Volkswagen Transporter: 70 anni per l'icona dei veicoli commerciali

Il Volkswagen Transporter compie i suoi primi 70 anni. Ripercorriamo la sua storia attraverso le sue sei generazioni di grande successo commerciale

Volkswagen Transporter, conosciuto anche come Bulli, Kombi, bus VW o microbus, è uscito per la prima volta dalla catene di montaggio di Wolfsburg l'8 marzo 1950 e da allora ne sono stati venduti 13 milioni. Quindi ha compiuto 70 anni questo veicolo che per sei generazioni, i grandi viaggiatori su strada hanno utilizzato in tutto il mondo, le aziende hanno usato per i propri affari e le famiglie hanno guidato ogni giorno per i propri spostamenti. Ma cosa vi è in serbo nel futuro del Transporter? Sicuramente ancora un grande successo, dato che l'ultima generazione denominata T6.1, lanciata nel 2019, mostra dei contenuti all'avanguardia e al passo coi tempi per resistere in questo competitivo scenario. Recentemente abbiamo parlato anche dell'e-Bulli, una versione elettrica di un T1 molto speciale. Sicuramente per il Transporter si aprono le porte anche dell'elettrificazione.

La storia attraverso le sue generazioni


T1 (1950-1967): Rivelato come prototipo di furgone con pannelli costruiti a mano nel 1949, il T1 fu lanciato alla fine come furgone con pannelli posteriori, furgone passeggeri e autobus a otto posti. Il motore e il cambio provenivano dal Maggiolino e offriva un carico utile massimo di 750 kg. Nel 1951, l'iconico modello "Samba" fu rivelato con finestre lungo tutta la carrozzeria e tetto apribile pieghevole, e un anno dopo fu svelata una versione pick-up. La produzione si trasferì da Wolfsburg ad Hannover nel 1956, mentre alcuni furono addirittura prodotti in Brasile. Nel 1967, circa 1,9 milioni di persone avevano acquistato la T1 con il suo parabrezza "splittie", rendendolo un successo commerciale mondiale.

T2 (1967-1979): il T1 ha reso questo mezzo di trasporto al di un'icona culturale nell'era del "potere dei fiori", divenendo a tutti gli effetti il veicolo preferito degli Hyppie. Il suo successore fu lanciato nel 1967, il T2 ha portato l'utilità del furgone a un ulteriore crescita con un nuovo frontale e una griglia di aspirazione dell'aria. La porta scorrevole era ormai di serie e la versione da camper a tetto apribile divenne un successo immediato per tutti i globetrotter. Nel 1972, il T2 fu sperimentata anche una versione elettrica con una versione a emissioni zero disponibile per l'acquisto. Durante la sua carriera ne sono stati costruiti 2,14 milioni nello stabilimento di Hannover, sebbene la produzione sia continuata fino al 2013 nello stabilimento Volkswagen di San Paolo, battendo il record per il periodo di produzione più lungo.

T3 (1979-1992): la terza generazione T3, fu lanciata nel 1979 e portò il famoso veicolo nell'era moderna con un'offerta di carrozzeria più ampia, più spazio per passeggeri, merci e una maggiore sicurezza complessiva. Fu lanciato un nuovo motore, disponibile anche a gasolio, e utilizzato un nuovo telaio. Nel 1985 furono aggiunte una serie di innovazioni: convertitori catalitici, turbocompressori e trazione integrale, mentre la California e la Caravelle divennero molto popolari. In totale, ad Hannover sono stati realizzati ben 1,3 milioni di T3.

T4 (1990-2003): questa generazione ha segnato una rivoluzione tecnica per i veicoli commerciali Volkswagen, perché da questo momento furono lanciati con motore anteriore e trazione posta sulle ruote davanti. Ovviamente è stato lanciato un nuovo design, un frontale più lungo, nuove sospensioni, una scelta più ampia di motori e una maneggevolezza migliorata sotto tutti i punti di vista. Il Transporter era anche disponibile per la prima volta con due interassi. Ci fu un aggiornamento di metà carriera nel 1996, poi la T4 fu gradualmente eliminata nel 2003 dopo aver venduto 1,9 milioni di modelli in tutta la gamma, che era formata da: furgone, il kombi, doppia cabina, il pickup con cabina singola e doppia, Caravelle, Multivan e California.

T5 (2003-2015): la T5 ha portato una certa evoluzione del design esterno, ma con anche una maggiore attenzione rivolta agli interni e al posto di guida, nonché una varietà di motori a benzina e diesel e un sistema di trazione integrale. La California fu assemblata per la prima volta ad Hannover, mentre Caravelle e Multivan continuarono a essere scelte popolari accanto a una serie di modelli in edizione limitata. In totale, sono stati prodotti 1,65 milioni di T5.

T6 (2015-2019) e T6.1 (2019-): nuovi motori, sistemi intelligenti di assistenza alla guida, nuovo infotainment e una riprogettazione del front-end che hanno definito la moderna era T6, mentre lo schema di verniciatura bicolore è un omaggio al modello originale . Nel 2019, i veicoli commerciali Volkswagen hanno portato l'iconico furgone nell'era digitale con un nuovo design del cruscotto, una serie di aggiornamenti di tecnologia e connettività, nonché un nuovo sistema di servosterzo e turbodiesel più efficienti e puliti. Quindi la storia non si ferma e il Transporter è pronto a scrivere ancora pagine importanti per il mondo delle quattro ruote.

  • shares
  • Mail