Nissan RE-LEAF: il prototipo per le catastrofi naturali

La Casa di Yokohama mostra le possibilità della Leaf che diventa una mini stazione elettrica mobile di ausilio


Nissan ha presentato una nuova concept car basata sulla compatta elettrica Leaf, con l’obiettivo di mostrare le capacità di un veicolo elettrico (EV) nel fornire energia in caso di calamità naturale o condizioni meteorologiche estreme.


La RE-LEAF è dotata di una serie di prese resistenti alle intemperie montate sulla carrozzeria, che consentono di alimentare, attraverso la batteria dell’auto, le apparecchiature mediche, di comunicazione, di illuminazione o di altro supporto. Per permettere alla RE-LEAF di accedere alle zone affette da calamità, è stata inoltre equipaggiata con sospensioni rialzate e protezioni, passaruota personalizzati e ruote da 17 pollici con pneumatici per tutti i terreni.



Nissan afferma che i disastri naturali sono la principale causa di interruzioni di corrente e cita un rapporto della Banca Mondiale del 2019 che ha rilevato che shock naturali e cambiamenti climatici hanno causato il 37% delle interruzioni in Europa tra il 2000 e il 2017 e il 44% delle interruzioni negli Stati Uniti nello stesso periodo.


Quando si verifica un disastro, il tempo necessario per il ripristino della fornitura di elettricità è in genere di 24-48 ore, a seconda della gravità del danno. Durante questo lasso di tempo, Nissan ritiene che i veicoli elettrici possano essere utilizzati per fornire energia mobile di emergenza a emissioni zero.


In Giappone, ad esempio, la Casa di Yokohama utilizza la Leaf per fornire energia elettrica e trasporto di emergenza a seguito di disastri naturali dal 2011 e la società ha stretto partnership con oltre 60 governi locali per sostenere gli sforzi di soccorso in caso di calamità.


Helen Perry, Head of Electric Passenger Cars & Infrastructure per Nissan in Europa, ha dichiarato:


Con il progetto Nissan Intelligent Mobility, esploriamo costantemente i modi in cui i veicoli elettrici possono arricchire le nostre vite, oltre alla semplice mobilità a emissioni zero. Concept car come la RE-LEAF mostrano le possibili applicazioni dei veicoli elettrici nella gestione dei disastri e dimostrano che una tecnologia più intelligente e pulita può aiutare a salvare vite umane e fornire una maggiore resilienza per il futuro.


I veicoli elettrici stanno emergendo come una delle tecnologie in grado di migliorare la resilienza nel settore energetico. Migliaia di veicoli elettrici disponibili in standby, sia come veicoli di supporto alle catastrofi che collegati alla rete tramite Vehicle-to-Grid (V2G), sono in grado di creare una centrale elettrica virtuale per mantenere una fornitura di energia durante un importante interruzione. "

  • shares
  • Mail