Seat Leon: le fotografie e le informazioni ufficiali della quarta generazione

Svelata la nuova compatta di Martorell basata sul pianale MQB Evo. Arriva con le nuove motorizzazioni mild-hybrid e ibrida plug-in


Non è passato neanche un mese dall’inizio del 2020 e Seat ha già motivo di festeggiare. Non solo per i numeri raggiunti con il 2019, ma anche perché a Martorell viene presentata, oggi, la quarta generazione della Seat Leon.

Numeri in crescita, grazie soprattutto alla Seat Leon


In quanto ai numeri del 2019, va sottolineato che per il secondo anno consecutivo le vendite Seat hanno raggiunto il massimo volume nella storia del marchio spagnolo. Nei 12 mesi scorsi la Casa di Martorell è cresciuta del 10.9%. con un totale di 574.100 vetture consegnate. Con questo risultato Seat supera ampiamente il record del 2018 (517.600 unità) e chiude il terzo anno consecutivo con una percentuale positiva a due numeri. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’esito ottenuto proprio dalla Seat Leon, un modello chiave per la crescita del marchio, fin dal 2012. E alla vigilia del suo rinnovamento la compatta della gamma si mantiene l’auto più venduta del brand con 151.900 auto consegnate (-4,1% nel 2019).

La prima grande novità Seat dopo de Meo


La Seat Leon 2020 è la prima grande novità per Seat nell’era post De Meo. L’ormai ex-Ceo italiano del marchio spagnolo ha abbandonato la nave poche settimane fa, probabilmente per passare alla guida del marchio francese Renault (ancora non ufficiale). Ma la nuova hatchback iberica, possiamo dirlo, è anche l’eredità lasciata da De Meo, visto che è stata praticamente tutta sviluppata ancora sotto la sua guida.

Piattaforma MQB Evo


La nuova Seat Leon è fondamentalmente un’evoluzione profonda dell’attuale generazione, visto che adotta la stessa piattaforma, aggiornata e rinominata MQB Evo (del Gruppo Volkswagen, la stessa anche della nuova Golf 8).  Si tratta di un pianale che avrà un ruolo fondamentale nel passaggio all’elettrificazione, per tutti i brand del Gruppo di Wolfsburg, compresa la nuova Leon. Da qui la prima importante notizia: l’arrivo, per la compatta di Casa Seat, di powertrain elettrificati con versioni micro ibride e plug-in.



Seat Leon 2020, disegnata, progettata e prodotta a Martorell


La nuova Seat Leon verrà riproposta ancora una volta anche nella versione familiare (Sportstourer) mentre dirà addio alla variante a tre porte. Il nuovo look disegnato presso il Centro Stile di Martorell  si ispira al design innovativo della Seat Tarraco. Il frontale è chiaramente ispirato alla SUV grande spagnola con un’ampia griglia frontale e un cofano bombato che le da un certo look sportivo. Il posteriore si caratterizza per il nuovo logo Leon in corsivo e per i gruppi ottici uniti da una banda luminosa. Le nuove linee della carrozzeria le conferiscono inoltre un’aerodinamica migliorata dell’8%. Per quanto riguarda i sistemi di illuminazione la nuova Seat Leon ha in dotazione una gamma di tecnologie innovative che comprendono illuminazione ambiente avvolgente, luci posteriori coast-to-coast, indicatori di direzione dinamici, fari full LED e luci di benvenuto

Le dimensioni della Seat Leon


La versione hatchback della nuova Seat Leon è lunga 4.368 mm (+86 mm), larga 1.800 mm (-16 mm) e alta 1.456 mm (-3 mm), con un passo di 2.686 mm, ossia 50 mm in più rispetto alla SEAT Leon di terza generazione. Rimane invariato il portabagagli, con una capacità di carico di 380 litri.


In versione Sportstourer, la nuova Leon presenta una lunghezza di 4.642 mm (+93 mm), una larghezza di 1.800 mm (-16 mm) e un’altezza di 1.448 mm (-3 mm), mentre il passo è pari a 2.686 mm, che corrisponde a un aumento di 50 mm rispetto alla generazione precedente. In questo caso aumenta anche il bagagliaio che raggiunge ora 617 litri (+30 litri).


La versione hatchback di Seat Leon offre una capacità del bagagliaio di 380 litri (identica alla generazione precedente), mentre la Sportstourer mette a disposizione un volume di carico pari a 617 litri, 30 litri in più rispetto alla generazione precedente.



Seat Leon: come cambia l’abitacolo


Tutti gli elementi dell’abitacolo della Seat Leon sono stati progettati in chiave ergonomica mettendo al centro il guidatore e i passeggeri. La plancia, ridisegnata, è dominata dallo schermo centrale da 10 pollici del sistema di infotainment con sistema di comandi gesture recognition. Il design grafico “diagonale” dello schermo si ispira alla più rinomata via di Barcellona, la Diagonal e, per la prima volta, l’interfaccia del design è stata creata nel Digital Lab di SEAT, una realtà pionieristica nel settore. Degno di nota anche il quadro strumenti digitale composto dal AT Digital Cockpit, che comprende una strumentazione ad alta risoluzione da 10,25 pollici. Un’altra novità importante della Seat Leon è l’illuminazione interna, che include una luce avvolgente sul cruscotto che ne copre tutta la larghezza e continua sulle portiere. Una grande attenzione è stata inoltre riposta ai fini del raggiungimento di un perfetto equilibrio tra plastica, raffinata e morbida, tessuti e pelli per coprire sedili, pannelli delle portiere e cruscotto.

I motori della Seat Leon: diesel, benzina, metano, PHEV e mild-hybrid.


Rispetto ai motori della Leon 2020, oltre all’attesa versione ibrida plug-in, la lista di opzioni potrà contare su varianti a benzina, diesel e GNC (gas naturale compresso). Le potenze vanno dai 90 ai 150 CV. – Seat Leon a Benzina: TSI da 110, 130 e 150 CV

Seat Leon Diesel


Sia per la versione hatchback, sia per la Sportstourer, il propulsore Diesel da 115 CV (85 kW) è abbinato al cambio manuale, mentre la versione da 150 CV (110 kW) è disponibile con cambio manuale o cambio automatico DSG. Inoltre, la versione Sportstourer con propulsore da 150 CV (110 kW) e cambio DSG con doppia frizione può essere abbinata al sistema di trazione integrale 4Drive.

Seat Leon Benzina


Per quanto riguarda i motori benzina della Seat Leon, la Casa spagnola propone i nuovi tre cilindri TSI da 1.0 Litri con due step di potenza, da 90 o 110 CV. Più in alto in listino troviamo i 1.5L TSI da 130 o 150 CV. Al vertice della gamma si colloca il motore 2.0 TSI 190 CV (140 kW) abbinato al cambio a doppia frizione.

Seat Leon a Metano


La Seat Leon offre come opzione anche un motore 1.5 TGI a metano che eroga una potenza di 130 CV (96 kW). questa variante della compatta spagnola La integra tre serbatoi per il metano con un volume netto complessivo di 17,3 kg, garantendole un’autonomia di 440 km senza necessità di fare rifornimento.

Seat Leon ibrida plug-in


Per la prima volta nella sua storia, la quarta generazione della Seat Leon comprende anche una variante ibrida plug-in che sarà disponibile sia per la versione hatchback, sia Sportstourer. . Il powertrain è composto dal propulsore benzina 1.4 TSI abbinato un motore elettrico, con l’alimentazione che arriva da un pacco di batterie agli ioni di litio da 13 kWh. La trasmissione è invece affidata al cambio DSG con doppia frizione a sei rapporti. Il tutto per una potenza complessiva di  204 CV. La versione ibrida plug-in permette, inoltre, al conducente di guidare in modalità totalmente elettrica, con un’autonomia di circa 60 km sfruttando unicamente l’energia immagazzinata nella batteria della vettura.

Seat Leon mild-hybrid


e per concludere con le motorizzazioni, il parco motori della Seat Leon include ora anche le varianti mild hybrid (eTSI). Il sistema, disponibile per i motori benzina 1.0 TSI 110 CV (81 kW) e 1.5 TSI 150 CV (110 kW), entrambe solo con il cambio automatico, abbina la tecnologia mild-hybrid a 48 V con il motore a combustione.

Assetto e sicurezza


La nuova Seat Leon 2020 riunisce una gamma di nuovi sistemi ADAS tra cui regolazione adattiva dell’assetto (DCC), Cruise Control adattivo predittivo (ACC), Emergency Assist 3.0, Travel Assist e Side e Exit Assist. Inoltre il pacchetto di sicurezza della Seat Leon 2020 introduce un inedito sistema denominato Exit Warning: quando si è fermi e ci si appresta ad aprire una porta, la vettura emette un avvertimento acustico nel caso in cui stiano sopraggiungendo altri utenti della strada, che si tratti di altri veicoli sul lato della strada oppure ciclisti o pedoni sul lato del marciapiede.

Seat Leon 2020: le rivali


Sulla carta, insomma, la Seat Leon di quarta generazione ha tutti i numeri per continuare a svolgere il ruolo di uno dei pilastri più importanti della marca spagnola. Ma attenzione, perché dovrà vedersela con rivali di tutto rispetto:

  • shares
  • Mail