GP Turchia 2020, qualifiche: Stroll in pole position, male le Ferrari

Una rocambolesca sessione di qualifiche, condizionata dalla pioggia, ci regala un Lance Stroll alla prima pole position della carriera. Prima fila completata da Max Verstappen, male le Ferrari

Sessione di qualifiche all'Istanbul Park dominate dal caos, dovuto principalmente alle avverse condizioni meteo che hanno colpito il tracciato turco. La prima parte delle qualifiche è stata segnata da un paio di bandiere rosse che hanno annullato il Q1 per molti minuti, poi con la bandiera verde abbiamo assistito a una danza delle monoposto alle prese con una scarsa aderenza su una pista completamente allagata. In questo scenario si sono esaltate delle monoposto e dei piloti che di solito hanno fatto fatica in questa stagione, l'unica costante è stata la difficoltà vissuta dagli uomini in rosso. Le Ferrari, infatti, dopo un ottimo venerdì e un sabato mattina, sono sprofondate alla prima pioggia, cancellando quanto di buono fatto fino a quel momento. La pole postion va a sorpresa a Lance Stroll su Racing Point. Per il canadese si tratta della prima pole in carriera, accanto a lui partirà l'altro mattatore del GP di Turchia - fino ad ora - Max Verstappen.

Q1 da incubo


La sessione è stata interrotta due volte dalla bandiera rossa, dopo l'ennesima ripartenza Kevin Magnussen, Daniil Kvyat, George Russell, Romain Grosjean e Nicholas Latifi sono stati eliminati. A rischio taglio anche Lewis Hamilton, davvero in affanno con la sua Mercedes, che ha concluso solo al quattordicesimo posto. Con le gomme da bagnato i migliori del lotto sono stati Max Verstappen (1:57.485), Alexander Albon (+1.946) e Kimi Raikkonen (+3.764).

Q2: le Ferrari vengono escluse


Durante la Q2 i grandi esclusi sono i due Ferraristi, la SF1000 è sembrata davvero in difficoltà con le condizioni di pista da bagnato, con Sebastian Vettel più caparbio nel tentativo di raggiungere la Q3 rispetto al suo compagno di Team, Charles Leclerc. Per il tedesco alla fine arriva il dodicesimo posto sulla griglia, il monegasco non va oltre il quattordicesimo. Gli altri esclusi sono: Lando Norris, Carlos Sainz e Pierre Gasly. Il leader del Q2 è ancora una volta Max Verstappen (1:50.293), seguito da Alexander Albon (+1.989) e Lewis Hamilton (+2.416). Ottime le prestazioni delle Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi, entrambe nel Q3 per la prima volta in stagione.

Q3: Stroll conquista la pole position


Con una pista che migliora dopo ogni passaggio, i dieci piloti arrivati nel Q3 si dividono fra chi azzarda la scelta della gomma intermedia e chi continua a correre con quella da bagnato. Alla fine la scelta ideale è quella dell'intermedia, come dimostrato da Lance Stroll, che sorprende tutti e si porta a casa la prima pole position della carriera. Il canadese partirà la domenica dalla piazzola privilegiata grazie a un crono di (1:47.765), beffando di pochi decimi di secondo Max Verstappen (+0.290). La seconda fila viene aperta da Sergio Perez su Racing Point e chiusa da Alexander Albon su Red Bull. Quinto tempo per Daniel Ricciardo (Renault) e solamente sesto Lewis Hamilton (Mercedes). Quarta fila per Esteban Ocon (Renault) e Kimi Raikkonen (Alfa Romeo). Chiudono la top ten Valtteri Bottas (Mercedes) e Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo).

  • shares
  • Mail