Seat Leon: 5 propulsioni disponibili dal benzina a ibrida plug-in

Seat Leon è la prima vettura del Brand spagnolo capace di offrire 5 propulsioni differenti, dal benzina all'ultima variante ibrida plug-in

Seat Leon è presente ininterrottamente nei listini della Casa spagnola dal 1999, costituendo una parte importante della storia del Brand di Barcellona. Oggi la Leon è la prima vettura dell'intera gamma di Seat a offrire ben 5 propulsioni differenti, dimostrandosi altamente versatile e pronta rispondere a tutte le esigenze possibili. I motori disponibili vanno dal benzina (TSI) al diesel (TDI), passando per mild-hybrid (eTSI), ibrido plug-in (eHybrid) e metano (TGI). In totale sono 11 le varianti meccaniche, con una potenza che va da 90 CV del 1.0 TSI fino ai 204 CV della ibrida plug-in. Tutti quanti sono caratterizzati da efficienza per quanto riguarda i consumi, le basse emissioni e, nel contempo ottime prestazioni. Ognuna di queste versioni è caratterizzata dal Drive Profile con 5 modalità differenti: Eco, Normal, Comfort, Sport e Individual.

Le versioni ibride


Sulla nuova Seat Leon debuttano per la prima volta due propulsori ibridi, un mild-hybrid (eTSI) e una versione ibrida plug-in (eHybrid). La versione mild-hybrid disponibile con il motore 1.5 eTSI 150CV DSG, abbina la tecnologia mild-hybrid a 48 V con il motore a combustione. Questa soluzione comprende l'adozione del cambio automatico a doppia frizione al posto di quello manuale. La tecnologia utilizza un alternatore che funziona anche come starter da 48 V e una batteria agli ioni di litio a 48 V che permette alla Leon di procedere a motore spento in alcune situazioni di guida (funzione ecocoasting), recuperare energia in frenata e supportare il motore con una leggera assistenza elettrica (funzione boost). La SEAT Leon 1.5 TSI mHEV 150 CV presenta consumi in ciclo combinato che si attestano tra i 5,6 e 6,4l/100km in cicloWLTP, con emissioni di CO2 tra i 127 e 144 g/km.

La variante ibrida plug-in 1.4 eHybrid – la versione più potente in gamma - esordirà nella seconda metà dell’anno. L’accoppiamento del propulsore benzina 1.4 TSI con un motore elettrico, un pacco di batterie agli ioni di litio da 13 kWh e il cambio DSG con doppia frizione a sei rapporti consente di sviluppare una potenza di 204 CV (150 kW). La versione ibrida plug-in permette al conducente di guidare in modalità totalmente elettrica, con un'autonomia di circa 60 km sfruttando unicamente l’energia immagazzinata nella batteria della vettura: l'ideale per aumentare l'efficienza o per muoversi in ambito urbano, dove le normative in materia di qualità dell’aria sono più stringenti.La versione ibrida plug-in sarà disponibile sia per la versione hatchback, sia Sportstourer.

Benzina


1.0 TSI 90 CV con cambio manuale a 5 rapporti
1.0 TSI 110 CV con cambio manuale a 6 rapporti
1.5 TSI 130 CV con cambio manuale a 6 rapporti
1.5 TSI 150 CV con cambio manuale a 6 rapporti
2.0 TSI 190 CV con cambio automatico DSG a 7 rapporti

Diesel


2.0 TDI 115 CV con cambio manuale a 6 rapporti
2.0 TDI 150 CV con cambio manuale a 6 rapporti
2.0 TDI 150 CV con cambio automatico DSG a 7 rapporti
2.0 TDI 150 CV con cambio automatico DSG a 7 rapporti e sistema 4Drive (Sportstourer)

Mild-Hybrid


1.0 eTSI 110 CV mHEV con cambio automatico DSG a 7 rapporti
1.5 eTSI 150PS mHEV con cambio automatico DSG a 7 rapporti

PHEV


1.4 eHybrid 204 CV PHEV con cambio automatico DSG a 6 rapporti

TGI a metano


1.5 TGI 130 CV con cambio manuale a 6 rapporti
1.5 TGI 130 CV con cambio automatico DSG a 7 rapporti

  • shares
  • Mail