Smart Cabrio: primo contatto su strada

Smart Cabrio – Il primo contatto con il prototipo della futura ForTwo Cabriolet.

Smart Cabrio – Anche per Smart non c’è due senza tre e la terza generazione della ForTwo si appresta a diventare cabriolet. La nuova Smart Cabrio arriverà sul mercato nella primavera del prossimo anno ma noi abbiamo già avuto occasione di avere un primo contatto su strada con un prototipo della vettura. Le strade di San Francisco in California sono state il luogo ideale per scoprire, in tutti i sensi, la nuova Smart Cabrio.

Come si può facilmente intuire le novità principali sono tutte nella parte alta dell’auto, con un nuovo tetto in tela retraibile che può essere azionato a qualsiasi velocità, da 0 fino ai 155 chilometri orari, velocità massima della futura cabriolet. Questa caratteristica si rivela estremamente comoda durante la guida su strada. Se con una normale cabrio bisogna rallentare, o in alcuni casi fermarsi, per aprire o chiudere la capote, con la nuova Smart ForTwo Cabrio sarà possibile operare il tetto senza doversi preoccupare di nulla.

Con la semplice pressione di un tasto posizionato a fianco alla leva del cambio si può infatti arretrare la capote in maniera automatica, potendo poi, con una pressione aggiuntiva, far scendere anche il vetro posteriore e lasciare l’auto completamente aperta. Nonostante questo il particolare design della Smart ForTwo Cabrio permette di viaggiare in totale comfort anche quando si viaggia scappottati. All’interno dell’abitacolo le turbolenze sono ridottissime, quasi assenti, qualunque sia la modalità di apertura della capote.

Oltre a questo l’abitacolo si rivela davvero silenzioso pur trattandosi di una cabrio ma soprattutto di una segmento A. I tecnici tedeschi ci hanno infatti raccontato come la nuova capote sia stata migliorata dal punto di vista dell’isolamento acustico. Certo la differenza rispetto alla coupé è ancora sensibile ma l’abitacolo si rivela molto più silenzioso rispetto al modello uscente quando si viaggia con la capote chiusa.

Per chi non si accontentasse di richiudere completamente la capote Smart propone la possibilità di eliminare le traverse superiori del tetto creando così un abitacolo totalmente aperto. Come accadeva già nelle precedenti versioni, anche sulla nuova Smart Cabrio le guide della capote si possono staccare semplicemente sganciando un fermo. Una volta tolte dalla carrozzeria è possibile posizionare le due componenti all’interno di un apposito spazio ricavato nel portellone del bagagliaio. Smart ha infatti creato un particolare vano in plastica capace di contenere le due guide così da permettere di staccarle in qualsiasi momento. Questo però influisce negativamente sulla volumetria del bagagliaio che si dimostra irrimediabilmente minore rispetto ai 190 litri della sorella coupé.

Viste le modifiche al tetto anche l’apertura del bagagliaio è stata modificata. Basta infatti premere un tasto per poter abbassare il piccolo portellone inferiore, potendo poi sbloccare la parte bassa della capote per avere una bocca d’accesso più ampia e comoda al vano bagagli: una soluzione davvero pratica che permette di sfruttare al meglio il bagagliaio. Queste soluzioni si abbinano ad un irrigidimento strutturale della parte bassa della vettura resasi necessaria dall’assenza del tetto.

Ciò però non ha appesantito in maniera rilevante la vettura che su strada presenta un comportamento praticamente identico rispetto alla normale Smart ForTwo. Estremamente agile grazie ad uno sterzo leggero e ad un diametro di sterzata ridottissimo, la Smart ForTwo Cabrio è stabile anche alle alte velocità ma si fa apprezzare al meglio nel traffico ed in città, permettendo facili manovre anche in spazi estremamente ridotti.

Il prototipo protagonista del nostro primo contatto montava il più potente dei motori che Smart proporrà a listino, il 900 turbo da 90 cavalli e 135 Nm abbinato all’automatico Twinamic a doppia frizione. Le prestazioni in questo caso sono molto buone: l’auto accelera rapidamente e propone una buona ripresa anche ad andature elevate. Oltre alla versione da 90 cavalli la nuova Smart Cabrio sarà però disponibile anche nelle versioni aspirate con il tre cilindri 999 cc da 61 o 71 cavalli, ricopiando interamente la gamma dell’attuale coupé. I clienti potranno infine scegliere la propria Smart ForTwo Cabrio con trasmissione manuale oltre che con l’automatico doppia frizione TwinAmic.

Ultime notizie su Smart

Smart viene fondata nel 1994 ed è un’azienda parte del gruppo Daimler, specializzata nella produzione di utilitarie. La sua nascita coincide con il lancio della società MCC</stron [...]

Tutto su Smart →