto retrò

Ispirata alla Maserati A6G/2000 Spider del 1956 la Wami Lalique Spyder verrà realizzata in 12 esemplari venduti a 482mila euro.

Ares Design, factory modenese guidata da Dany Bahar e specializzata in vetture vintage realizzate in tiratura limitata, ha svelato la sua ultima creazione ispirata al design di uno dei più celebri capolavori italiani su ruote. Battezzata Ares Wami Lalique Spyder, questa roadster omaggia l’indimenticabile e fascinosa Maserati A6G/2000 Spider del 1956. La nuova Wami Lalique Spyder segue quindi il filone di vetture ispirate al passato costruite dall’atelier italiano, tra cui spiccano la “Panther”, erede spirituale della De Tomaso Pantera e la “Project Pony” che eredita le linee della Ferrari 412.

Ispirata al capolavoro del designer Pietro Frua

Le linee dell’ultimo lavoro della Ares Design richiamano quindi quelle dell’opera d’arte disegnata dal celebre designer Pietro Frua: parliamo di forme morbide e sinuose tipiche degli anni ’50 e ’60 capaci di esaltare alcuni dettagli di pregio. Tra questi ultimi spiccano il cofano motore con al centro una grande feritoia e l’enorme mascherina frontale cromata chiamata a separare i proiettori sporgenti e dalla forma circolare. Le muscolose fiancate ospitano passaruota dotati di feritoie e chiamati ad ospitare le splendide ruote in lega dotati di raggi cromati che risultano ricoperti da pneumatici ad alte prestazioni. Un altro splendido richiamo al passato arriva dal sistema di scarico in accaio inox cromato dotato di quattro vie e pronto a regalare un sound suggestivo.

Abitacolo retrò con iniezione di tecnologia

Anche l’abitacolo richiama il sapore vintage delle spider anni ’50 sfoggiando una plancia caratterizzata dalla presenza di elementi tondeggianti, a partire dalle bocchette d’aerazione e fino ad arrivare agli elementi della strumentazione posizionati dietro il volante sportivo a tre razze. Un ulteriore tocco retrò arriva dalla presenza dell’orologio analogico di forma rettangolare che ben si sposa con il fascione in metallo ad effetto spazzolato che impreziosisce la plancia.

Decisamente d’effetto la griglia ad “H” della leva del cambio automatico-sequenziale, a cui si aggiunge un ulteriore iniezione di tecnologia moderna, offerta dal sistema di infotainment abbinato ad un display a scomparsa installato all’estremità superiore della console centrale. L’impianto multimediale permette di controllare impianto audio, navigazione GPS e connettività per smartphone compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.

Meccanica Bmw e prezzo elitario

La carrozzeria, realizzata con un sapiente mix di alluminio e fibra di carbonio, scelto per ottenere la massima rigidità e leggerezza, nasconde una meccanica moderna di origine Bmw di cui però ancora non sono state diramate le specifiche tecniche. Realizzata in una tiratura di soli 12 esemplari, la Ares Wami Lalique Spyder verrà venduta alla stratosferica cifra di 482.000 euro (optional e personalizzazioni escluse).

I Video di Autoblog