Volvo XC90: la prima SUV del costruttore scandinavo

La storia della precedente Volvo XC90, il modello che ha permesso allo storico costruttore svedese di debuttare nel segmento delle SUV


Nel 2002, ha debuttato sul mercato italiano la Volvo XC90. Si tratta della prima SUV del costruttore svedese, lunga 480 cm, larga 190 cm e alta 178 cm, mentre il passo ammontava a 286 cm. Tuttavia, la vettura sorprese inizialmente per la grande capacità di carico del bagagliaio, la cui capienza variava da 613 litri a 1.837 litri con l'abitacolo in configurazione a cinque posti. La gamma iniziale – declinata negli allestimenti base ed Optima – era composta dalle unità a benzina 2.5 T da 209 CV e 2.9 T6 da 272 CV, affiancate dal propulsore diesel 2.4 D5 da 163 CV. Tutte le motorizzazioni disponibili erano abbinate alla trazione integrale AWD, nonché al cambio sequenziale.

Già l'anno successivo al debutto sopraggiunsero le prime novità per la Volvo XC90, come l'allestimento Executive che si poneva al top di gamma e le versioni con cambio manuale a sei marce per le motorizzazioni 2.5 T e 2.4 D5. Nel 2005, invece, il propulsore 2.9 T6 fu sostituito dal motore 4.4 V8 da 315 CV di origine Yamaha e abbinato al cambio sequenziale a sei rapporti con ridotte, mentre la potenza dell'unità 2.4 D5 fu incrementata a 185 CV.


La Volvo XC90 ricevette il restyling di metà carriera nel 2006 e la gamma fu declinata negli allestimenti Momentum, Summum ed Executive, affiancati dall'allestimento speciale Sport. Inoltre, in sostituzione del propulsore 2.5 T, fu introdotto il motore a benzina 3.2 aspirato a sei cilindri da 238 CV, abbinato anch'esso al cambio sequenziale con riduttore. Questa motorizzazione uscì dal mercato italiano assieme all'allestimento Sport nel 2008, quando debuttarono le versioni speciali Ocean Race ed R-Design.

Nel 2009 è stata ampliata la dotazione di serie della Volvo XC90 con la configurazione dell'abitacolo a sette posti, mentre la gamma è stata aggiornata con l'allestimento base Polar che ha sostituito l'allestimento standard Momentum e con l'introduzione del cambio sequenziale Geartronic a sei rapporti. Quest'ultimo è stato incluso nella dotazione di serie standard a partire dall'anno seguente, quando la gamma delle motorizzazioni è stata rivoluzionata con l'uscita del motore 4.4 V8 e l'ingresso del propulsore a benzina 3.2 a sei cilindri da 243 CV di potenza. Inoltre, è stata rinnovata l'offerta delle unità diesel con le motorizzazioni a cinque cilindri 2.4 D3 da 163 CV in abbinamento alla trazione anteriore e 2.4 D5 da 200 CV con la trazione integrale AWD. Nel 2010 è stato introdotto anche l'allestimento speciale Polar Plus, poi sostituito nel 2011 dall'allestimento standard Momentum. Le ultime novità risalgono al 2012, quando la Volvo XC90 ha subìto il facelift e la gamma è stata nuovamente rinnovata con l'uscita di scena del motore 3.2 a benzina, mentre il propulsore diesel 2.4 D3 è stato aggiornato nella versione D4, sempre da 163 CV di potenza. Nel 2014 è stata presentata la seconda generazione della grande SUV scandinava, ma la prima generazione della Volvo XC90 è uscita definitivamente di scena nel 2015.

  • shares
  • Mail