Formula 1: il nuovo possible calendario

Cina e Vietnam slitterebbero alla fine della stagione, salterebbe la pausa estiva e si correrebbe a Zandvoort ad agosto


Formula 1, FOM, team e promotori hanno elaborato un nuovo calendario a seguito dell’emergenza del Coronavirus, che ripartirebbe dal Gran Premio dell’Azerbaigian. Nel nuovo programma sarebbero invece soppressi i Gran Premi di Spagna e di Monaco, oltre ad essere eliminata la pausa estiva. Zandvoort si recupererebbe infatti ad Agosto, in Cina, e l’appuntamento del Vietnam slitterebbe alla fine della stagione grazie al rinvio di Abu Dhabi.


La scorsa notte Chase Carey si era riunito con i rappresentanti dei dieci team, con la FIA e con le autorità locali per decidere l’annullamento, arrivato ufficialmente stamane, del Gran Premio d’Australia. Carey era arrivato ieri in Australia dal Vietnam, dove aveva viaggiato per discutere proprio sulla fattibilità del terzo Gran Premio del Calendario. E Liberty Media sembrerebbe stia già studiando un redistribuzione di tutta la stagione.


In questo momento parliamo solo dei problemi di questo fine settimana. Posso solo dire che sono appena tornato dal Vietnam e ovviamente stiamo parlando con in partner delle prossime gare, Presto avremo un bilancio per gli eventi più vicini, come Bahrein e Vietnam”, ha commentato ieri Carey.


Il Gran Premio del Bahrein sarebbe cancellato e ci proverebbe a disputare quello del Vietnam a fine stagione. la prima gara del nuovo calendario di Formula 1 sarebbe quella di Baku, il prossimo 7 giugno. 3 mesi di stop darebbero così alla FIA e a Liberty Media il tempo necessario per controllare una situazione così complicata.


Se le circostanze dovessero migliorare e se si dovessero poter realizzare questa nuova riorganizzazione, l’idea sarebbe di saltare la pausa estiva e correre in Belgio ad agosto. In questo modo Abu Dhabi si sposterebbe dal 29 novembre al 13 dicembre per lasciare spazio nelle settimane anteriori agli eventi di Vietnam e Cina.

  • shares
  • Mail