Porsche diventerà più elettrica, ma la 911 continuerà a rombare

Prosegue il processo di elettrificazione della gamma Porsche, ma gli appassionati possono stare tranquilli: la 911 continuerà ad avere il motore a combustione interna.

Porsche è abituata a guardare al futuro, ma non rinuncia al legame con la tradizione. In un'intervista diffusa sul canale ufficiale, Oliver Blume (CEO della casa tedesca) conferma che la produzione del marchio di Stoccarda diventerà ancora più sostenibile nei prossimi anni, con motori a combustione sempre più efficienti e con l'arrivo di nuovo modelli ibridi ed elettrici.

Dal 2014 il celebre produttore di auto sportive ha ridotto le emissioni di CO2 per veicolo di oltre il 75%. I risultati della gamma saranno ulteriormente migliorati nel medio periodo, come conferma indirettamente lo stesso manager: "Circa il 50% di tutte la vetture Porsche potrebbe essere venduto con trazione elettrica o ibrida entro il 2025. Non possiamo fermare la marcia verso l'elettromobilità. Tuttavia, offriremo sempre motori a combustione, in particolare sulla 911".

Una scelta giusta e doverosa, specie per il modello più iconico di Porsche, cui il tipico ruggito e le specifiche modalità di erogazione della potenza regalano un fascino speciale, che una vettura elettrica non saprà mai avere. Dice Blume: "Porsche rimarrà innovativa e dinamica, diventando contemporaneamente sempre più efficiente. I clienti non acquistano un'auto sportiva solo perché vogliono guidare velocemente. La nostra nuova Taycan conferma la tesi. Questa vettura vanta valori di accelerazione eccezionali e una dinamica di guida fantastica, ma allo stesso tempo produce emissioni zero ed è quasi silenziosa durante la marcia".

  • shares
  • Mail