MINI Federclub 2018: il maxi raduno ai Castelli Romani

Passione e divertimento hanno caratterizzato il quarto raduno dedicato agli appassionati del brand MINI.

Uno schieramento compatto ed eterogeneo di MINI provenienti da tutta Italia ha invaso lo scorso weekend la zona dei Castelli Romani, in occasione del quarto raduno organizzato dal MINI Federclub 2018. Circa 150 le auto presenti, per oltre 300 partecipanti ed un solo comune denominatore: la passione per il brand MINI. Il Federclub Mini Italia conta 31 club sparsi per l'Italia con oltre 1.500 iscritti.

Ricco il programma, a partire dalla gara di regolarità MINIGamingTour di 5 tappe iniziata a Frascati e conclusa ad Anagni, passando per Castelgandolfo, Ariccia, Velletri e Artena. Il tutto condito dalla voglia di divertimento, che ha certamente prevalso sullo spirito competitivo che caratterizza ogni tipo di competizione. L'arrivo era previsto al circuito I.S.A.M. di Anagni, dove la festa è proseguita fino al giorno seguente con le altre attività, che prevedevano turni in pista e prove di abilità nelle aree Skid e Slalom.

Scenografica infine la parata in pista: oltre 2 chilometri con 150 vetture, che hanno sfilato per tutto il circuito di Anagni. Ovviamente c'eravamo anche noi, grazie a MINI Italia che ci ha messo a disposizione una fiammante Countryman John Cooper Works con cui è stato facile fare bella figura nel circuito "casalingo" di Anagni. Tecnico e veloce, il tracciato ideale per esaltare il go-kart feeling tipico del marchio. La Countryman JCW come ci aspettavamo se l'è cavata egregiamente, anche se è stato difficile tener dietro in rettifilo esemplari con scarico elaborato e centraline rimappate.

Eravamo messi bene anche nella gara di regolarità, ma un errore nell'ultima tappa ci ha fatto sfuggire un possibile podio. Peccato, ma non importa: c'è bastato respirare la passione allo stato puro di tutti i partecipanti e l'atmosfera allegra tipica dei raduni organizzati da MINI Federclub. 

  • shares
  • Mail