Peugeot 308 2021: gamma, dotazioni e prezzi

La “segmento C” di riferimento per il Marchio del Leone che si rinnova nei contenuti e nelle dotazioni hi-tech. Nuovi modelli-chiave e lo sviluppo di strategie ad hoc hanno consentito a Peugeot di raggiungere la più elevata quota di mercato degli ultimi 18 anni in Italia.

Il “restyling” prende forma con un sostanziale upgrade in materia di dotazioni ed equipaggiamenti. E questo si concretizza nel ricorso ad una nuova offerta di gamma, che si articola su tre livelli di allestimento e quattro “pacchetti” di accessori funzionali alle varie configurazioni, inediti dettagli esterni, il ricorso alle dotazioni di comfort ed ai sistemi di multimedialità “new gen”, un articolato assortimento di accessori e la disponibilità di sistemi ADAS di classe superiore. Il tutto viene condensato nelle proporzioni compatte che ne fanno uno dei modelli “centrali” per Peugeot nel supercompetitivo segmento C, che in Europa costituisce, insieme alla corrispondente fascia “a ruote alte”, uno dei settori automotive di primo piano.

Ecco, in estrema sintesi, la carta d’identità di Peugeot 308 2021, proposta in Italia nelle varianti berlina 5 porte “Hatchback” e Station Wagon e disponibile da alcune settimane.

Gli allestimenti di gamma


Peugeot 308 berlina e Station Wagon 2021 vengono declinate in tre configurazioni di allestimento:


  • Active

  • Allure

  • GT.


A sua volta, ciascuna delle proposte di lineup presenta dei “pacchetti” di dotazioni supplementari:


  • Active Pack ed Active Business

  • Allure Pack

  • GT Pack.



Ecco quanto costa


Di seguito il dettaglio dei prezzi di vendita “chiavi in mano”

in funzione degli allestimenti.

Peugeot 308 2021


Versioni benzina



  • Peugeot 308 PureTech Turbo 110 S&S. Active: 22.700 euro

  • Peugeot 308 PureTech Turbo 13 S&S. Active: 23.350 euro; Active Pack: 23.850 euro; Allure: 25.850 euro; Allure Pack: 26.350 euro; GT: 28.350 euro

  • Peugeot 308 PureTech Turbo 130 EAT8 S&S. Allure: 27.850 euro; Allure Pack: 28.350 euro; GT: 30.350 euro; GT Pack: 31.850 euro.


Versioni turbodiesel



  • Peugeot 308 BlueHDi 130 S&S. Active: 25.350 euro; Active Pack: 25.850 euro; Active Business: 27.350 euro; Allure: 27.850 euro; Allure Pack: 28.350 euro; GT: 30.350 euro

  • Peugeot 308 BlueHDi 130 EAT8 S&S. Active Business: 29.350 euro; Allure: 29.850 euro; Allure Pack: 30.350 euro; GT: 32.350 euro; GT Pack: 33.850 euro.


Peugeot 308 SW 2021


Versioni benzina



  • Peugeot 308 SW PureTech Turbo 110 S&S. Active: 23.700 euro

  • Peugeot 308 SW PureTech Turbo 130 S&S. Active: 24.350 euro; Active Pack: 24.850 euro; Allure: 26.850 euro; Allure Pack: 27.350 euro; GT: 29.350 euro

  • Peugeot 308 SW PureTech Turbo 130 EAT8 S&S. Allure: 28.850 euro; Allure Pack: 29.350 euro; GT: 31.350 euro; GT Pack: 32.850 euro.


Versioni turbodiesel



  • Peugeot 308 SW BlueHDi 130 S&S. Active: 26.350 euro; Active Pack: 26.850 euro; Active Business: 28.350 euro; Allure: 28.850 euro; Allure Pack: 29.350 euro; GT: 31.350 euro

  • Peugeot 308 SW BlueHDi 130 EAT8 S&S. Active Business: 30.350 euro; Allure: 30.850 euro; Allure Pack: 31.350 euro; GT: 33.350 euro; GT Pack: 34.850 euro.



I principali equipaggiamenti di serie


“Voce per voce”, ecco la composizione degli elementi estetici, abitacolo, multimediali e di ausilio attivo che compongono l’allestimento “base” (Active) di Peugeot 308 2021.

Esterni



  • Cerchi in lega “Quartz” da 16”

  • Luci diurne a Led

  • Maniglie porta e gusci degli specchi retrovisori in tinta carrozzeria

  • Specchi retrovisori a comando elettrico di riscaldamento e regolazione

  • Cornici finestrini in nero.


Abitacolo e dotazioni comfort



  • Rivestimenti interni in tessuto “Meco Mistral”

  • Volante multifunzione, rivestito in pelle, e regolabile in altezza ed in prodfondità

  • Sedile conducente provvisto di regolazione lombare

  • Sedili anteriori regolabili in altezza

  • Quattro alzacristalli elettrici a comando sequenziale e con funzione antipizzicamento

  • Bracciolo centrale anteriore

  • Pack visibilità ((parabrezza a isolamento acustico, accensione automatica proiettori e tergicristalli, retrovisore interno elettrocromatico e Follow Me Home automatico)

  • Vano portaguanti refrigerato

  • Presa da 12V (fino a 120W di potenza) nella consolle centrale

  • Climatizzatore automatico bi-zona

  • Sensori di parcheggio posteriori

  • Chiusura porte centralizzata con telecomando

  • Regolatore e limitatore di velocità programmabile.


Dispositivi di sicurezza attiva



  • Abs con Ref, Afu ed Esp (include Hill Assist)

  • Accensione automatica delle luci di emergenza in caso di forte decelerazione

  • Airbag conducente e passeggero (con disattivazione a chiave), laterali doppi ed a tendina (due)

  • Fissaggi Isofix

  • Kit riparazione pneumatici.


Infotainment



  • Modulo Peugeot i-Cockpit con Head-up Digital Display da 10”

  • Schermo touch capacitivo da 9.7”

  • Impianto audio trituner digitale con comandi al volante, sei altoparlanti, presa MP3 ed Usb, connettività Bluetooth e presa Aux-in.



È fra le protagoniste del new deal Peugeot


Peugeot 308

è, al pari della “sorellina” 208 e dei SUV e crossover 2008 e 3008, fra le vetture che meglio hanno impersonato il “nuovo corso” di Peugeot nel terzo Millennio. Introdotta sul mercato nel 2007 con la prima generazione ed evoluta nel 2013 in una seconda serie, è uno dei “simboli” del new deal di Sochaux in materia di ottimizzazione dei processi di produzione, ricorso a piattaforme modulari finalizzate anche al mantenimento di ingombri esterni “all’europea” e nel contempo all’aumento dell’abitabilità, downsizing, elevate capacità di trasporto bagagli e sviluppo dei sistemi di digitalizzazione e connettività.

Nuova 308, l’estetica: dettagli che puntano all’eleganza


All’esterno

, fra le novità di Peugeot 308 2021 si segnalano la disponibilità dell’inedita tinta carrozzeria Blu Vertigo a finitura tristrato, l’opzione della finitura diamantata per i cerchi in lega “Zyrcon” da 16” relativi all’allestimento Allure, ed il “Black Pack” (a richiesta per la lineup 308 GT Pack) che comprende una finizione in nero lucido (anziché nel consueto cromato) per calandra e “badge” anteriore, cerchi in lega “Black Saphir”, barre portatutto longitudinali per la variante Station Wagon, cornici indicatori di direzione, fendinebbia e finestratura laterale.

Tecnologie di ultima generazione


È tuttavia “sotto” che Peugeot 308 mette in evidenza l’ulteriore passo in avanti tecnologico compiuto dai tecnici di Sochaux. Ci si riferisce, nello specifico, all’adozione del pannello strumenti digitale Peugeot i-Cockpit, che equipaggia di serie l’intera gamma: un display HD da 10”, che integra le più recenti evoluzioni di configurazione grafica proposte sulle nuove generazioni di Peugeot 208 e Peugeot 2008, ed abbinato allo schermo touch centrale di tipo capacitivo. Quest’ultimo elemento, funzionale al controllo dell’infotainment, prevede a sua volta la funzione “Mirror Screen” per il trasferimento delle principali App dello smartphone utente nel display centrale, attraverso un sistema di connettività compatibile con gli standard Mirrorlink, Apple CarPlay ed Android Auto.

Il sistema di navigazione 3D Connected Navigation, provvisto di riconoscimento vocale e connessione ai servizi TomTom Traffic, si incarica di monitorare le condizioni del traffico in tempo reale

I sistemi di ausilio attivo alla guida


L’attenzione alla sicurezza

si traduce, a bordo di Peugeot 308 2021, in un assortimento di sistemi ADAS di livello superiore. La disponibilità contempla, fra gli altri:


  • Cruise Control adattivo con funzione Stop (nei modelli con EAT8) o con funzione 30 km/h per le versioni a cambio manuale, ed adeguamento automatico (fino alla completa fermata della vettura) della distanza dal veicolo che precede

  • Visiopark con telecamera posteriore a 360 gradi e funzione Park Assist

  • Active Safety Brake, sistema di frenata autonoma d’emergenza con rilevamento diurno e notturno di pedoni e ciclisti ad un range di velocità compreso fra 5 km/h e 140 km/h, e Distance Alert (avviso di rischio di collisione)

  • Active Lane Departure Warning, svincolato dall’attivazione del Cruise Control adattivo e funzionale a velocità superiori a 65 km/h

  • Driver Attention Alert di avviso al conducente nel caso di distrazione alla guida (mediante la costante analisi dei più piccoli movimenti del volante), anch’esso attivo da 65 km/h

  • High Beam Assist, cioè il sistema di commutazione automatica tra fari abbaglianti ed anabbaglianti

  • Speed Limit Detection di rilevamento e lettura segnali stradali con suggerimento del limite di velocità

  • Active Blind Corner Assist di controllo degli angoli ciechi, con correzione attiva della traiettoria, a velocità della vettura superiori a 12 km/h

  • Freno di stazionamento elettrico (di serie sulle versioni equipaggiate con il cambio automatico EAT8).


Le motorizzazioni benzina e diesel


Sotto il cofano

, l’upgrade in chiave 2021 di Peugeot 308 comporta l’aggiornamento delle unità motrici benzina e turbodiesel in ordine al rispetto dei più recenti standard europei sulle emissioni. L’intera proposta delle unità motrici è Euro 6, e dichiara valori di CO2 WLTP che partono da 113 g/km per la versione a gasolio BlueHDi 130 S&S (nelle due varianti berlina 5 porte e Station Wagon).

Nello specifico, la gamma di motori a benzina si articola sulle due proposte 1.2 PureTech 110 e 130 a tre cilindri (con cambio manuale sei rapporti ed automatico EAT ad 8 rapporti) e PureTech 263 S&S a quattro cilindri (cambio manuale a sei rapporti), quest’ultimo dedicato alla versione sportiva di punta GTi da 263 CV.

Le versioni turbodiesel vengono rappresentate dal 1.5 BlueHDi 130, anch’esso con cambio manuale a sei rapporti oppure EAT8 a seconda della configurazione di gamma.


Un marchio in crescita, anche nelle difficoltà


La nuova edizione 2021 di Peugeot 308 giunge proprio mentre i vertici del “Leone” iniziano a tirare le somme dei risultati 2020. Un anno che, c’è da scommetterci, si farà ricordare a lungo per l’emergenza sanitaria mondiale, il lockdown di inizio primavera, il crollo dei consumi nel (purtroppo) “famoso” trimestre marzo-aprile-maggio 2020, la lenta ripresa e, in pieno autunno 2020, la recrudescenza dei contagi che tiene il mondo nuovamente con il fiato sospeso.

Stop alla produzione, concessionarie chiuse, catena della fornitura sospesa hanno, nei mesi di lockdown, fatto sì che la filiera dell’auto abbia subito un contraccolpo particolarmente grave dalla pandemia da Covid-19. I “big player” hanno tuttavia da subito organizzato contromisure “personali” volte a non perdere quel poco di proseguimento delle proprie attività commerciali che potevano essere portate comunque avanti, e rivolte soprattutto all’organizzazione di nuovi servizi di vendita e post-vendita anche da remoto.

Contestualmente, in ordine all’avvio della fase di ripresa il Governo aveva stanziato nuove somme, sotto forma di ecoincentivi, a beneficio dell’immatricolazione di autovetture con emissioni di CO2 comprese fra 91 e 110 g/km: 100 milioni di euro per la ormai famosa “terza fascia” (vetture benzina e diesel Euro 6), resi disponibili dal 1 settembre 2020 e tuttavia andati esauriti in pochi giorni. Questo provvedimento aveva dato una sostanziosa boccata d’ossigeno al settore dell’auto, ma l’esaurimento dei fondi ha già fatto sentire i propri effetti (le nuove immatricolazioni di ottobre 2020 in Italia sono tornate “in negativo”).

Incertezza fra i clienti


Ne deriva, sottolineano i vertici Peugeot Italia, una diffusa incertezza fra i consumatori: il momento è cruciale per la mobilità privata (l’emergenza sanitaria, e l’attenzione agli spostamenti con i mezzi di trasporto pubblici, determinano una nuova richiesta di veicoli per la mobilità individuale); per converso, rifinanziamenti, rimodulazione delle fasce di incentivi e precoce esaurimento dei fondi a disposizione dei consumatori non sono di aiuto ai clienti per la pianificazione di una spesa importante come da sempre è quella relativa all’automobile.

Iniziative private


Da qui, la messa in pratica di pieni privati di agevolazione all’acquisto di una nuova auto, individuati e organizzati da gran parte delle Case costruttrici. Peugeot, nello specifico, ha, già a partire da luglio 2020, varato il programma “Ecobonus Peugeot” di “spinta” all’acquisto di modelli provvisti di sistemi di alimentazione termica (anche senza obbligo di rottamazione) ed esteso anche al comparto dei veicoli commerciali (per quest’ultimo settore, si segnalano anche l’introduzione di un leasing ad un tasso del 2,99% ed il “lancio” dei Van elettrici e-Expert, già disponibile alle ordinazioni in Italia, ed e-Boxer svelato ad agosto 2020).

A ciò si aggiunge una marcata attenzione verso nuove soluzioni alternative all’acquisto dell’automobile promosse da Peugeot, come ad esempio il servizio di noleggio “Free2Move Lease” (già scelto, rilevano i vertici della filiale nazionale di Sochaux, dal 28% dei clienti italiani per la gamma LEV di Peugeot). Se a questo si considera la formula di finanziamento “i-Move” e l’intera lineup di modelli, Peugeot Italia calcola che nel complesso un cliente su due sceglie di affidarsi ad una delle modalità di possesso alternative al “tradizionale” acquisto di una nuova auto.

Una gamma di successo


Nonostante le difficili condizioni economiche e sociali che interessano il 2020, lo studio di soluzioni ad hoc e la commercializzazione di nuovi modelli hanno consentito a Peugeot di consolidare la propria presenza nel mercato italiano. Cifre alla mano, ciò si traduce nell’avere raggiunto, relativamente ai primi dieci mesi 2020, un’incidenza del 6% sul totale del circolante di nuova immatricolazione: valore percentuale che denota la quota di mercato più elevata negli ultimi 18 anni per Peugeot in Italia.

Questo risultato, osserva il management Peugeot Italia, è stato reso possibile anche in virtù della commercializzazione di nuovi modelli-chiave per il marchio che fa capo a Psa, come ad esempio la nuova generazione di Peugeot 208 (eletta Auto dell’Anno 2020), la nuova serie di Peugeot 2008 (recentemente eletto Auto Europa 2021 dalla giuria Uiga-Unione Italiana Giornalisti dell’Automobile) e le nuove varianti elettrificate.

Leader nelle vendite in Italia è proprio la rinnovata Peugeot 208, che nei primi dieci mesi 2020 è già stata scelta da più di 23.000 clienti; segue, a ruota, il compact-Suv 2008 (circa 20.000 unità vendute).

Ulteriori modelli consentono a Peugeot di mantenere una penetrazione di mercato sostanzialmente molto buona: dal popolare “Sport Utility” 3008 all’”ammiraglia” 5008, proposti anche con le nuove alimentazioni ibride plug-in ed entrambi sul podio dei rispettivi segmenti.

Le novità elettrificate


Per rimanere in tema di elettrificazione, attualmente articolata su sette varianti fra modelli 100% elettrici (Peugeot e-208 su tutti, e da giugno 2020 anche Peugeot e-2008 che ha raggiunto una quota del 14% nella propria fascia) ed hybrid plug-in (fra cui ci sono la nuova 508 ed il nuovo 3008, entrambi oltre il 10% nei rispettivi segmenti) ed orientati sui segmenti di mercato più richiesti nonché nel settore veicoli commerciali, Peugeot sottolinea il raggiungimento dell’8,2% di quota di mercato 100% elettrica e plug-in hybrid (LEV).

  • shares
  • Mail