Opel Astra Coupé: 20 anni per la sportiva firmata Bertone

Vent'anni fa il debutto della Opel Astra Coupé, la sportiva a trazione anteriore che fu disegnata e prodotta in Italia da Bertone


Nel 2000 debuttò sul mercato italiano la sportiva Opel Astra Coupé, disegnata dall'atelier Bertone e prodotta presso l'omonima carrozzeria di Grugliasco (TO), peraltro ammodernata secondo gli standard qualitativo di assemblaggio della Casa di Russelsheim. Fu introdotta circa un anno dopo la presentazione ufficiale, in quanto la vettura fu svelata in anteprima mondiale al Salone di Francoforte del 1999.

Esteticamente, la Opel Astra Coupé era riconoscibile per l'assetto ribassato di venti millimetri e il parabrezza maggiormente inclinato, quest'ultimo per ottenere il coefficiente aerodinamico pari a 0,28 cX. La gamma delle motorizzazioni, invece, comprendeva il motore a benzina 1.8 16V aspirato da 125 CV e il propulsore di pari alimentazione 2.2 16V anch'esso aspirato da 147 CV, mentre il top di gamma era rappresentato dall'unità sovralimentata 2.0 Turbo da 192 CV di potenza (poi incrementata a 200 CV).

Dopo anche cabriolet



La collaborazione tra Opel e la Carrozzeria Bertone risale al 1987, quando nacque la Kadett E Cabrio, prodotta fino al 1991 in circa 60.000 esemplari. Fu sostituita nel 1993 dalla Opel Astra F Cabrio, caratterizzata soprattutto dall'assenza del rollbar centrale. L'ultima Opel Astra G Cabrio, invece, risale al 2002 ed è stata proposta con la capote elettrica in tela, l'abitacolo a quattro posti veri e le sospensioni sportiva DSA, nonché con il motore a benzina 1.6 16V da 101 CV (poi disponibile nella versione Twinport da 103 CV) e il propulsore diesel 2.2 DTI da 125 CV destinato anche alla Astra Coupé.

  • shares
  • Mail