General Motors: arriva il nuovo sistema per la guida semi-autonoma

Rispetto al suo predecessore lanciato appena pochi anni fa promette funzioni ancora più avanzate e sofisticate.

Negli ultimi anni, General Motors ha aumentato i suoi investimenti nella ricerca e nello sviluppo di sistemi di guida autonoma. Dopo aver proposto il sistema Super Cruise sui propri modelli, il colosso americano rilancia con il nuovo ed avanzatissimo dispositivo Ultra Cruise che rispetto al suo predecessore lanciato appena pochi anni fa promette funzioni ancora più avanzate e sofisticate.

Guida senza mani sul volante

General Motors ha dichiarato che il nuovo Ultra Cruise rappresenta un passaggio fondamentale per raggiungere l’agognato obiettivo “zero incidenti, zero emissioni e zero ingorghi stradali“. Questo inedito sistema elettronico è stato appositamente sviluppato per garantire una guida senza il bisogno di utilizzare le mani sul volante in circa “il 95% degli scenari di guida”, ovvero nei contesti urbani, sui tratti autostradali e  sulle strade extraurbane.

Solo in USA e Canada

Purtroppo, il software utilizzato dall’Ultra cruise supporta esclusivamente le strade degli Stati Uniti e del Canada, di conseguenza non potrà essere utilizzato in Europa e in Italia, almeno per quanto riguarda gli esemplari di importazione parallela. Secondo le informazioni diffuse da GM, il nuovo dispositivo avrà in memoria oltre 3,2 milioni di chilometri di strade che nel prossimo futuro aumenteranno fino a quota 5,5 milioni di chilometri.

Come funziona

L’Ultra Cruise è dispositivo molto sofisticato che sfrutta un computer di appena 5 mm in grado di aggiornarsi frequentemente a distanza (over-the-air) in modo da implementare con il passare del tempo le proprie funzioni e servizi. Il “cervello” del dispositivo sarà inoltre in grado di inviare alla General Motors eventuali problemi e disservizi con l’obiettivo di migliorare in maniera costante le sue funzionalità.

Come la maggior parte dei cruise control adattivi, anche l’Ultra Cruise sfrutta una combinazione di telecamere, radar e LIDAR, in grado di elaborare in tempo reale un’accurata ricostruzione dell’ambiente in 3D e a 360°. Teniamo a precisare che l’Ultra Cruise non farà completamente a meno del conducente, quindi non si tratta di un sistema di guida 100% autonoma. In determinate situazioni di guida, il sistema avviserà il conducete quando sarà il momento di riprendere il controllo del volante e della guida in generale.

Il debutto nel 2023

I primi modelli che porteranno in dote questo nuovo dispositivo saranno le Cadillac che verranno distribuite dal 2023 in avanti. Ricordiamo invece che il Super cruiser è stato proposto per la prima volta sulle vetture premium del Gruppo americano, ovvero le Cadillac Escalade e CT6.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →