Fiat 500 1.4 Sport contro Renault Twingo GT, da Infomotori

500 vs Twingo

Dopo la presentazione della nuova Fiat 500, la vettura è giunta nelle redazioni di numerose testate motoristiche italiane ed internazionali, che stanno effettuando prove su strada più o meno complete, proponendo anche confronti con altre auto concorrenti. E' il caso degli amici di Infomotori.com, che nei propri test hanno affiancato la 500 1.4 Sport con una altra "sportivetta" di recente presentazione, la Renault Twingo 1.2 GT.

A dire il vero, Twingo e 500 non sono prodotti del tutto paragonabili, se non per alcune caratteristiche - a cominciare da dimensioni e destinazione d'uso "cittadina"; tuttavia il confronto tra le due piccole "GT", considerando anche le diverse soluzioni adottate, non è privo di interesse. Di seguito, in sintesi, quanto è emerso dal test drive.

Dal punto di vista strettamente "numerico", i risultati prestazionali delle due vetture sono abbastanza simili, seppure ottenuti con meccaniche differenti e con un lieve vantaggio per la francese, almeno secondo i dati dichiarati. La Twingo GT monta il 4 cilindri 1.2 a iniezione diretta di benzina, doppio albero a camme in testa, turbo e intercooler: grazie ad una potenza di 100 CV e ad un peso di 980 kg, raggiunge quasi i 190 km/h, accelera da 0 a 100 km/h in 9,8 secondi ed ha un consumo medio di 5,9 litri per 100 km.

La 500 adotta in effetti una soluzione meno raffinata, il 4 cilindri Fire 1.4 16v a iniezione indiretta, che eroga la stessa potenza della Twingo (100 CV): con un peso in ordine di marcia un poco inferiore (930 kg), raggiunge i 182 km/h, accelera da 0 a 100 km/h in 10,5 secondi e consuma mediamente 6,3 litri per 100 km.

Secondo Infomotori, la principale differenza tra le due motorizzazioni è che la Twingo "spinge" maggiormente ai bassi regimi, mentre la 500 migliora con il salire dei giri; un comportamento, dunque, non proprio da "kart", come confermano anche gli assetti più orientati al confort che alla dinamicità (peraltro solo la 500 ha 4 freni a disco). Evidentemente le sportive "vere" devono ancora arrivare; comunque, rispetto alle relative progenitrici, i risultati sono di tutto rispetto...

Se c'è una certa affinità nel comportamento stradale, diverso invece è l'approccio per quel che riguarda interni e abitacolo. La 500 in allestimento Sport ha un aspetto elegante, con componenti ben assemblati e di buona qualità; la sua forma, però, e la configurazione dell'abitacolo la rendono poco pratica, soprattutto dietro, come avevamo già osservato anche noi vedendola "dal vivo".

La Twingo, che ha una linea in un certo senso più prevedibile, adotta materiali migliori rispetto alla Twingo precedente, ma soprattutto sfrutta meglio della 500 lo spazio inteno: ad esempio, può avere il divano posteriore diviso in due parti indipendenti e scorrevoli, e garantisce ampio spazio per guidatore e passeggeri in rapporto alle dimensioni esterne. Insomma, per avere una Fiat della stessa categoria con interni più spaziosi, meglio puntare sulla Panda...

Infine, una nota sui prezzi: c'è una differenza tra le due vetture di circa 1.000 euro a favore della Twingo GT (che parte da 13.700 euro, con una buona dotazione di serie, contro i 14.500 della 500 Sport 1.4): l'italiana, per il momento, ha ancora un costo da "auto-immagine", e punta molto sulle sue forme emozionali. Vedremo chi la spunterà alla distanza, e in un'ottica internazionale.

  • shares
  • Mail
287 commenti Aggiorna
Ordina: