Presentato a Torino il primo Leasys Mobility Store

CA Bank e la sua controllata Leasys puntano alla mobilità elettrica italiana, con un significativo programma di investimenti in infrastrutture, flotta e servizi.


FCA Bank e la sua società controllata Leasys hanno inaugurato una nuova fase verso la mobilità elettrica con la presentazione del primo Leasys Mobility Store completamente elettrificato a Torino.


 Il percorso verso la creazione di un'infrastruttura italiana per la ricarica delle auto elettriche è iniziato con l’installazione dei primi 8 punti di ricarica da 22 Kw presso il nuovo Leasys Mobility Store dell’aeroporto di Torino Caselle, il primo a essere totalmente elettrificato degli oltre 300 già distribuiti in maniera capillare in tutto il Paese.


Entro la fine del 2020 il numero degli store salirà a 400, tutti elettrificati, per un totale di 1.200 nuovi punti di ricarica, installati con il supporto di Enel X, partner di Leasys in questo progetto. Già da luglio i principali centri cittadini, stazioni e aeroporti d’Italia saranno dotati di charging point per i clienti di Leasys, tra cui Torino, con oltre 100, e a seguire Milano, Bologna, Roma, Napoli e Palermo, per citarne alcune.



Nei prossimi mesi, inoltre, è prevista l’elettrificazione della flotta di Leasys, grazie alla nuova gamma di veicoli FCA, tra i quali la Nuova Fiat 500 elettrica e i modelli ibridi plug-in Jeep Renegade e Compass 4xe. L’obiettivo è raggiungere entro il 2021 una flotta composta per il 60% da veicoli elettrici o ibridi, ottenendo in questo modo un’importante riduzione delle emissioni di CO2.


 “I nuovi Leasys Mobility Store saranno sempre più il luogo in cui prende forma il concetto di Living Mobility, il sistema di mobilità integrata progettato da Leasys per fornire servizi da un’ora a una vita intera” ha affermato Marcella Merli, Head of Sales & Marketing di FCA Bank, aggiungendo “Qui i nostri clienti possono trovare una soluzione per qualsiasi esigenza di mobilità: noleggio a breve, medio e lungo termine, car sharing, acquisto veicoli d’occasione, assistenza, servizi finanziari e assicurativi, e da oggi anche i servizi per la mobilità elettrica”.



La terza fase del percorso verso una mobilità più sostenibile prevede lo sviluppo di formule di noleggio e mobilità che comprendano la disponibilità alternata di vetture elettriche e a combustione tradizionale. Guidare elettrico non garantirà vantaggi unicamente sulla sostenibilità ma anche sulla libertà di movimento, consentendo di accedere alle zone a traffico limitato delle grandi città.

  • shares
  • Mail