Citroen C5 CrossTourer

Le sospensioni Idrattive III+ regalano alla Citroen C5 CrossTour una luce a terra maggiorata di qualche centimetro. E' la risposta francese alle station wagon d'impronta campagnola. A queste ultima si conforma per il nuovo pacchetto stilistico.

Citroen C5 CrossTourer

La Citroen C5 segue il filone delle vetture d’impronta ‘campagnola’ e debutta pertanto in versione CrossTourer, allestimento riservato alla station wagon e che verrà introdotto al salone di Ginevra (4-16 marzo). I tecnici del Double Chevron replicano in tal modo un’operazione ormai collaudatissima. Loro compito prevede il disegnare nuovi elementi estetici e raccordarli al corpo vettura della C5, che prevede ora nuove barre al tetto di colore grigio opaco, profili sui parafanghi, calotte degli specchi laterali ad effetto cromato, cerchi in lega da 18 pollici – anch’essi ad effetto opaco – e soprattutto gli scivoli a protezione dei paraurti. L’elaborazione è completata dall’assetto rialzato di 15 mm.

Quest’ultimo mantiene la posizione fino a 70 km/h, soglia oltre la quale le sospensioni Idrattive III+ restituiscono un’impostazione di tipo stradale. Il conducente può inoltre selezionare due impostazioni: fino a 10 km/h è infatti possibile rialzare l’assetto di ben 6 centimetri, mentre fino a 40 km/h la Citroen C5 CrossTour calza ‘trampoli’ alti 4 centimetri. La francese può in tal modo superare ostacoli oppure facilitare l’accesso al bagagliaio. Il sistema Intelligent Traction Control permette di ottimizzare la motricità su fondi a scarsa aderenza, il sistema di navigazione eMyWay si abbina alla retrocamera di parcheggio ed il sedile del conducente offre la regolazione lombare elettrica e la funzione massaggio. Gli interni sono rivestiti in pelle.

  • shares
  • Mail