Skoda Kodiaq restyling 2021: novità, motori e allestimenti

La SUV a sette posti ceca riceve il suo primo aggiornamento con novità estetiche, meccaniche e di equipaggiamento 

La Skoda Kodiaq arriva al suo primo restyling, che è accompagnato da un aggiornamento tecnico con l’arrivo di nuovi equipaggiamenti e nuove motorizzazioni, come per la versione sportiva RS che perde il suo motore biturbo diesel a favore del 2.0 litri TSI 245 CV a benzina.

Il SUV ceco a sette posti è stata l’auto con cui Skoda ha iniziato la sua nuova offensiva nel segmento dei SUV, una gamma che ora conta fino a cinque SUV se si conta la Kushaq del mercato indiano. Svelata nel 2016, da allora sono state prodotte più di 600.000 unità della Kodiaq in Repubblica Ceca, India, Russia e Cina. La nuova Skoda Kodiaq sarà commercializzata nella seconda metà del 2021.

Dimensioni e ritocchi estetici

Le dimensioni e la configurazione dell’auto non variano. Rimane quel SUV lungo 4,70 metri con tre file di sedili e fino a sette posti. In termini di design, le principali modifiche si concentrano sulla parte anteriore. Sebbene le basi non cambino, i fari sono resi un po ‘più fini e con finiture intermedie. Inoltre è possibile equipaggiarla con i fari con tecnologia LED Matrix.

La griglia è ora più piccola, ma anche più verticale con l’obiettivo di dare una continuità estetica con il SUV elettrico della casa, la Skoda Enyaq. Una caratteristica questa che si può vedere anche nei nuovi fanali posteriori, che nel caso della RS sono completati da una striscia riflettente che percorre l’intera larghezza dell’auto.

I paraurti anteriore e posteriore sono stati ridisegnati, così come il nuovo spoiler posteriore nero lucido e le ali ai lati del lunotto, sono di nuova concezione e riducono la resistenza aerodinamica. La Kodiaq RS è ora dotata di un paraurti anteriore dal design chiaramente differenziato, in linea con il suo posizionamento più sportivo.

Le novità dentro: gli interni

A bordo della nuova Skoda Kodiaq le modifiche non sono così evidenti come sul frontale. Oltre a nuove strisce decorative, cuciture a contrasto aggiuntive e funzioni di illuminazione ambientale a LED migliorate, la novità principale è l’arrivo di un quadro strumenti digitale. Soprannominato Virtual Cockpit, è uno schermo da 10,25 pollici con quattro diverse impostazioni ed è disponibile come opzione per la maggior parte dei modelli, ma viene fornito di serie sul Kodiaq RS.

Il touchscreen centrale del sistema di infotainment è invece da 8 pollici di serie, da 9,2 pollici negli allestimenti più completi. Il sistema di infotainment ora dispone degli aggiornamenti, delle mappe e del software in remoto (over the air). Da notare che ora le prese USB sono di tipo USB-C e la ricarica ad induzione dello smartphone è opzionale.

Il nuovo Kodiaq dispone anche dei servizi connessi e si può collegare un calendario personale di Google al sistema, che è compatibile con Android Auto, Apple CarPlay e MirrorLink. I servizi connessi consentono l’accesso remoto al veicolo tramite app (blocca e sblocca le porte, mostra la posizione dell’auto su una mappa o attiva la funzione ‘Honk & Flash’ per facilitare la posizione del veicolo in un ampio parcheggio).

La gamma di opzioni del nuovo SUV comprende sedili “ergonomici in pelle traforata”, con regolazione elettrica, ventilazione e funzione di massaggio, nonché lo stereo Canton da 575 W, che ora ha dieci altoparlanti invece di otto, oltre al binario centrale nel cruscotto e al subwoofer nel bagagliaio.

Novità meccaniche

La nuova Skoda Kodiaq rinnova anche la sua gamma di motori con le unità EVO del gruppo Volkswagen, sia diesel che benzina.

I due motori diesel e i tre benzina hanno potenze che vanno da 150 CV a 245 CV. I due diesel emettono fino all’80% in meno di ossidi di azoto (NOx), grazie al trattamento dei gas di scarico a “doppio dosaggio”. In concreto si tratta di un sistema che inietta AdBlue davanti a due catalizzatori SCR disposti uno dopo l’altro. Il modello base 1.5 TSI, dotato di disattivazione dei cilindri, è l’unica variante disponibile con cambio manuale a 6 marce e trazione anteriore. La trasmissione DSG a 7 velocità è di serie per tutte le altre varianti, mentre la trazione integrale è di serie per le versioni da 190 CV in su. Per quanto riguarda la motorizzazione ibrida plug-in, già disponibile sulle cugine Seat Tarraco e Volkswagen Tiguan Allspace, bisognerà attendere il 2022.

Il top di gamma della Skoda Kodiaq è composto dalle finiture Lauren & Kliment, dall’aspetto lussuoso, e dalla Kodiaq RS, dal taglio più sportivo ed esuberante. Nel caso della RS, abbandona il biturbo diesel da 240 CV dell’attuale modello a favore dell’unità benzina 2.0 TSI EVO del Gruppo Volkswagen. Sviluppa 245 CV ed è circa 60 kg più leggera del TDI. È abbinato esclusivamente al nuovo cambio automatico DSG a 7 marce, a sua volta più leggero di 5,2 kg. 

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Skoda

Skoda viene fondata nel 1925 ed è un’azienda automobilistica ceca, di proprietà del gruppo Volkswagen. Iniziò la propria avventu [...]

Tutto su Skoda →