Gli agenti della scorta di Hilary Clinton non pagano il parcheggio? Scatta la multa

Diplomatici statunitensi hanno collezionato infrazioni non pagate per oltre 7.5 milioni di sterline. Hilary Clinton ha invece saldato entro i tempi previsti, ricevendo anche uno sconto.

La severità del Westminster City Council non risparmia nemmeno un’ex First Lady ed attuale potentissimo Segretario di Stato. Lo ha recentemente scoperto Hillary Clinton, impegnata a Londra dove ha ricevuto un riconoscimento per il suo ‘significativo contributo alla diplomazia internazionale’. L’episodio si è svolto giovedì e viene raccontato dal Daily Mail. Clinton si trovava nel prestigioso istituto Chatham House, in St. James Square, zona nella quale un parcheggio costa ben 3.3 sterline (circa 4 euro) l’ora. Fuori dall’edificio c’erano i dieci agenti della sua scorta e le loro cinque automobili.

Uno di loro non ha evidentemente pagato la tariffa, beccandosi una multa da 80 sterline. Alcuni membri della scorta avrebbero cercato di rimediare alla figuraccia, mostrando i propri distintivi ed auspicando un atto di clemenza. L’agente si è tuttavia dimostrato irremovibile. “Le autorità hanno rispettato il loro dovere – spiega Daniel Astaire, consigliere della municipalità di Westminster, intervistato dal Daily Telegraph –. L’automobile è rimasta parcheggiata per 45 minuti senza che nessuno pagasse, motivo più valido per giustificare la sanzione”.

Un membro della delegazione ha poi provveduto a saldare l’importo, decurtato del 50% in quanto pagato entro il limite dei 14 giorni. Molti colleghi di miss Clinton non si sono tuttavia comportanti in maniera altrettanto ligia e rispettosa. Il Daily Mail scrive infatti che diplomatici statunitensi hanno raccolto 66.372 infrazioni negli ultimi dieci anni e nella sola città di Londra, per un totale – ovviamente non pagato – superiore alle 7.5 milioni di sterline.

Ultime notizie su General

General

Tutto su General →